Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Settembre 2018 »
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429
23
09
2018
Macerata: un successo la mostra documentaria dedicata a Beniamino Gigli

Macerata: un successo la mostra documentaria dedicata a Beniamino Gigli

nota dell'Associazione Beniamino Gigli di Recanati

19
09
2018
Venerdì si inaugura lo sgambatoio "il Giardino di Pluto" a Recanati

Venerdì si inaugura lo sgambatoio "il Giardino di Pluto" a Recanati

in piazza le unita' cinofile di Vigili del fuoco e Guardia di finanza

Sabato, 11 Novembre 2017 18:00  Asterio Tubaldi  Stampa  316 

Due denunce nei confronti di un falconarese e un tunisino

Due denunce nei confronti di un falconarese e un tunisino

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Osimo, a conclusione di  due distinte indagini hanno denunciato C.F. nato a Senigallia46 anni, residente a Falconara M. coniugato, nullafacente e B.A.A. nato e residente in Tunisia, 18 anni, senza fissa dimora. Il primo è stato ritenuto responsabile dei reati di “tentato furto aggravato e falsità ideologica commessa  il 2 novembre scoros alle ore 18. Ha forzato le porte degli uffici di una nota azienda agricola di Osimo, sita in Via di Jesi, località Case Nuove, ma non riuscendo a mettere inb atto il suo proposito perché sorpreso dal proprietario che si trovava all’interno. Il furfante ha cercato rocambolescamente di darsi alla fuga su di uno scooter, ma preso dalla foga, è rovinato a terra per poi rialzarsi, rimettere in moto e dileguarsi, non avvedendosi di aver perso sul posto il proprio borsello contenente la sua carta d’identità, che l’imprenditore ha consegnato ai Carabinieri della pattuglia Radiomobile in turno. A nulla è valso l’ulteriore “goffo” tentativo del falconarese di fuorviare le indagini, presentandosi poche ore dopo presso gli uffici della Tenenza dei carabinieri di Falconara per sporgere denuncia di smarrimento della propria carta d’identità dichiarando altresì di averla smarrita in quel centro, poiché i militari erano già a conoscenza di tutto in quanto informati prontamente dai colleghi osimani.  Pertanto, al termine delle formalità oltre a scattare la denuncia a piede libero, sul suo conto è stata altresì redatta la proposta per l'irrogazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio per anni 3 dal Comune di Osimo, inoltrata alla competente Questura di Ancona. Il diciottenne tunisino invece è stato rintracciato e identificato all’interno del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Loreto, mentre veniva curato dai sanitari di turno, a cui si era rivolto per delle autoinflitte ferite da taglio sulle braccia. Terminate le cure e dimesso dall’ospedale, i militari ha condotto l’extracomunitario presso gli uffici della Compagnia osimana sottoponendolo ai rilievi fotosegnaletici e dattiloscopici che evidenziavano il suo status di clandestino facendo scattare per lui la denuncia a p.l., con l’obbligo di presentazione alla Questura di Ancona.

 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo