Segnala il commento come inappropriato

Vittimismo e megalomania, un mix deleterio. Il prof. insegna storia a schiere di ragazzi Esiste la libertà di insegnamento e non risulta che sia mai stato, durante lo svolgimento della sua attività in classe, censurato, controllato o che gli sia stato imposto un contraddittorio. Nè ha dovuto mai dichiarare una precisa appartenenza politica e professare un determinato credo politico per poter entrare in classe a fare la sua lezione di storia. La lotta per la libertà e per la libera espressione della opinione è stata fatta davvero quando c'era da farla e pure a costo della stessa vita, non come posa narcisistica e inutile propaganda