Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Aprile 2017 »
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429
25
04
2017
VIDEONEWS
Maurizio Galimberti: uno scatto storico

Maurizio Galimberti: uno scatto storico

Una polaroid gigante per raccontare un grande dolore

24
04
2017
VIDEONEWS
Loretta Marcon un gradevole ritorno al Caffè

Loretta Marcon un gradevole ritorno al Caffè

A Recanati con amore

20
04
2017
VIDEONEWS
Appuntamento con l'Arte

Appuntamento con l'Arte

Le nuove scoperte di Antonio De Robertis

Giovedì, 20 Aprile 2017 19:04  Asterio Tubaldi  Stampa  594 

Denunciato un pugliese per violenza privata e minacce

Denunciato un pugliese per violenza privata e minacce

Gli agenti del Comm.to di P.S. di Civitanova Marche hanno denunciato in stato di libertà un uomo di origini pugliesi di 52 anni per i reati di violenza privata e minacce. Sono in corso indagini ai fini dell’identificazione di altri tre soggetti correi per i medesimi episodi delittuosi, nonché per il reato di lesioni personali volontarie aggravate dall’uso di armi.   L’evento trova il suo epilogo nella tarda mattinata di ieri 18 c.m. quando un uomo di origini sud americane di 35 anni residente nella zona di Civitanova Marche si era rifugiato presso gli Uffici del Comm.to di P.S. di Civitanova Marche dopo essere stato poco prima inseguito e speronato da parte di un veicolo condotto dal pugliese il quale durante la corsa aveva commesso numerose violazioni al codice della strada oltre ad aver impattato con un altro veicolo senza fermarsi a soccorrere il conducente, infrazioni ed incidenti sui quali è intervenuta la locale Polizia Stradale. L’uomo rifugiatosi in Commissariato e immediatamente raggiunto dal suo inseguitore bloccato nel frettempo dagli agenti intervenuti, riferiva di una lite scaturita poco prima per motivi economici con il suo inseguitore. Sono in corso indagini volte all’identificazione di altri tre soggetti convolti nella vicenda i quali presenti nella fase iniziale della lite avvenuta a qualche chilometro di distanza, avrebbero picchiato e minacciato il sud-americano che in qualche modo era riuscito a risalire sulla sua auto e a darsi alla fuga in direzione del Commissariato di Polizia. Uno dei soggetti, durante la lite avrebbe sparato al fuggitivo un pallino con una pistola ad aria compressa, procurandogli una ferita ad una gamba giudicata guaribile in alcuni giorni.

 

 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo