Segnala il commento come inappropriato

Alla luce degli importanti cambiamenti che si sono verificati a livello generale,il mantenimento dello statu quo per un solo motivo,anche se fondato,mi sembra una posizione di retroguardia.Realtà comunali confinanti con proprie potenzialità di rilievo,come le nostre,avrebbero tutto da guadagnare da forme di collaborazione ed integrazione concrete,anzichè chiudersi a riccio a difesa ad oltranza della propria autonomia e delle proprie risorse.La logica individualistica,in ogni campo prevalga,favorisce sempre il più forte,che può venir fuori da qualsiasi parte.