Segnala il commento come inappropriato

Primo problema: prima questi poveretti lavoravano per 2,90 l'ora, ora saranno disoccupati senza un euro e si dedicheranno allo spaccio o a rubare. Alla base di tutto c'è il fatto di far entrare in Italia, poveretti in cerca di lavoro, senza che il lavoro ci sia, con la teoria che in Italia le nascite sono sotto lo zero ma facendo così si abbassa il costo del lavoro e i diritti sindacali acquisiti, facendo concorrenza sleale a chi lavora in regola. Ulteriore problema è l'aumento costante delle tasse e della concorrenza di Paesi come la Cina, che non hanno le stesse nostre regolamentazioni in fatto di diritto dei lavoratori. Parliamo poi dell'Europa con Paesi dell'Est che hanno costi orari del lavoro molto più bassi dei nostri e quindi concorrenza sleale a casa nostra e ancora il fatto che l'Italia non ha fonti energetiche e quindi dipende da altri paesi. Come risolvere tutto questo? Resettare la politica italiana, sia nazionale che locale e forse vietare a qualcuno di votare, la democrazia purtroppo non è per tutti, poi però ci sarebbe una dittatura.