Segnala il commento come inappropriato

Mi permetto di fare alcune correzioni alle inesattezze che si leggono nella comunicazione ALGAMEKO di Montelupone!
-Io ho operato come dirigente di azienda della sezione chitarre (1965/1982)
-L'estensore della comunicazione ha dimenticato che la eko ha continuato dopo la morte del Pigini, fino al 1984, anno del fallimento!
-Pertanto dal 1967 al 1982 la Eko ha continuato e sviluppato la produzione sotto la drezione del sig. Pierdominici, con una nuova sezione di produzione organi elettronici ed ampliando la produzione delle chitarre.
-Quindi non è assolutamente corretto trascurare il migliore periodo della Eko, che ha dato ricchezza a Recanati per oltre quindici anni, con una forza lavoro di oltre 400 addetti, tra interni ed esterni. Questo anche per rispetto di tutti quanti vi hanno lavorato!
- In questo periodo, la sezione chitarre ha prodotto strumenti di altissima professionalità. avvalendosi di laboratori del suono e di tecnologia del legno, unica al mondo ad usare la stessa strumentazione della scuola di Cremona.
-Il nuovo "socio" è stato un cliente Eko nel 1979/80 per chitarre classiche ed elettriche per la sezione Germania.
Comunque tutto quello fatto dalla EKO di Via Ceccaroni 1, dal 1965 al 1982, è ampiamente descrittto nei miei libri, in distribuzione presso la Ephemeria edizioni di mc e che sarà mia premura portarli a vostra conoscenza.
Certo di aver fatto un servizio per la città di Recanati e per tutti quelli che hanno vissuto quel felice periodo di vita
disatintamente
Remo Serrangeli