Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
archivio storico delle notizie di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Settembre 2018 »
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
Bastian Contrario - rubrica curata da Asterio Tubaldi
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
Radio Erre STORY: le notizie storiche del portale di informazione locale radioerre.net
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429
20
09
2018
Villa Musone ai blocchi di partenza, l'analisi del ds Vincenzo Masi

Villa Musone ai blocchi di partenza, l'analisi del ds Vincenzo Masi

Nel week end al via la prima squadra di Angelo Cetera e la juniores di Giordano Bernabei

18
09
2018
Helvia Recina Futsal Recanati bene in Coppa, ora sotto con il campionato

Helvia Recina Futsal Recanati bene in Coppa, ora sotto con il campionato

Doppio successo sul Montelupone e qualificazione ai 16°, per la prima in C2 trasferta a Cerreto

19
09
2018
Venerdì si inaugura lo sgambatoio "il Giardino di Pluto" a Recanati

Venerdì si inaugura lo sgambatoio "il Giardino di Pluto" a Recanati

in piazza le unita' cinofile di Vigili del fuoco e Guardia di finanza

14
09
2018
Recanati. Convocata la Commissione di Controllo e Garanzia

Recanati. Convocata la Commissione di Controllo e Garanzia

 

Nota del Comune

Lunedì, 12 Marzo 2018 19:01  Asterio Tubaldi  Stampa  1104 

INTERVISTA CON: MARCO ASCANI ASSESSORE LAVORI PUBBLICI , BILANCIO E PATRIMONIO DEL COMUNE DI LORETO

INTERVISTA CON: MARCO ASCANI ASSESSORE LAVORI PUBBLICI , BILANCIO E PATRIMONIO DEL COMUNE DI LORETO

ascensori, scuole, tesoretto posteggi, progetti futuri

Dopo la neve e la tornata elettorale abbiamo incontrato Marco Ascani assessore ai lavori pubblici, bilancio e patrimonio del comune di Loreto, per fare il punto della situazione su alcune importanti problematiche lauretane

Assessore la S. Pasqua è vicina e con essa arrivano i turisti in visita alla città mariana come è la situazione degli ascensori che portano i pellegrini dai posteggi (Bagaloni e Polenta) al centro

«Partiamo dalla nota positiva, quella dell’ascensore di via Asdrubali (parcheggio Polenta) di cui si sta terminando il completo rifacimento della scala adiacente (circa € 26.000 di spesa) che risultava particolarmente usurata ed ammalorata. I lavori completano una serie di interventi, iniziati nel 2016, tra i quali l’installazione di alcune telecamere necessarie per adempiere alla normativa vigente e per controllare le aree adiacenti agli accessi troppo spesso utilizzate in modo improprio da turisti e cittadini. Altro discorso quello dell’ascensore inclinato del parcheggio Bagaloni. È il nostro cruccio, il problema dei problemi affrontato sin dalle prime settimane del nostro insediamento. Abbiamo deciso di fermarlo, anche in modo impopolare, ad agosto 2015, supplendo con il servizio gratuito del trenino prima e del bus navetta poi. Il MIT (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti), tramite la Delegazione Pontificia, ha concesso la somma di € 350.000 per finanziare gli interventi di manutenzione straordinaria che elimineranno definitivamente tutti i problemi funzionali. Superate le difficoltà incontrate nel reperire i fondi, ci stiamo scontrando con quelle relative alla progettazione esecutiva che, ovviamente, sono tutt’altro che semplici e soprattutto coinvolgono vari professionisti ed enti, dal progettista al direttore d’esercizio, dalla ditta costruttrice all’USTIF fino al Provveditorato ai Lavori Pubblici il quale avrà il compito di appaltare e seguire tutti i lavori. La scorsa primavera speravamo di poter inaugurare la riapertura in occasione della Festa della Venuta, purtroppo non dipende solo da noi e non ci siamo riusciti, oggi auguro a me stesso ed a tutta la città di poter rivedere funzionante l’ascensore per Pasqua 2019.»

Recentemente il comitato cittadino Tutela dei Beni Culturali ed Ambientali presieduto dal Prof. Raffi ha raccolto le firme contro la modifica del Parco della Rimembranza

«Loreto vanta un patrimonio artistico e culturale che abbiamo l’obbligo di tutelare e proteggere, è un dovere di ogni cittadino oltre che di ogni amministratore. La riqualificazione del centro storico, con un piano per la viabilità, il restauro dei Bastioni Sangallo e Porta Marina e, in particolare, il recupero del Parco delle Rimembranze è tra i progetti più importanti del nostro programma elettorale che abbiamo mostrato, in forma di bozza, sin dall’ormai lontano 2015. Va ricordato che, terminati i lavori di restauro del Bastione di Porta Marina da parte della Soprintendenza, abbiamo ereditato una discutibile tettoia posta sulla sommità del bastione a protezione della pavimentazione recuperata e, sin da subito, ci siamo adoperati con l’ente affinché provvedesse alla sua rimozione.

A grandi linee il progetto, che non è ancora definitivo e che dovrà comunque avere il benestare della Soprintendenza, prevede l’eliminazione della tettoia (il soprintendente ha già espresso parere favorevole) con la conseguente coibentazione della pavimentazione sottostante attraverso la sua rimozione, l’applicazione di uno strato isolante e la successiva ricollocazione. Il parco non verrà stravolto, la memoria storica sarà rispettata, verranno mantenute l’attuale morfologia e forma, semplicemente verranno integrate sedute e percorsi, che permetteranno di eliminare le barriere architettoniche offrendo a tutti i cittadini e turisti uno spazio per la riflessione, il silenzio, la lettura o attività che siano, in ogni caso, rispettose del luogo. Concludo esprimendo un pizzico di rammarico sulle modalità utilizzate da chi ha raccolto firme ed ha stimolato le coscienze dei cittadini. Personalmente, ho ricevuto un educazione che mi spinge ad ascoltare, verificare e valutare pareri, progetti ed opinioni, da qualsiasi parte essi provengano, di qualsiasi colore politico essi siano, senza preconcetti di sorta. Prima di emettere sentenze o minacciare azioni, ritengo sia opportuno avere cognizione completa di ciò che l’amministrazione ha intenzione di fare, in questa occasione ho assistito più che altro ad un processo alle intenzioni. Nessuno di coloro che ha ‘stimolato’ l’opinione pubblica ha visto il progetto o si è confrontato con il sindaco od il sottoscritto per visionare e valutare quanto in elaborazione.

In qualità di Assessore al bilancio, il tesoretto dei posteggi, al netto delle spese, dovrebbe andare ad incentivare il turismo,  in pratica come viene ripartito «Quello della gestione dei parcheggi è uno dei più bei risultati ottenuti da questa azione amministrativa, un obiettivo in cui ho creduto e per il quale ho lavorato sin da subito, così come tutta la maggioranza che lo ha fortemente voluto e sostenuto. I parcheggi a Loreto ‘vantano’ decenni di storia pressoché dolorosa. Quando ci siamo insediati non si aveva completa conoscenza dei reali volumi generati, non erano presenti analisi statistiche che potessero dare contezza della situazione economica, il gestore non pagava con regolarità. L’idea di gestire in house con la Loreto Multiservizi è vincente, ci consente di versare direttamente gli incassi in tesoreria, ogni settimana, con comprensibili vantaggi sul cash flow e, quindi, ci permette di ridurre enormemente le anticipazioni di cassa. È importante però fare chiarezza sulle cifre, anzitutto il 2017 si è chiuso con un incasso di circa € 726.000 a fronte di una spesa di circa € 240.000. Il precedente gestore, con la quale abbiamo interrotto i rapporti nei primi mesi del 2016, aveva un contratto che prevedeva il versamento di € 512.000 annue (iva inclusa), in sostanza il comune incassava € 420.000 netti contro i circa € 486.000 dell’attuale gestione. Nel 2017, rispetto al 2016, abbiamo aumentato la spesa dei capitoli di turismo e cultura di circa € 60.000 ai quali vanno aggiunti ulteriori € 70.000 nel 2018, per un aumento complessivo di spesa, dal 2016 al 2018, di circa € 130.000 annui. Le restanti somme sono state utilizzate dagli altri assessorati e vorrei che fossero loro ad illustrare le attività implementate con le somme indicate, in ogni caso mi risulta semplice evidenziare il grande lavoro svolto per il ritorno a Loreto di grandi personaggi artistici, musicali, teatrali, come anche l’importante lavoro fatto sulla promozione con la presenza sui principali network nazionali e, non ultimo, la rinnovata e consolidata presenza a livello internazionale con i principali santuari mariani d’Europa.»

Situazione edifici scolastici «Il capitolo sicurezza degli edifici scolastici è costantemente al centro delle nostre attenzioni, sintetizzare in poche righe tutti i lavori fatti nel 2017 per un valore vicino ai € 200.000 è veramente difficile. Due gli ambiti di intervento, il primo quello dell’adeguamento e messa a norma degli impianti al fine di ottenere il CPI (Certificato Prevenzione Incendi), il secondo quello degli studi di vulnerabilità sismica. In primis le scuole Marconi che, a dicembre 2017, sono state inserite nel secondo Stralcio di Piano per la ricostruzione degli edifici scolastici post sisma con il finanziamento di € 1.500.000; per procedere dovremo attendere che la regione fornisca tutte le indicazioni, questo significa che parlare di tempistiche in questo momento è pressoché impossibile.

Nel frattempo abbiamo affidato gli studi di vulnerabilità delle scuole Collodi (circa €8.000) e delle Lotto (circa €37.000), in anticipo sui tempi stabiliti dalla delibera di Giunta n.239 di novembre 2016, nella quale abbiamo stabilito il cronoprogramma degli immobili scolastici da sottoporre a verifica. Le attività volte alla messa a norma degli impianti sono state molteplici e trasversali a tutti i plessi, in particolare ci tengo ad evidenziare alcuni dei lavori svolti alle Lotto quali: l’incremento ed il miglioramento della sicurezza antincendio per un importo di €22.400 €, i lavori  per l’apertura ed il rifacimento scala per la realizzazione di un’uscita di emergenza supplementare per l’importo di € 16.000 circa, l’installazione dell’impianto di allarme antifurto per una spesa di circa €10.000.

Sempre per le scuole Lotto, a seguito della nostra richiesta di finanziamento, agli inizi di febbraio abbiamo ricevuto conferma dell’assegnazione di €50.000, da parte del MIUR, da destinare ad interventi per la messa in sicurezza dell’edificio scolastico. Nel 2018 finanzieremo, anche grazie al contributo di un privato, i lavori di adeguamento sismico delle scuole Collodi di Villa Musone, il progetto che stiamo ipotizzando prevede la costruzione di 2 torri dissipative agganciate all’attuale edificio.»

Progetti in cantiere per il futuro « In questi mesi primaverili verranno realizzati i lavori di asfaltatura e rifacimento di via Rosario, via Gatti, via Piana e, soprattutto, via Aldo Moro, circa €350.000 di interventi finanziati con il bilancio 2017. La nevicata ed il gelo di fine febbraio hanno messo a dura prova le nostre strade, che già non godevano di buona salute. Eseguiremo una ricognizione puntuale e predisporremo i progetti per intervenire sulle vie più critiche: Corso Boccalini è tra le priorità. Tra le novità merita di essere citata la volontà di realizzare la strada di collegamento tra la zona industriale di via Barca e via Manzoni, una necessità che non possiamo trascurare. Per quanto riguarda gli edifici sportivi dopo i lavori al Palazzetto dello Sport, al campo sportivo Salvo d’Acquisto (per il quale abbiamo chiesto finanziamenti al CONI) ed agli impianti Romolo Capodaglio, stiamo valutando la possibilità di sostituire il manto di erba sintetica del campo da calcetto degli impianti di Villa Musone e l’opportunità di ripristinare il fondo del campo da tennis ‘scoperto’ del circolo tennis di via Arturo Gatti.»

Giovanni Pespani

opinioni a confronto

4 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  22/03/2018 10:39  Anonimo727

    Scuole Marconi: possibile che un Sindaco e un Assessore non riescano a sollecitare la Regione per sveltire adempimenti burocratici cui non occorrono calcoli matematici da premio Nobel? Continuiamo con la politica del cerino? Oppure occorre assicurare qualche incasso a chi "ospita" le scuole elementari sfrattate dal terremoto del 2016?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  18/03/2018 11:31  emidio spina

    E’ molto bravo l’Assessore Marco Ascani e lo dimostra nell’articolo-intervista effettuata da Radio Erre.
    E’ bravo perché finalmente ha preso coscienza dell’inconsistenza delle Giunte precedenti (PIERONI – NICCOLETTI 1), le quali in 17 anni hanno portato Loreto al degrado totale.
    Volevo solamente che l’Assessore cortesemente spiegasse alcune cose a me risultate incomprensibili relative agli interventi descritti e cioè:
    - Quando si parla del fallimento dell’ascensore inclinato egli dice: “(omissis) il Ministero dei Trasporti tramite la Delegazione Pontificia ha concesso la somma di 350.000 euro …(omissis).
    DOMANDA: perché tramite Delegazione Pontificia??? Forse ancora Loreto risulta Stato Pontificio??? Cosa dice CIALDINI???
    - Parco della Rimembranza: fermo e chiuso da 17 anni. E’ vero che ci sono stati lavori, ma dal di fuori non si vede come possano cambiare le zone interne (tranne l’orribile copertura). Anche io ho ricevuto la stessa educazione dell’Assessore e quindi: ASCOLTO, VERIFICO, VALUTO senza preconcetti di sorta, ma proprio perché ascolto ho inteso con le mie orecchie parlare il Sindaco Niccoletti di un anfiteatro al posto di un sito di valenza storica.
    - Edifici scolastici: stendiamo un velo di pietà! Cosa dire??? La situazione è troppo chiara: il plesso Marconi (storico) chiuso, scuole con infiltrazioni d’acqua e presenza di muffe e fermiamoci qui.
    - Progetti in cantiere: anche qui c’è bisogno di un atto di fede. Loreto non ha più 100 metri di strada senza la presenza di buche (altro che Roma!) Il Corso Boccalini (Via d’accesso al Santuario) in completo disfacimento. Chi vivrà vedrà!!!

    Ambiente Partecipazione Solidarietà

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 2  13/03/2018 08:22  Guglielmo Papa

    Al di là di annunci di grandi opere (grandi...), ci vorrebbe qualcosa di più sul decoro cittadino considerato in tutta la sua complessità. da via Marche a Villa Musone, dalla stazione a Costa bianca, a Villa Costantina. I loretani meritano di vivere in maniera migliore anche se non abitano nel centro storico perchè non esiste solo il corso. A proposito: come va con la raccolta differenziata dei rifiuti? Sarà possibile vedere la diminuzione della tassa rifiuti oppure troverete una nuova scusa per lasciarla così?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  1   Rimuovi


  • 3  12/03/2018 20:15  Anonimo604

    Sarà troppo bravo l'assessore Ascani ?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  1   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
video e interviste di RadioErre su notiziemultimediali.it
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
18
09
2018
Primo allestimento di climbing urbano a Recanati, a cura dell’Associazione di Promozione Sociale Whats Art

Primo allestimento di climbing urbano a Recanati, a cura dell’Associazione di Promozione Sociale Whats Art

Sabato 22 settembre, al Parco dei Torrioni