Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
archivio storico delle notizie di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Maggio 2017 »
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
Bastian Contrario - rubrica curata da Asterio Tubaldi
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
Radio Erre STORY: le notizie storiche del portale di informazione locale radioerre.net
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429
30
04
2017
Il Loreto vola in finale play off, domenica sfida al Fabriano Cerreto

Il Loreto vola in finale play off, domenica sfida al Fabriano Cerreto

Continua il sogno serie D per i mariani che eliminano il Gallo Colbordolo con i gol di Moriconi, Garbuglia e Cheddira

30
04
2017
Il Villa Musone prende il punto della tranquillita', a Montefano 1 - 1 con l'Audax Piobbico

Il Villa Musone prende il punto della tranquillita', a Montefano 1 - 1 con l'Audax Piobbico

Giallo blu che mantengono la categoria mentre il Barbara vola in Eccellenza, Vigor Castelfidardo condannata ai play out

30
04
2017
La Recanatese scivola in casa contro il Pineto, sempre piu' concreti i fantasmi della retrocessione in Eccellenza

La Recanatese scivola in casa contro il Pineto, sempre piu' concreti i fantasmi della retrocessione in Eccellenza

Giallo rossi avanti e poi battuti 1 - 3 al Tubaldi, ora serve un miracolo per evitare il penultimo posto

29
04
2017
Da 50 anni…Grazie Totò

Da 50 anni…Grazie Totò

La S.O.M.S. organizza una serata speciale dedicata al Principe della risata 

25
04
2017
VIDEONEWS
Maurizio Galimberti: uno scatto storico

Maurizio Galimberti: uno scatto storico

Una polaroid gigante per raccontare un grande dolore

24
04
2017
VIDEONEWS
Loretta Marcon un gradevole ritorno al Caffè

Loretta Marcon un gradevole ritorno al Caffè

A Recanati con amore

Mercoledì, 11 Gennaio 2017 17:46  Asterio Tubaldi  Stampa  1043 

Chi arriva in ritardo, per punizione compito in classe

Chi arriva in ritardo, per punizione compito in classe

 Giovanni Giri, dirigente dell’Itis Mattei e da alcuni mesi anche dell’istituto comprensivo Gigli, non ha alcuna intenzione di cedere la mano nella gestione della scuola superiore, che conta oggi oltre 650 studenti nei diversi corsi di informatica, chimica, meccanica e professionale. A pochi mesi dal suo collocamento a riposo, con la fine di questo anno scolastico, tira le orecchie a quegli studenti che, poco volenterosi verso il proprio corso di studi, la mattina se la prendono comoda ed entrano all’interno del plesso scolastico con numerosi minuti di ritardo. Un richiamo, due, tre, ma poi la pazienza se ne va e il dirigente ha ritenuto opportuno mettere un freno a tanta libertà mal utilizzata e a un così brutto atteggiamento di mancanza di responsabilità. Ritornati dalle vacanze natalizie e preso atto che sono ancora molti gli studenti che, nonostante i richiami, continuano ad entrare tardi a scuola, ha richiamati tutti ad un atteggiamento più ligio e obbediente alle regole interne della scuola anche perché questa situazione crea non pochi problemi al regolare svolgimento delle lezioni. Da lunedì prossimo, quindi, giro di vite: chi entra in ritardo rispetto all’orario stabilito per l’inizio delle lezioni e non è, se minorenne, accompagnato dai genitori o ha una buona motivazione sarà punito. Come? La bella idea del dirigente, forse ispirato dal fatto che la scuola si trova nella città della poesia e si candida a capitale della cultura per il 2018, è quella di mettere lo studente seduto sul suo banco, penna in mano e foglio bianco davanti, a svolgere, entro il tempo massimo di un’ora, un compito scritto di italiano che sarà valutato dal docente interessato. Così la punizione raggiunge sicuramente un doppio risultato: fa capire allo studente la necessità di rispettare le regole ma nel contempo gli fa dare una ripassatina all’italiano che sicuramente male non gli fa. Anzi, visti i tanti strafalcioni che si leggono sui siti generalmente frequentati dai giovani, è sicuramente una buona idea. All’Itis da molti anni gli studenti sono muniti sin dal primo giorno di scuola di un badge marcatempo che permette alla presidenza scolastica e agli stessi genitori di monitorare in ogni momento l’ingresso e l’uscita dei ragazzi da scuola: un modo per stare più sicuri e per mettere un freno alle famose “salate” specie in vista di compiti in classe o di interrogazioni.    

opinioni a confronto

11 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  12/01/2017 15:39  Anonimo678

    Secondo me si può fare di meglio per rimediare a questa problematica...

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  12/01/2017 14:12  Anonimo232

    Prima di parlare bisognerebbe informarsi. (Statuto degli studenti)La responsablità disciplinare è personale. Nessuno può essere sottoposto a sanzioni disciplinari senza essere stato prima invitato ad esporre le proprie ragioni. Nessuna infrazione disciplinare connessa al comportamento può influire sulla valutazione del profitto.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  2   Rimuovi


  • 2  12/01/2017 14:11  Anonimo586

    W la squola!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  1   Rimuovi


  • 3  12/01/2017 14:10  Anonimo339

    Ma poi chi fa male il compito viene bocciato o promosso lo stesso?!?!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 4  12/01/2017 14:01  Caio Giulio Cesare

    "Strafalcioni che si leggono sui siti frequentati dai giovani".
    Al "simpatico" ed "ironico" direttore consiglierei nell'ordine:
    Corso base di grammatica italiana, anche uno serale può andare, visto il livello
    Corso base di lettura e dizione ( al quale potrebbero partecipare un po' tutti gli speakers, cosí tanto per togliere qualche erre di troppo ad inizio parola e capire che, quando si legge, punti e virgole non sono messi lì a caso)
    Corso di lingua inglese ( eh no, con le parole in inglese non ci siamo proprio, bisognerebbe applicarsi).

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 5  12/01/2017 12:08  Anonimo868

    E' ora passata di regole e comportamenti degni di una società civile. Il troppo permissivismo ci sta portando allo sbaraglio e sono in genitori in primis e tutti coloro che svolgono un ruolo educativo ( insegnanti, allenatori ecc...) ad impartire regole semplici ma chiare sin da piccoli perchè il comportamento è un fatto culturale che i bambini respirano ed assimilano dagli esempi che li circondano.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 6  12/01/2017 11:33  Anonimo532

    Anche tu, per come scrivi, dovresti fare un tema al giorno di un'ora

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  3   Rimuovi


  • 7  11/01/2017 21:27  Golfredo

    Bravo Giri.
    Altrimenti gli stupidi sono sempre quelli chenon rispettano le regole e i campioni quelli che se ne fragano degli altri.
    Ottimo.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  3   Rimuovi


  • 8  11/01/2017 20:06  Anonimo505

    Bravo. Ottima soluzione. Aggiungerei una pena accessoria per i genitori dei ritardatari ,i veri colpevoli delle malefatte dei figli. Pena da scontare che consiste nello stare insieme e parlare (senza Tablet o Smartphone) x almeno un ora! Facciamo mezz ora...una e' pena eccessiva.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  5   Rimuovi


  • 9  11/01/2017 19:57  Anonimo 1943

    Evviva un Preside con le "palle" !!
    E' ora di finirla con la baraonda che c'è in alcune scuole e con il permissivismo che ha annullato regole ed educazione.
    Un alunno deve essere rispettoso "a priori" se un domani vuole essere rispettato.
    Il compito delle scuola è quello di istruire ed educare.
    Spero che i genitori non si schierino,come al solito, dalla parte dei loro figli inadempienti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    12  2   Rimuovi


  • 10  11/01/2017 19:52  Roberto Pierini

    Comportamenti del genere , in un ambiente di lavoro reale, sarebbero puniti con il licenziamento. Perchè allora non imparare subito tali regole?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  1   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
29
04
2017
una passeggiata tra il silenzio e la memoria

una passeggiata tra il silenzio e la memoria

Martedì 2 maggio 2017 - Ore 16,30 - Partenza da Santa Maria in Varano, Recanati

28
04
2017
Cyberbulismo e reati commessi attraverso la rete

Cyberbulismo e reati commessi attraverso la rete

l’U.S. Recanatese ha organizzato un interessante incontro informativo