Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Ottobre 2020 »
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

ARCHIVIO NOTIZIE

Sabato, 10 Febbraio 2018 18:39  Asterio Tubaldi  Stampa  567 

Morte di Pamela Mastropietro: arrestati per concorso in omicidio altri due nigeriani

Morte di Pamela Mastropietro: arrestati per concorso in omicidio altri due nigeriani

comunicato stampa del Procuratore della Repubblica di Macerata dott. Giovanni Giorgio. 

Si comunica che alle ore 14.30, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata è stato adottato provvedimento di fermo di indiziato di delitto nei confronti di 2 cittadini di nazionalità nigeriana, ossia:

- Lucky Desmond, 22enne e Awelima Lucky, 27enne, già dimoranti rispettivamente in Montecassiano e Macerata.

Agli stessi sono stati contestati i reati di concorso in omicidio volontario, vilipendio, distruzione, soppressione e occultamento del cadavere di Pamela Mastropietro e spaccio di stupefacenti (eroina e marijuana), commessi in Macerata e Pollenza sino al 31 gennaio scorso.

Si è reso necessario accelerare l’attività investigativa una volta acquisita nella trascorsa notte la ragionevole certezza che uno degli indagati si stava velocemente allontanando verso la Lombardia, pur non conoscendone esattamente l’identità, ma solo un nomignolo convenzionale. Poiché nel corso della serata di ieri il consulente medico-legale ha inviato una preliminare relazione con cui ha evidenziato elementi significativamente rilevanti in ordine alla commissione del delitto di omicidio volontario in danno della 18enne Pamela Mastropietro, è stato conseguentemente attivato nell’immediatezza l’intervento dei carabinieri del nucleo investigativo di Milano che hanno localizzato il suddetto presso quella stazione ferroviaria centrale. Indi, ambedue gli indagati sono stati sottoposti alla procedura di identificazione e quindi ad interrogatori urgenti svoltisi nel corso della nottata, durante la quale sono state espletate ulteriori indagini di natura tecnica e testimoniale.

All’esito di detta attività investigativa sono stati ritenuti sussistenti gravi indizi di reità a carico dei due indagati, rispetto a cui si è ritenuto altresì sussistente un concreto pericolo di fuga.

Si rimane tuttora in attesa dell’esito degli accertamenti medico-legali, scientifici e tecnici devoluti al Ris dei CC di Roma ed ai consulenti appositamente nominati.

opinioni a confronto

3 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  12/02/2018 18:51  Anonimo871

    Fatto orribile, ma perché 'sta povera cocca aveva la nonna come amministratore di sostegno, invece dei legittimi genitori?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  11/02/2018 15:51  Elisabetta Baleani

    Voglio precisare che non sono razzista e che non mi sogno assolutamente di appoggiare quello che ha fatto Traini, che è e resta inammissibile.
    Tuttavia il nigeriano Innocent Osenghale aveva il permesso di soggiorno scaduto e una condanna passata in giudicato per il reato di spaccio, che lo stesso Oshengale stava trascorrendo ai domiciliari, da dove, come sappiamo tutti, ha continuato bellamente a spacciare.
    Mi chiedo se in un paese civile si possa continuare a ospitare gente così. E credo che le istituzioni abbiano una grossa responsabilità in questa vicenda.
    E credo pure che l'immigrazione debba sempre accompagnarsi alla legalità, quindi se uno viene in Italia in maniera regolare, lavora e non delinque, è benvenuto, ma se delinque, lo si deve far rimpatriare. E basta con queste esplusioni solo sulla carta, con cui questa gente ci si pulisce il....

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  0   Rimuovi


  • 2  11/02/2018 09:18  Anonimo477

    Credo che con gente di cui non si sa ne età ne nome, bisognerebbe agire con maggiore tempestività magari ipotizzando subito il reato più grave di omicidio volontario giustificato anche da un'evidenza macabra di un corpo a pezzi in una valigia. Poi bisognerebbe capire queste persone se sono state nei centri di accoglienza e chi insegnava loro a stare nel nostro paese. Perchè a questo punto ognuno si deve assumere le proprie responsabilità nel senso che chi dirige l'accoglienza è responsabile di quello che fa il proprio assistito.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür