Segnala il commento come inappropriato

Ma la Soprintendenza che dice? Togliere le lettere di ottone che potevano essere perfettamente ripulite, perché l'ottone non si ossida, per farle inciderle da un volenteroso autodidatta che sa vendersi bene? Ma purtroppo il clero non è nuovo a questi stravolgimenti in nome del "moderno" e del "nuovo".