Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Agosto 2019 »
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

ARCHIVIO NOTIZIE

Domenica, 15 Gennaio 2017  Asterio Tubaldi  Stampa  1970 

Quando non si è padroni del proprio destino

Quando non si è padroni del proprio destino

Il caso di Giorgio Terrucidoro

di Nikla Cingolani

Recanati. Martedì 10 gennaio a Palazzo Venieri nell’ambito del Corso Storie e personaggi recanatesi diretto dal dott. Sergio Beccacece, presso l’Università di Istruzione permanente “Don Giovanni Simonetti”, Giorgio Terrucidoro ha presentato il suo libro dal titolo “Non solo handicap”.

Con chiarezza, coraggio e semplicità, Giorgio, colpito fin dalla nascita da tetraparesi spastica, ha descritto la situazione parlando di alcuni aspetti della sua vita: dalla famiglia all’inserimento scolastico, dalla dimensione affettiva all’innamoramento, dallo sport alla musica, dell’inserimento lavorativo al senso del dovere che deve riguardare tutti compresi i soggetti con svantaggio fisico.

Giorgio non cerca la pietà e la compassione di nessuno. Arriva a contestare persino i posti in prima fila nei concerti riservati al settore “disabili”.

Tuttavia, ciò che ha colpito profondamente più di ogni altra cosa è il racconto della sua esperienza vocazionale da far risalire a una ventina di anni fa. All’epoca si rivolse al vescovo il quale lo indirizzò agli studi di tipo teologico senza mai rispondere se poteva intraprendere la vita religiosa. Dopo alcuni anni si rivolse di nuovo al vescovo che nel frattempo era cambiato, chiedendo di rispondere con chiarezza e sincerità alla domanda: Posso diventare sacerdote? “di fronte a questa mia richiesta, il vescovo con onestà intellettuale e relazionale, mi dice come stanno le cose negandomi con molta chiarezza la prospettiva sacerdotale date le mie condizioni fisiche”. (pagg. 69-70) Giorgio non ha gradito ma ha apprezzato la sincerità della risposta.

In effetti, l'attuale Codice di diritto canonico, emanato da papa Giovanni Paolo II, indica brevemente una serie di requisiti necessari per esercitare in modo congruo il dono ricevuto: fra questi vi sono delle generiche “qualità fisiche e psichiche”. La decisione finale, tuttavia, è sempre rilasciata al vescovo che, in questo caso, ha impedito a Giorgio di rispondere alla sua chiamata e perciò costretto ad accettare il suo destino, rimanendo fedele alla chiesa cattolica.

Ciò che sconcerta è la valutazione del vescovo presa in base alle sole qualità fisiche tralasciando totalmente quelle psichiche e spirituali. Non sapremo mai se Giorgio sarebbe diventato una guida religiosa pronta a svolgere la sua missione e collaborare con varie realtà legate ai bisogni e ai problemi delle persone con disabilità, come gli altri sacerdoti nelle sue stesse condizioni. Certamente avrebbe contribuito a raggiungere un grado maggiore di civiltà e rinnovamento.

Nelle sue conclusioni ci troviamo davanti ad un uomo in polemica con chi lo tratta da disabile e non come una persona che ha sentimenti, desideri, atteggiamenti uguali a quelli di tutti gli altri. Un obiettivo ancora difficile da raggiungere in un mondo dove lo sviluppo dell'autonomia e la realizzazione dell'integrazione sociale per queste persone, sono traguardi ancora non conquistati del tutto a causa di forti pregiudizi e stereotipi che continuano a creare distinzioni.

 

3 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  16/01/2017 20:08  Anonimo966

    La chiesa è sempre stata maestra di carità umana.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 1  15/01/2017 20:58  Ins.Alessandrini Diana

    Complimenti Giorgio!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  0   Rimuovi


  • 2  15/01/2017 18:14  Anonimo258

    Abbiamo avuto vescovi come Conti e Giuliodori che ci hanno fatto rimpiangere enormemente mons Carboni

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür