Segnala il commento come inappropriato

Marconi, ci sarebbero le parole per definire il suo solito comportamento "politico", ma sarebbero censurate. E' crollato nelle comunali recanatesi a ultimo dei 5 in corsa a sindaco, non ostante il suo pupillo candidato sia stato il presidente del consiglio per anni. Le sue "battaglie" recanatesi sanitarie di questi anni hanno portato il nostro ospedale a Casa della Salute (detto Ospedale di Comunità): medici di famiglia e infermieri per lungodegenti e anziani. Avete permesso a Civitanova e Macerata di avere ospedali di I° livello quando la legge nazionale lo vieta, dati i parametri di "bacini di utenza" che non hanno (controllate i dati e vedrete, come afferma anche il Dott. Moretti della CIMO Marche). Avete permesso di nominare il distretto sanitario come CIVITANOVA-RECANATI, mentre il S. Lucia é quello che é solo per codici bianchi, altrimenti dirottamento con ambulanza a Civitanova o Macerata. Insomma, sig. Marconi, fuffa sulla "... senza pediatria Recanati, mai!", detto urbi et orbi pubblicamente e così via per lunghi anni. Ora, da "navigato...r" della politica (per se stesso), prende l'RSA come specchietto per fare campagna elettorale regionale ed eventualmente, come ha sempre fatto, appoggiare quello che sembrerà il possibile vincente, tanto per lei pari sono e come si dice: "Franza o Spagna, basta che se magna!". Ogni giorno cerca di far vedere che lei fa gli interessi della RSA di Recanati, belle parole, tanta visibilità mediatica, ma ormai quasi tutti, a Recanati, hanno capito quali sono i veri suoi... interessi. Sta diventando petulante ed anche fastidioso. Altro detto sul tema: "le chiacchere fanno i...".