Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Marzo 2017 »
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
Bastian Contrario - rubrica curata da Asterio Tubaldi
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429
23
03
2017
VIDEONEWS
Intervista al poeta Marco Onofrio

Intervista al poeta Marco Onofrio

Appuntamento con l'Arte 

22
03
2017
AUDIONEWS
Minestrò montagnola

Minestrò montagnola

Puntata di mercoledì 22 Marzo.

21
03
2017
VIDEONEWS
Al Caffè di Luciana si parla di dialetto

Al Caffè di Luciana si parla di dialetto

Con Ennio Donati, alias Sor Righetto

Lunedì, 12 Dicembre 2016  Asterio Tubaldi  Stampa  714 

Discussa la tesi sullo stendardo Santa Lucia

Discussa la tesi sullo stendardo Santa Lucia

Il restauro non è terminato ma a Recanati arriverà il volume

Annamaria Arcangeli e Francesca Borgioli hanno concluso il loro percorso di studi presso l’ISCR, l’Istituto  Superiore per la Conservazione ed il Restauro di Roma del Ministero per i Beni e le attività culturali. La tesi dal titolo “Lo stendardo ritrovato di Santa Lucia di Recanati: un’opera frammentaria in seta rossa, attribuita a Cristoforo Roncalli detto Il Pomarancio”, è stata discussa il 29 novembre scorso, con un punteggio che non lascia spazio a incertezze: 110 e lode.

Sette capitoli e 350 pagine per ricostruire la storia di questa straordinaria opera grazie ad una ricerca accurata iniziata con il prezioso il contributo del Dott. Sergio Beccacece che fu il primo ad interessarsi per il restauro, spinto dal desiderio di riportare il Santa Lucia ad una specifica condizione conservativa e di trovare una sede adeguata per la fruizione del pubblico. Durante la sua attività di Presidente dell’IRCER, trovò nell’archivio della fondazione, alcuni documenti con la scatola dei frammenti della parte inferiore dello stendardo. A questo si deve aggiungere la rilevante documentazione fornita dalla Signora Fiorella Biagetti, figlia di Biagio, l’allora Presidente della Congregazione di Carità, che stilò un documento relativo alle modalità di ritrovamento del dipinto avvenuto nel 1944 presso i depositi. Il quadro, con la stessa immagine della santa dipinta in entrambe le parti, era passato dalla Confraternita di Santa Lucia alla Congregazione di Carità poi IRCER per arrivare, con la riforma sanitaria del 1970, all’ASUR 8 ed essere collocato, e dimenticato, nell’angolo di una sala riunioni presso la Direzione dell’ormai ex Ospedale Santa Lucia di Recanati. Decisivo infine, l’intervento del Soprintendente di Urbino Gabriele Barucca, il quale, intuendo a prima vista che trattava di un’opera eseguita dalla mano di un importante maestro, ha immediatamente provveduto a contattare l’Istituto romano.

Nella tesi gli argomenti trattati sono di estremo interesse, com’è riportato nel sottotitolo: “Analisi dei problemi conservativi, studi e nuove soluzioni per i supporti in seta, interventi di restauro, ipotesi ricostruttiva ed espositiva.” Su quest’ultimo punto le neo laureate propongono tre ipotesi di presentazione dell’opera per la fruizione, da valutare in base all’avanzamento dei lavori. Nel testo si trova la ricostruzione storico-artistica arricchita dai confronti stilistici con altre opere del Roncalli. Un successo per le due restauratrici impegnate a risolvere uno dei più difficili e complessi

interventi di recupero pittorico. “Un caso estremo di restauro” lo definì la Prof.ssa Anna Maria Marcone nel luglio del 2013, al momento del trasferimento all’ISCR. La Marcone fu responsabile del restauro fino alla sua improvvisa scomparsa nel febbraio dello scorso anno. Da quel momento, la Direttrice Gisella Capponi, affidò l’incarico alla prof.ssa Carla Zaccheo la quale ha seguito l’attività delle due studentesse fino alla discussione della tesi. Alla commissione d’esame è stato presentato il restauro finito di due piccole porzioni nella parte superiore del dipinto, a dimostrazione di come dovrebbe apparire lo stendardo una volta portato a termine il lavoro.

Quando terminerà il restauro definitivo? Quando rivedremo il dipinto? Dove sarà collocato? Sappiamo che, oltre al lavoro delle due restauratrici, è stata completata la pulitura in ambo le parti compresa quella di ogni frammento della parte inferiore ma, al momento, le domande non trovano risposta. Intanto la prossima settimana arriverà una copia della tesi alla Biblioteca di Recanati rivolta alla consultazione pubblica. Una bella notizia per celebrare Santa Lucia il prossimo 13 dicembre e conoscere qualcosa in più di questa meravigliosa opera, in attesa di poterla rivedere.

 

Nikla Cingolani

Nella foto: Annamaria Arcangeli e Francesca Borgioli in completo grigio il giorno della laurea discussa nella Sala Conferenze dell’ ISCR, in via di San Michele 25, exCarcere Maschile. (foto di Angelo Rubino ISCR)

 

 

 

 

 

 

 

 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
24
03
2017
Montecassiano rende omaggio a Giovanni Cingolani nel segno della solidarietà

Montecassiano rende omaggio a Giovanni Cingolani nel segno della solidarietà

Una selezione di testi, immagini e musica per ricordare il pittore emigrato in Argentina nel 1909.