Stampa questa pagina

Venerdì, 16 Marzo 2018 16:42  Asterio Tubaldi  2188 

Per Adolfo Guzzini il sequestro del "padiglione delle esposizioni’ di Norcia è un atto incomprensibile.

Per Adolfo Guzzini il sequestro del "padiglione delle esposizioni’ di Norcia è un atto incomprensibile.

 
   

Dichiarazione a cura di Adolfo Guzzini, Presidente Nazionale IN/ARCH
 


Recanati, 16 Marzo 2018

 

In relazione al sequestro del ‘Padiglione delle Esposizioni” di Norcia, progettato dall’arch. Stefano Boeri, si rilascia la seguente dichiarazione a cura di Adolfo Guzzini, Presidente IN/ARCH.

 

“Per l’Istituto Nazionale di Architettura il sequestro del ‘padiglione delle esposizioni’ di Norcia progettato dall’arch. Stefano Boeri è un atto incomprensibile.

Quanto accaduto è sintomatico dei paradossi della normativa urbanistica italiana: un coacervo di leggi, regole, vincoli contradditori che paralizzano i processi virtuosi di trasformazione del territorio mentre non impediscono la realizzazione di scempi dei nostri paesaggi e delle nostre città.

 

L’edificio di Norcia è un’opera di Architettura di qualità, attenta ai valori paesaggistici del contesto e che ha saputo interpretare la flessibilità e la temporaneità costruttiva della prefabbricazione in legno rispondendo con intelligenza al programma funzionale all’origine dell’intervento.

 

Questa vicenda testimonia come in Italia il sistema normativo sia diventato, per molti aspetti, del tutto astratto ed autoreferenziale, senza più alcuna attenzione al merito delle scelte di intervento sul territorio.

 

Per l’IN/ARCH il centro polivalente di Norcia, al di là delle interpretazioni normative, non può essere in alcun modo considerata un’opera ‘abusiva’ ma, al contrario, un raro esempio virtuoso di realizzazione di un’Architettura - una volta tanto - in tempi rapidissimi, con una attenzione alla qualità dell’opera e con un alto valore civile e solidale.

 

L’In/arch si augura che possa essere presto chiarito l’equivoco che ha condotto al sequestro e che l’edificio possa essere restituito alla comunità di Norcia.”

 

Adolfo Guzzini

Presidente IN/ARCH

 


 

 

opinioni a confronto

8 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!