Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Giugno 2018 »
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429

Lunedì, 12 Marzo 2018  Asterio Tubaldi  Stampa  499 

La barbarie della civiltà. Riflessioni sulla modernità nello Zibaldone di pensieri di Giacomo Leopardi

La barbarie della civiltà. Riflessioni sulla modernità nello Zibaldone di pensieri di Giacomo Leopardi

Interverrà la dott.ssa Fabiana Cacciapuoti curatrice dell’edizione tematica dello Zibaldone di Leopardi

Nell’ambito del progetto “Pomeriggi a Palazzo”  giovedì 15 marzo dalle ore 15,00 alle ore 19,00 nel salone del quarto piano di Palazzo Venieri, sede del liceo “G. Leopardi” di Recanati, si terrà la conferenza dal titolo “La barbarie della civiltà. Riflessioni sulla modernità nello Zibaldone di pensieri di Giacomo Leopardi”. Interverrà la dott.ssa Fabiana Cacciapuoti curatrice dell’edizione tematica dello Zibaldone di Leopardi e membro del Comitato scientifico del Centro Nazionale del Centro Studi Leopardiani.

Nel corso della conferenza verrà presentata la forma della scrittura dello Zibaldone, che la Cacciapuoti, responsabile dei manoscritti leopardiani custoditi all’Università Federico II di Napoli, ha ricostruito a partire dagli indici stabiliti dall’autore stesso. Inoltre sarà proposta a quanti interverranno la riflessione sul contributo che un “classico”, in questo caso il “nostro” Leopardi può offrire alla comprensione del presente.
L’iniziativa è aperta a tutti e sarà rilasciato l’attestato di partecipazione a  quanti  ne faranno richiesta.  I docenti di ruolo potranno iscriversi attraverso la piattaforma on line del MIUR S.O.F.I.A (codice n. 13357) oppure accedendo al sito del ,liceo Leopardi  http://liceorecanati.gov.it.

 

 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
teatro instabile