Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre

Venerdì, 11 Agosto 2017 15:26  Asterio Tubaldi  Stampa  119 

GUARDIA DI FINANZA: SOCCORSE 2 IMBARCAZIONI CON A BORDO 6 PERSONE, TRA CUI UNA MINORENNE.

GUARDIA DI FINANZA: SOCCORSE 2 IMBARCAZIONI CON A BORDO 6 PERSONE, TRA CUI UNA MINORENNE.

Nella mattinata di ieri, 10 agosto, i militari della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Ancona a bordo di una vedetta in servizio di vigilanza costiera, hanno eseguito nr. 2 interventi di soccorso a favore di 2 imbarcazioni alla deriva rispettivamente nelle acque della baia di Portonovo ed al largo del porto di Ancona.

Nel primo intervento, l’equipaggio del “B.S.O. 52” avvistava una unità da diporto di circa 5 metri in evidente condizione di difficoltà, in panne per l’improvvisa avaria all’unico motore, con 4 persone a bordo, tra cui una bambina di 6 anni soggetta al serio rischio di insolazione e disidratazione a causa delle elevatissime temperature del periodo.

Dopo essersi accostati al natante ed essersi accertati delle buone condizioni di salute degli occupanti, verificata l’impossibilità di riavviare il motore, le Fiamme gialle prendevano l’imbarcazione a rimorchio alla volta del porto di Ancona.

Durante tali operazioni, in prossimità dell’ingresso del porto di Ancona, l’attenzione dei militari operanti è stata attirata da due persone che, a bordo di un natante, si sbracciavano concitatamente con lo scopo evidente di richiedere assistenza.

Si trattava di un gommone di circa 4 metri, con 2 persone a bordo, anch’esso con il motore in panne, in balia della corrente che lo stava scarrocciando pericolosamente contro le ostruzioni portuali.

Percepito il grave ed imminente pericolo per l’incolumità delle persone e per il mezzo nautico, considerato altresì che il natante si trovava lungo la rotta di accesso delle navi mercantili nel porto di Ancona, i finanzieri si adoperavano tempestivamente per fornire la dovuta assistenza e porre in sicurezza sia le persone, sia il natante in difficoltà, trainandolo nel porto dorico.

La tempestività degli interventi eseguiti dai militari delle Fiamme gialle, l’abilità e la perizia tecnico-marinaresca evidenziate in occasione dei due interventi di soccorso hanno scongiurato che una bella giornata di mare in occasione della calda stagione estiva potesse avere un brutto epilogo.

Dall’inizio dell’anno i militari delle Fiamme gialle del mare hanno compiuto complessivamente nr. 5 interventi di soccorso, traendo in salvo nr.16 persone, tra cui 2 minori.

E’ da sempre una presenza costante quella assicurata dalla Guardia di Finanza a favore dell’utenza del mare, in un territorio tra i più rinomati a livello nazionale e ad alta vocazione turistica. Tale presenza, che si connota per finalità di polizia economico – finanziaria e di contrasto ai traffici illeciti, viene ulteriormente intensificata durante il periodo estivo, assicurando la pronta reattività anche in caso di esigenze di salvaguardia della vita umana in mare, integrando il dispositivo posto in essere dagli organi preposti istituzionalmente a questo scopo.

Quale riconoscimento dell’impegno delle Fiamme gialle del comparto aeronavale del Corpo della Guardia di Finanza, dal primo gennaio di quest’anno, a seguito della rivisitazione e razionalizzazione dei compiti delle forze di polizia (cd. Legge Madia), la Guardia di Finanza è stata individuata come unica forza di “polizia del mare”, con compiti esclusivi di mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica in mare.

Per eventuali ulteriori informazioni potranno essere assunti contatti con il Comandante del Reparto Operativo Aeronavale, Tenente Colonnello Pietro Spanò. Tale presenza, che si connota per finalità di polizia economico – finanziaria e di contrasto ai traffici illeciti, viene ulteriormente intensificata durante il periodo estivo, assicurando la pronta reattività anche in caso di esigenze di salvaguardia della vita umana in mare, integrando il dispositivo posto in essere dagli organi preposti istituzionalmente a questo scopo. Quale riconoscimento dell’impegno delle Fiamme gialle del comparto aeronavale del Corpo della Guardia di Finanza, dal primo gennaio di quest’anno, a seguito della rivisitazione e razionalizzazione dei compiti delle forze di polizia (cd. Legge Madia), la Guardia di Finanza è stata individuata come unica forza di “polizia del mare”, con compiti esclusivi di mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica in mare. Per eventuali ulteriori informazioni potranno essere assunti contatti con il Comandante del Reparto Operativo Aeronavale, Tenente Colonnello Pietro Spanò.

 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo