Segnala il commento come inappropriato

Negli anni 50 e 60 del secolo scorso il peggior insulto che poteva essere rivolto a un recanatese era "cuntadì". Il contadino era sinonimo di ignoranza rozzezza e quanto di peggio posse esssere ascritto a persona che si volesse denigrare. Ora questo "insulto" si usa un po' meno ma quanto a garantire a chi abita in campagna stessi diritti e servizi goduti da chi abita nel centro abitato siamo ancora di là da venire.