Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Domenica, 15 Gennaio 2017 09:28  Asterio Tubaldi  Stampa  2759 

GLI STUDENTI RISPONDONO ALLA CIRCOLARE DEL PRESIDE E CHIEDONO UN CONFRONTO

GLI STUDENTI RISPONDONO ALLA CIRCOLARE DEL PRESIDE E CHIEDONO UN CONFRONTO

comunicato stampa sul caso I.I.S. Recanati.

In questi giorni ha suscitato scalpore nei social e sui giornali la circolare n 64 attuata dal preside Giovanni Giri dell’Istituto Tecnico di Recanati. Noi studenti riteniamo che il problema degli eccessivi ritardi sia presente, ma rappresenti solo uno dei problemi della nostra scuola e dell'intero modello scolastico italiano.

A partire anche dai numerosi ritardi degli studenti, vorremmo su tutto questo iniziare una discussione seria: nello specifico, pensiamo che la soluzione proposta dal preside non sia corretta e vada trovata una soluzione alternativa con urgenza. Dopo aver discusso per molte ore in partecipatissime assemblee coi rappresentanti, pensiamo che la decisione sia sbagliata innanzitutto perché non è stato consultato il comitato studentesco (organo rappresentativo degli studenti dell'Istituto) per cercare eventuali soluzioni; inoltre, pensiamo che non sia educativa, poiché fa apparire un tema di italiano come una punizione, incentiva lo studente a non entrare a scuola quando è in ritardo per evitare di rovinare il profitto scolastico. Senza considerare che la normativa, secondo noi, non risulta a norma di legge, in violazione dello statuto degli studenti e delle studentesse (DPR del 24 giugno del 1998 n°249).

Quindi proponiamo un incontro aperto col preside e gli studenti, o coi rappresentanti, per discutere insieme e trovare insieme delle soluzioni.

assemblea degli studenti dell'ITIS  

 

opinioni a confronto

16 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  19/01/2017 20:09  Anonimo832

    Senti AS del 17/01/2017, tu di temi di italiano dovresti farne molti, tenuto conto di come scrivi.
    Quando un domani lavorerai e dovrai fare una relazione o dovrai scrivere una lettera, credi che ti capiranno se scriverai come hai fatto nel tuo intervento a
    favore dell'ignoranza?.
    Il tragico è che la maggior parte di voi studenti scrive come te.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  18/01/2017 21:33  Anonimo711

    Se il preside ha preso delle decisioni non credo che lo faccia a discapito del suo ruolo, dello statuto e tanto meno degli studenti, probabilmente è esasperato dai comportamenti fuori luogo di giovani che non hanno voglia di fare nulla.
    la scuola, indipendentemente dalla materia, ha il solo scopo di accompagnare un adolescente alla maturità con un percorso ben preciso caratterizzato da regole e principi fondamentali, gli stessi che sono poi presenti nel mondo del lavoro dipendente, imprenditoria e sopratutto nella vita.
    Queste regole basilari vanno rispettate, punto e basta.
    Bisogna imparare ai ragazzi che una volta finita la scuola, nella vita VERA chi arriva tardi è fottuto.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 2  18/01/2017 15:29  Anonimo811

    Sono una ragazza e 4 anni fa ero anche io tra quattro mura di una scuola superiore. Ne ho viste tante, forse troppe. Sono ritornata spesso nella mia vecchia scuola e ho visto situazioni di cui mi sono vergognata, dai ragazzi maleducati ai professori, direttori e presidi i quali erano i primi a mancare di rispetto ai ragazzi. Non difendo chi arriva tardi, perché sicuramente tra di questi, 2/3 dei ragazzi arriva tardi perché si "perde" fuori dalla scuola, ma anche a me è capito di entrare in classe 10 minuti più tardi del suono della campanella e la causa non ero io, ma l'autobus che mi portava tardi a scuola e più che arrabbiarmi con gli autisti, fare reclamo non potevo fare. L'ho fatto e non è cambiato nulla.
    Ai genitori che continuano a ripete "quattro schiaffi, andate a lavorare in fabbrica" rispondo: pensate ai vostri di figli perché probabilmente tra quei figli ci sono anche i vostri, ma ve lo tengono nascosto e magari davanti a voi si comportano come vittime. E si sa che il proprio figlio è sempre il più bravo ai propri occhi.
    Al preside che ha preso questa decisione dico: ma lei ha mai provato a sentire i ragazzi, a parlare? Io nei miei 5 anni di scuola superiore non ho mai avuto problemi con presidi o professori. Ho discusso con dei professori, loro hanno discusso con me, ma abbiamo sempre cercato poi un dialogo e ci siamo chiesti scusa. Il preside, il direttore, i professori, voi, siete delle figure, persone, che per 5-6 ore devono cercare di INSEGNARE non solo materie scolastiche, ma anche lo stare al mondo perché noi ragazzi, nel periodo delle scuole superiori, passiamo più tempo con voi che con i nostri genitori. Inoltre, dovreste DIALOGARE e CHIEDERE ai vostri alunni delle opinioni, dei consigli. Nei miei 5 anni di scuola superiore ho nel cuore quei professori che prima di essere tali hanno cercato e voluto instaurare un rapporto con me, tanto che non ci davamo più del lei e non era mancanza di rispetto, anzi li rispettavo ancora di più perché mi consideravano come loro, NON inferiore solo perché ero una studentessa.
    Quindi il tutto per dire, occorre del DIALOGO con i ragazzi, non dargli contro. Il tema sembra esagerato, per ora io sarei dell'opinione di trovare un accordo tra i ragazzi (e so che loro hanno una proposta) e trovare un accordo. Nel momento in cui tale accordo non viene rispettato dai ragazzi allora trovare una soluzione più drastica.

    Scusate per il poema!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 3  17/01/2017 19:06  Ruggero Orilia

    La disposizione del preside è illegale in quanto contrasta con lo Statuto degli Studenti, ossia: "Nessuna infrazione disciplinare connessa al comportamento può influire sulla valutazione del profitto. " (art. 4).
    Aggiungo inoltre che la disposizione è illegale per un altro motivo. Non solo sempre secondo lo Statuto degli Studenti (art. 4) le mancanze disciplinari e le relative sanzioni devono essere individuate nel regolamento della singola istituzione scolastica, il quale è elaborato, ai sensi del Testo Unico 297/1994 dal consiglio di istituto, in cui sono rappresentate tutte le componenti della scuola, compresi glis tudenti. Il dirigente scolastico non può decidere le sanzioni come so fosse un monarca assoluto.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 4  17/01/2017 16:52  Anonimo602

    Ma che ragionamento fate, scusatemi, che come so voi che vi svegliate la mattina per andare al lavoro trovate del traffico per starade e naturalmente arrivereste tardi, come punizione per questo vostro ridardo anche di soli 5 minuti il vostro datore di lavoro vi metta a fare un lavoro che non sapete fare perche non nelle vostre competenze perlopi non retribuito. Che dite voi cosa avresta fatto? Sareste stati li a lavorare per niente solo per uno stupido ritardo??

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  1   Rimuovi


  • 5  17/01/2017 16:40  Anonimo824

    Ottima solizione...
    E invece ai professori che riportano i compiti dopo 2 mesi o quelli che addirittura non li riportano per niente che compito di punizione dovranno effettuare?
    Ma dove siamo arrivati?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 6  17/01/2017 15:51  Anonimo816

    Una soluzione insipida:
    1) proprio per il fatto che parliamo di studenti che hanno deciso di proseguire gli studi, punire così un ritardo non ha senso. Ritengo che ogni studente è libero di seminare cio che vuole e raccogliera poi cio che ha seminato.
    2) supponiamo un giorno 5 ragazzi vanno a scuola con la macchina e improvvisamente la macchina si spegne, si buca una ruota o qualsiasi altro imprevisto, arrivano a scuola in ritardo e vengono puniti. Credo che i ragazzi in una futura occasione rinunceranno ad entrare, e purtroppo non tutti i genitori gradiscono e possono essere chiamati per giustificare il ritardo dei figli in un giorno lavorativo.
    A parer mio una soluzione ridicola!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  1   Rimuovi


  • 7  17/01/2017 14:41  AS

    Voi quarantenni che avete letto questa cosa, non avete capito un emerito cazzo della situazione all'interno della scuola, vi mostro in 2 aspetti cosa va con questa iniziativa del preside:
    1) come già scritto dai rappresentanti, il tema va a sfavore degli studenti poiché le tracce sono di argomenti generali e non necessitano studi a riguardo, ma solamente un interessamento all'ambito sociale italiano o estero, facendo in modo che uno studente con media dell'8 nella materia di italiano, se un giorno entra in ritardo per qualsiasi ragione, deve fare un tema la quale traccia tratti per esempio di argomenti relativi alla medicina, così che lo studente sia completamente allo scuso di tale argomento, prendendo così un brutto voto e rovinarsi di conseguenza la propria media.
    2) oltre al ritardo, lo studente dovrá perdere un'ulteriore ora per fare questo tema, mancando così ad una lezione che magari gli serviva per recuperare una materia o fare una verifica.
    Mi dispiace i genitori, potrete dire tutto quello che volete e dire che noi figli non o educati e possiamo anche meritarci tutti gli schiaffi che volete, ma prendere queste iniziative da parte della scuola non fa altro scoraggiare gli studenti e la loro voglia di studiare, cosa che mi sono reso conto stia accadendo dopo 5 anni all'interno di to istituto

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 8  17/01/2017 13:50  S. IIS

    Avrei molta voglia di insultare chi ha scritto il primo e il terzo commento, ma non lo faccio solo perché forse sono più educato di voi ciambotti.
    "I studenti" me sa che lo senti solo dentro casa tua.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 9  16/01/2017 08:29  Anonimo353

    DUE SANI BOCCATONI ALTRO CHE...MA PENSATE A studiare va...

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  10   Rimuovi


  • 10  16/01/2017 00:00  Anonimo545

    Son ragazzi.....
    Siete stati ragazzi anche voi no?
    Anche il Preside Giri è stato un ragazzo, non mi si venga a dire che quand'era egli studente da giovanissimo non si sia fatto mai una salata a scuola!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  1   Rimuovi


  • 11  15/01/2017 20:31  Anonimo983

    ma qualche bello schiaffone da parte dei genitori non sarebbe meglio?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  7   Rimuovi


  • 12  15/01/2017 14:58  Anonimo896

    Il comitato studentesco troverà sempre soluzioni favorevoli agli studenti inadempienti, perché il principio è quello di dare addosso agli insegnanti ed al preside.
    Non ci sono soluzioni alla mancanza di correttezza: se c'è un orario, questo va rispettato.
    Frequentare la scuola media superiore è una scelta: se non si ha voglia di proseguire gli studi, sarebbe corretto essere chiari con i propri genitori e cercare altre strade per il prosieguo del proprio percorso di vita.
    Quando lo statuto degli studenti non esisteva, il rendimento scolastico e la partecipazione alle lezioni dava frutti sicuramente migliori di quanti non ne dia adesso.
    Anche oggi esistono ottimi alunni, ma non sono certo quelli che sistematicamente arrivano in ritardo a scuola.
    La scuola è maestra di sapere, ma soprattutto maestra di vita: tollerando le "eccezioni" diventerebbe maestra di NIENTE.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  4   Rimuovi


  • 13  15/01/2017 14:18  Anonimo898

    Ma se il tema non e' una punizione. Di che vi lamentate? Fatelo e zitti oppure la mattina alzatevi prima dormiglioni!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  5   Rimuovi


  • 14  15/01/2017 13:40  GIANNINO STOPPANI

    il preside presiede, dirige, DECIDE.
    gli insegnanti insegnano.
    gli studenti, o meglio " i studenti" come scriverebbero tanti di loro..Coloro che iscritti ad una scuola la frequentano in modo regolare al fine di apprendere.
    Ecco, "i studenti" vorrebbero invertire i ruoli!
    No! nessuna comprensione o accordo con i ritardatari. Prendere o lasciare. Se non vi sta' bene....ANDATE IN FABBRICA A LAVORARE!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  9   Rimuovi


  • 15  15/01/2017 11:31  Anonimo840

    La soluzione ottimale è semplicissima: all'ora prevista di inizio lezioni il cancello si chiude e basta senza eccezioni. Chi arriva tardi aspetta fuori e potrá entrare al suono della campanella della seconda ora. Se minorenne, per poter entrare alla seconda ora, dovrá naturalmente presentare l'autorizzazione scritta di un genitore all'ingresso alla seconda ora. Se non ha il permesso sta fuori. Semplice!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    13  3   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür