Segnala il commento come inappropriato

Veramente è dopo la morte di Oliviero Pigini - e seguendo i suoi insegnamenti - che la Eko di Via Ceccaroni divenne la fabbrica di chitarre più grande del mondo. Grazie ad Augusto Pierdominici, Remo Serrangeli e tutti gli altri collaboratori, dal 1967 all'inizio degli anni, 80 alla Eko si affermò con strumenti che ancora oggi sono ricercati da esperti e da collezionisti e raggiungono valori impensabili.