Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Luglio 2019 »
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

ARCHIVIO NOTIZIE

Martedì, 15 Gennaio 2019 09:16  Asterio Tubaldi  Stampa  661 

Recanati: al via i lavori di ristrutturazione del Centro Nazionale Studi Leopardiani

Recanati: al via i lavori di ristrutturazione del Centro Nazionale Studi Leopardiani

la soddisfazione del suo presidente Fabio Corvatta

Sono già al lavoro gli operai al Centro Nazionale Studi Leopardiani per una manutenzione straordinaria da cielo a terra dell’immobile realizzato subito dopo la guerra. “E’ il frutto, spiega il suo presidente Fabio Corvatta, dell’accordo siglato nel luglio 2017 tra il Comune, il Fai (Fondo ambiente italiano), il nostro Ente e il Centro Mondiale della Poesia e della Cultura”.

A finanziare i lavori è lo stesso FAI che già ha messo mano al primo lotto di interventi che ha riguardato, su progetto dell’architetto paesaggista Paolo Pejrone, in modo particolare la sistemazione e riqualificazione botanica dell’Orto con la valorizzazione complessiva della vegetazione e delle fioriture coerenti con lo spirito dei giardini di campagna dell’Ottocento, la ricostruzione di alcuni pergolati in ferro e l’adeguamento e la sistemazione dei percorsi per consentire l’apertura al pubblico. Nei prossimi mesi, molto probabilmente ad aprile, si riuscirà ad inaugurare il nuovo look dell’orto delle monache e con settembre saranno conclusi anche i lavori relativi al Centro Studi.

“Una vera rivoluzione, spiega ancora Corvatta, perché, una volta conclusi i lavori, l’ingresso al Colle sarà possibile solo attraverso il Centro. Il progetto del Fai prevede la riorganizzazione di tutti gli spazi interni con la realizzazione di una grande sala all’ingresso, utilizzata dal Fai stesso per illustrare e far conoscere la sua attività, e l’allestimento del museo del Centro dove sarà possibile consultare tutte le carte leopardiane digitalizzate, vedere i manoscritti, il quadro di Morelli, la maschera funebre, il busto, insomma tutti i cimeli leopardiani in possesso del nostro Ente di cultura che verranno esposti in un sistema di museo diffuso accompagnando il visitatore sino all’ingresso al Colle.

Sono molto felice di questo accordo con il Fai, commenta infine Fabio Corvatta, che pone una fondamentale garanzia sul futuro dei luoghi leopardiani tanto cari all’intera umanità e sul territorio di una città come Recanati resa unica dalla poesia di Leopardi. Credo che il nostro ruolo sia quello di creare, proprio attraverso questo patrimonio culturale, un ponte verso il mondo una cinghia di trasmissione per aprire rapporti per iniziative non solo culturali ma anche economiche e commerciali”.

opinioni a confronto

4 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  16/01/2019 11:16  leopardiano antico

    Il Colle dovrebbe essere usufruibile da tutti gli appassionati di poesia e gratuitamente e quindi non essere collegato ad un ingresso a pagamento. Suggerirei invece di curare quella nuova piantumazione che sembra essere ormai dimenticata.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  1   Rimuovi


  • 1  16/01/2019 07:02  Anonimo566

    Il rilancio dell'economia recanatese passa ANCHE da qui.
    Bisogna fidarsi e affidarsi.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  5   Rimuovi


  • 2  15/01/2019 23:02  Anonimo507el 2019

    la mia opinione riguardo questo stratosferico , incredibile, sconvolgente,eccitante notizia, dott. Corvatta visto che lei è stato il sindaco di Recanati confermato a pieni voti e ha governato il paese. se nei suoi dieci anni mi congratulo con lei, Ma per il paese Leopardi personaggio indiscutibile, poeta portatore di turisti di tutto il mondo. Mi chiedevo il turista visitando la casa la biblioteca ,ecc. credo che resta affascinato , poi se resta alcuni giorni, scopre che il fascino di Recanati costruito e a parte ristrutturato male, con edifici moderni fatiscenti,il centro storico lasciato morire con palazzi targati VENDESI ,negozi impossibili affittarli in cui i possedendo e dividendosi la loro fetta ,senza innovazioni ,concludendo i soldi arrivano solo per il poeta, lasciando il paese ai suoi antenati oppure nel vostro pensiero rientra anche la vita giornaliera cittadina?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 3  15/01/2019 15:39  Anonimo902

    Il centro nazionale studi leopardiani è stato classificato come ENTE INUTILE!
    Non capisco lo scopo di tanto sperpero di danaro!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  3   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür