Segnala il commento come inappropriato

Sgarbi e' un critico sopravvalutato che propone sempre e unicamente se stesso.Un mercenario prezzolato dell'arte e perfino legato a letture dei dipinti che hanno fatto il loro tempo. Niente a che vedere con uno Zeri, un Daverio o un Bonito Oliva. Forte di appoggi mediatici e politici si può insinuato nelle attività culturali della regione e fa buoni affari. Recanati non ha nulla da guadagnarci.