Segnala il commento come inappropriato

sono tornato in questi giorni a recanati per onorare i miei defunti,ma non ricordavo una città così spettrale.forse è passatotroppo tempo,che mi ricordo,da quando le vie del centro si riempivano,alla sera,di gioventù e di luci,con bar e negozi pieni di gente e pensavo ad un paese di appena 20000 abitanti,che aveva dato i natali a leopardi e gigli,e,fatto forse più unico in italia,a due ministri della repubblica,brodolini e foschi e mi venne in mente un mio vecchio compagno di scuola,piero Cesanelli,recentemente scomparso,espatriato artisticamente a macerata.forse neanche la musica recanati riesce più ad apprezzare