Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Agosto 2017 »
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429

Mercoledì, 19 Aprile 2017  Mauro Nardi  Stampa  270 

Razzisti una brutta razza, Recanatese premiata alla Pasqua dello sport

Razzisti una brutta razza, Recanatese premiata alla Pasqua dello sport

Il video di sensibilizzazione si è aggiudicato il primo  èpremio nel concorso lanciato dal settore scolastico della Figc  

Anche quest’anno si è svolta la storica manifestazione denominata la Pasqua dello Sport, iniziativa dell’Assessorato allo Sport del Comune di Recanati in collaborazione con il Circolo Acli San Domenico. L’evento é stato occasione per premiare la Recanatese per il progetto lanciato dal Settore Giovanile Scolastico della FIGC dal titolo “Razzisti? Una brutta razza” che consisteva nella realizzazione di un video di sensibilizzazione (visualizzabile al link https://youtu.be/QODDgHnABa4
) sul tema del razzismo e della discriminazione in genere. Il video, ideato dalla psicologa della Recanatese Dott.ssa Valentina Marconi e realizzato grazie alla collaborazione di Juanito Ottaviani, Alessandro Luciani, Aurora Violante, Miriam Cecchini, Giovanni Severini, Jacopo Galassi, Matteo Sprecacé, Nicoló Trischitta, Emiliano Giorgetti e degli allenatori del settore giovanile giallorosso, ha battuto nettamente la concorrenza raccogliendo il maggior numero di “Like” sui social ed aggiudicandosi così il primo premio. "Il Settore Giovanile della Recanatese ha sempre ottenuto tanti successi sul campo -afferma la psicologa della società giallorossa Dott.ssa Marconi- ma questo riconoscimento è ancora più importante e significativo perché ha permesso alla società di aggiudicarsi un concorso a livello nazionale. Il video mette in evidenza come, anche attraverso lo sport, si possa combattere il razzismo. Nel clip che abbiamo realizzato si racconta la tipica giornata di un ragazzo peruviano (Juanito Ottaviani) che al mattino, a scuola, studia le origini del razzismo, poi il pomeriggio si va ad allenare con i suoi compagni. Juanito durante il video dice che la sua esperienza nel calcio é fortunatamente lontana dai concetti del razzismo studiati al mattino. In questo senso possiamo dire che il Settore Giovanile della Recanatese abbia vinto una grande sfida". La Recanatese, come scuola calcio di Elite, non poteva rimanere indifferente di fronte ad un tema delicato e diffuso come il razzismo. Il calcio é a tutti gli effetti una scuola di vita e per questo bisogna infondere valori sani fin da piccoli.

 

 

 

1 commento

  • 0  20/04/2017 09:10  Anonimo806

    ALLORA INSEGNIAMO AI BAMBINI CHE IN RISPETTO E' RECIPROCO, NON VALE SOLO UNILATERALMENTE!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo