Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Aprile 2019 »
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

ARCHIVIO NOTIZIE

20
04
2019
Pasqua e Pasquetta, musei aperti e tanti eventi a Recanati

Pasqua e Pasquetta, musei aperti e tanti eventi a Recanati

Apertura speciale di Villa Colloredo Mels e il museo dell'emigrazione marchigiana, la Torre del borgo, il museo Beniamino Gigli e l’Ufficio Iat.

Martedì, 30 Gennaio 2018 21:20  Asterio Tubaldi  Stampa  1036 

Situazione sempre più difficile alla Teuco

Situazione sempre più difficile alla Teuco

ascolta la conferenza stampa delle organizzazioni sindacali

Di certo c’è solo la richiesta dell’azienda, la Certina Holding, di ben 65 esuberi alla Teuco, l’azienda di arredo bagno di Montelupone che si dibatte da tempo in una profonda crisi. Nessuna novità, infatti, sul fronte della cassa integrazione impantanata in attesa della circolare ministeriale che indichi il percorso da fare; nessuna data certa per la ripresa del lavoro: ci vorranno ancora almeno altri 4 o 5 mesi prima di riaprire i battenti per quei 55 dipendenti che dovrebbero rimanere in organico. Insomma gennaio si chiude per l’azienda, secondo il quadro tracciato oggi pomeriggio dalle organizzazioni sindacali, presenti Giuliano Caracini della Cisl, Manuel Broglia (Uil) e Marco Bracalente (Cgil), in modo davvero drammatico: a nulla per ora sono serviti i numerosi incontri fatti con i lavoratori, la proprietà, la regione e persino direttamente a Roma con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Per i lavoratori, che non vedono né stipendi arretrati né cassa integrazione, una situazione davvero insostenibile a cui non è stata in grado di dare una risposta neanche la Fimag del gruppo Guzzini, che detiene il 20% dell’azienda, né gli istituti bancari del territorio in quanto dal 2018 nelle Marche sono decadute anche le convenzioni stipulate fra organizzazioni sindacali ed istituti bancari. Resta, infine, come una spada di Damocle la definizione della domanda dell’azienda al Tribunale di Macerata di un concordato in bianco cui deve far seguito, entro il 13 febbraio prossimo, la presentazione di un piano industriale credibile per il giudice se non vuole che siano accolte le numerose istanze di fallimento presentate dal novembre scorso.

opinioni a confronto

1 commento

  • 0  31/01/2018 08:37  Anonimo786

    SE IL GIUDICE ACCETTA UNA PORCATA COME IL CONCORDATO IN BIANCO IN ITALIA SIAMO PROPRIO ALLA FRUTTA!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  2   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
rinnovar2-sponsor silver

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür