Segnala il commento come inappropriato

Il problema è enorme perchè ha investito ed investirà ogni comparto data la tendenza di fondo di sostituire il lavoro umano con strumenti tecnologici sempre più evoluti.Quanto resterà del lavoro umano,fatta eccezione per qualche nicchia molto specifica,è destinato a trattamenti retributivi molto bassi a causa della straordinaria concorrenza che si verrà a creare e sarà un palliativo di poco conto lavorare meno per far lavorare altri.Ma il mercato vive grazie ai consumatori,platea costituita in gran parte da chi ha un reddito da lavoro,quindi l'intera economia rischia di andare in tilt.Siamo di fronte ad una situazione simile a quella della prima industrializzazione ma è difficile pensare che come allora il sistema riuscirà a reagire positivamente perchè sono profondamente diverse tutte le condizioni generali ed è noto che ogni causa ha i suoi effetti.Mi chiedo se la politica è preparata ad affrontare tale problematica,vista la sua debolezza a fronte dell'economia,come dimostra l'attuale globalizzazione.