Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Venerdì, 04 Maggio 2018 22:42  Asterio Tubaldi  Stampa  1384 

Ecco come sarà la nuova illuminazione al Colle

Ecco come sarà la nuova illuminazione al Colle

Il Comune di Recanati in collaborazione con iGuzzini valorizza il Parco del Colle dell’Infinito e presenta il nuovo progetto di illuminazione intelligente

 

Uno dei luoghi più suggestivi di Recanati si trasforma in un percorso emozionale e interconnesso che celebra le magiche atmosfere descritte da Giacomo Leopardi nelle sue opere

 

Recanati, 6 maggio - Il Comune di Recanati in collaborazione con iGuzzini presenta l’innovativo progetto di riqualificazione del parco urbano e di luce intelligente per il Colle dell’Infinito, uno dei luoghi che meglio rappresenta l’eredità romantica del celebre poeta marchigiano. Realizzato nel 1937, in occasione del centenario della morte del poeta, il Parco è al centro di un ampio intervento che vede protagonisti da un lato l’innovativo progetto d’illuminazione, donato da iGuzzini, dall’altro il progetto di rigenerazione botanica curato dallo spin-off dell’Università Politecnica delle Marche C.Re.Ha. nature.

Il progetto, fortemente voluto dal Comune di Recanati e finanziato con fondi MiBACT, trova la sua massima espressione nella nuova regia luminosa progettata dal tre volte premio Oscar Dante Ferretti e resa possibile grazie alle soluzioni tecnologiche messe in campo da iGuzzini. L’azienda recanatese, ricorrendo all’impego di apparecchi LED regolabili DALI, sviluppa una nuova applicazione di luce intelligente, che nell’immediato futuro trasformerà il parco in un luogo interconnesso dove ogni punto luce rappresenta un “nodo intelligente” che tramite le tecnologie Bluetooth Low Energy e beacon consentirà ai visitatori di ricevere informazioni utili tramite app.

L’intervento illuminotecnico, realizzato con apparecchi a LED di ultimissima generazione, valorizza il luogo, ricreando una luce artificiale in grado di esaltare l’emozione notturna della luce lunare. Con il supporto degli apparecchi iGuzzini, Dante Ferretti ha progettato una luce scenografica dalle caratteristiche cromatiche del plenilunio e poetica, filtrata dalle chiome degli alberi, che omaggia le atmosfere magiche cantate da Giacomo Leopardi nella celebre poesia “Alla Luna”.

Triplice l’obiettivo dell’intervento illuminotecnico: abbattere i consumi energetici del precedente impianto; incrementare la sicurezza e il comfort dell’area e disegnare un paesaggio notturno vicino allo spirito leopardiano del luogo.

A partire dal mese di giugno, il sistema di illuminazione sarà integrato con funzioni accessorie di sicurezza, connettività Wi-Fi, alimentazione per dispositivi mobili - che saranno installate negli apparecchi di illuminazione. Sistemi specifici di monitoraggio delle condizioni ambientali e della vegetazione, installati sull’impianto, favoriranno invece la conservazione e lo sviluppo delle specie vegetali e animali presenti.

 

“È una grande emozione presentare la prima parte di un progetto di messa in sicurezza e riqualificazione del Colle atteso da tempo. Un luogo che, coniugando il pensiero di Giacomo Leopardi e il genius loci per la crescita culturale, sociale ed economica del territorio diventa di una straordinaria modernità. Il Colle d’altra parte è storicamente un simbolo della Città ed ha un suo significato sia di appartenenza per chi vi abita sia di riconoscimento per coloro che vengono a visitare Recanati”.

Francesco Fiordomo, Sindaco del Comune di Recanati

 

 

 

 

“Nella riqualificazione del Colle dell’Infinito la DEA ha avuto un ruolo indubbiamente importante sulla nuova illuminazione. I punti luce presenti nel Parco utilizzano la moderna tecnologia del led e sono gestiti individualmente, ciò vuol dire che sono modulabili e consentono un intervento singolo sul palo: ecco quindi la possibilità di realizzare con questa eterogenea gestione un gioco di luci che offre sul Colle effetti particolari in un luogo speciale.

Il discorso del led era stato avviato dall’Azienda con la gestione della pubblica illuminazione, con l’obiettivo di ottenere un risparmio energetico; nel caso del Colle poter aver messo la firma come DEA in questo importante intervento è motivo di orgoglio e prestigio”.

Massimo Corvatta, Presidente Dea Elettrica Adriatica SpA

 

 

 “Siamo davvero orgogliosi di aver contribuito concretamente alla riqualificazione di un luogo così rappresentativo per la nostra città natale. Grazie al prezioso sostegno del Comune di Recanati, a cui siamo legati da un solido rapporto di collaborazione e stima reciproca ormai ventennale, abbiamo messo ancora una volta la nostra tecnologia al servizio della collettività, trasformando il Parco dell’Infinito in uno spazio davvero emozionante e a misura d’uomo”.

Adolfo Guzzini, Presidente di iGuzzini illuminazione

 

 

“Quello che ho voluto sottolineare è il contrasto romantico tra la luce lunare e quella artificiale che illuminano contemporaneamente la città, i suoi vicoli, le sue piazze, i suoi monumenti e le sue strade, fino ad arrivare al Colle dell’Infinito. In questo luogo era impossibile non provare a fare dei paralleli con la vita di uno dei suoi cittadini più illustri, quindi abbiamo provato a creare una luce poetica che spero possa valorizzare la bellezza dei luoghi leopardiani”.

Dante Ferretti, scenografo, tre volte premio Oscar

 

 

SPECIFICHE DELL’IMPIANTO D’ILLUMINAZIONE

Le soluzioni scelte da iGuzzini, mix perfetto di tecnologia ad alta efficienza energetica, design innovativo e cura del dettaglio, ridisegnano gli ambienti del parco dell’Infinito nel pieno rispetto del suo forte carattere identitario. Gli iconici apparecchi su palo Fiamma, design di Michele De Lucchi, segnalano gli ingressi al parco, mentre il viale principale che fiancheggia viale Colle dell’Infinito è illuminato da apparecchi su palo Twilight, che garantiscono un’illuminazione uniforme del piano orizzontale, coniugando risparmio energetico e abbattimento dell’inquinamento luminoso. L’effetto di illuminazione ‘lunare’ sulla chioma degli alberi del viale è inoltre reso possibile dall’applicazione di apparecchi Woody WGB.

I Bollard iWay in doppia versione da 610 e 250 mm, illuminano con luce radente al suolo rispettivamente il percorso che fiancheggia le mura occidentali del Convento di Santo Stefano e i percorsi secondari a carattere paesaggistico. Sistemi di proiettori Palco InOut, dal design minimale e compatto e ottiche con tecnologia Opti Beam, delineano il profilo delle mura del Convento e del cenotafio. Light Up Earth con ottica simmetrica Medium orientabile illuminano dal basso le chiome dei sempreverdi, mentre incassi a terra Light Up Earth effetto wall washer, muniti di controcassa, illumineranno in una seconda fase l’esedra di via monte Tabor. Il sistema di illuminazione del parco viene completato da proiettori Woody e MaxiWoody, a cui è affidata, tra le altre, l’illuminazione del poggio dell’Infinito e della nota epigrafe dedicata all’ermo colle di leopardiana memoria.

opinioni a confronto

11 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  22/05/2018 18:17  Anonimo456

    Per Salvatore. Ma come ci pensa a dire che a Recanati le strade di periferia non vanno bene? Quelle di periferia e quelle di campagna in particolare sono moooolto emozionali, da brivido. Si rischia quotidianamente la pelle a percorrerle....però può essere un buon allenamento per il rally Parigi Dakar.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  20/05/2018 07:55  Anonimo332

    Se non si investe nella e sulla montagna, la montagna prima o poi ci viene a trovare sotto forma di frane, smottamenti, acque inquinate, inondazioni, fiumi che straripano etc. Prendiamo esempio dal Trentino dove la montagna sanno gestirla da un punto di vista geologico, agricolo, turistico e sociale.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 2  06/05/2018 13:50  Anonimo410

    Anonimo790
    Che potrà dire mai il Movimento cinque stelle?
    Non fare sempre lo sbruffone, per la tua campagna d'odio nel citare continuamente, per la tua inconsapevole campagna pubblicitaria che fai a loro gratuitamente, il Movimento 5 stelle ti ringraziano sentitamente, perchè con il tuo odio non fai altro che alimentare sempre più la voglia di votarli!
    Ricordandoti inoltre che: Fiordomo se ha ottenuto ed avuto per fare è soltanto perchè si è trovato sempre in circostanze fortunate a differenza della Raggi, i 40 milioni di finanziamento ottenenuti dal governo amico regnante a suo tempo Pd Renzi, tramite il Ministro dei beni culturali Franceschini Pd che era in visita in codesti luoghi parlar.
    Ora mi chiedo: viste le ultime elezioni politiche dato in che modo è caduto Renzi e tutto il Pd e visto chi ha ottenuto gli eccellenti risultati, tu pensi ancora che Fiordomo continuerà a trovarsi nelle sue circostanze cosi fortunate?
    Mi sa tanto caro mio che ti aspetterà un lungo periodo di grandi rosicate!
    Ti ricordo ancora che se a Di Maio non riesce a fare un Governo non per colpa sua, ma per colpa è del rosatellum voluto dal Pd che porta inevitabilmente a questa situazione.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 3  06/05/2018 09:55  Anonimo992

    16:42
    Ma quali soldi sottratti ai terremotati,quali?
    Le marche se non valorizzano quelle quattro realtà che portano presenze e turismo sono morte!
    Inutile ristrutturare Visso,Ussita nell'entroterra quando fino a ieri nessuno ha mai investito neanche i sindaci di quelle realtà hanno mai preso in considerazione le potenzialità turistiche dei Sibillini!
    Ci fu solo negli anni '80 una lungimiranza con la costruzione ad Ussita del palaghiaccio più grande d'europa ma la realizzazione finì lì come un enorme cattedrale nel deserto che mai è stata presa in considerazione per eventi di carattere internazionale!
    Qua parliamo di borghi fantasma abitati tre mesi d'estate e una settimana a natale il resto dell'anno è un mortorio!
    Vogliamo investire la?
    Per quale tornaconto?
    Una volta a Castel Sant'Angelo sul nera c'erano 60000 pecore e c'era un economia oggi se c'è ne sono 700 sono tante!
    Una volta prima del terremoto del '97 a Visso c'era il Park Hotel,reso inagibile da quel sisma fino ad oggi nessuno ci ha investito,te lo sei chiesto il perché?
    Oggi si parla di demolizione per crearci una realtà che ospiti le attività produttive!
    Oggi!
    Ieri qualche investitore non lo si è trovato perché la realtà è morta!
    Vogliamo parlare di Bolognola,Pintura,vai a Pintura e vedi che degrado che c'è oggi e ieri!
    O la via del Farnio!
    Se si è investito sul Colle ben vengano quegli investimenti perché pensare di vivere con l'industria oggi con la globalizzazione è una sfida enorme l'Italia ha il patrimonio culturale da offrire al mondo e per offrirli e ospitare chi viene a vederli occorre investire!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  4   Rimuovi


  • 4  05/05/2018 19:11  Anonimo954

    8.000.000 di euro che ne dice?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  5   Rimuovi


  • 5  05/05/2018 18:56  Anonimo319

    ... e i soldi per l'ospedale non si trovano, vero????

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  6   Rimuovi


  • 6  05/05/2018 16:42  Anonimo401

    Dalla prima fotografia si evince che è un'EMERITA SCHIFEZZA
    per la megalomania di qualcuno che sa solo sprecar tutti i soldi sottratti dalle tasche dei terremotati che ancora dal 2016 aspettano la ricostruzione!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  8   Rimuovi


  • 7  05/05/2018 15:51  Salvatore

    Si ... tutto molto pittoresco ed emozionale ma ...
    Speriamo che quando avrete finito con il colle dell' infinito
    metterete mano alle strade della periferia perché percorrerle non è affatto emozionale.
    Oppure ... volete emulare anche i percorsi che cerano nell' ottocento.
    Sarebbe molto pittoresco li mor£$%@#!/?!#@

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  6   Rimuovi


  • 8  05/05/2018 14:01  Anonimo819

    Tutto molto bello ma, considerato che sono nonni, mamme e bambini ad usufruire durante la giornata di un parco che è stato fortemente privato dell'ombra dei suoi alberi, a chi e a che cosa serve tutta questa sceneggiata notturna?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  7   Rimuovi


  • 9  05/05/2018 09:09  Anonimo973

    Mettete da parte questa presentazione e ci risentiamo fra cinque anni.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  5   Rimuovi


  • 10  04/05/2018 23:09  Anonimo790

    Che dice il Movimento cinque stelle?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    13  9   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
15
11
2019
Il Villa Musone stende lo Staffolo in Coppa, ora cerca punti in casa della Labor Santa Maria Nuova

Il Villa Musone stende lo Staffolo in Coppa, ora cerca punti in casa della Labor Santa Maria Nuova

Buona prova dei giallo blu che mantengono accesa la speranza per il passaggio del turno

14
11
2019
Dobbiamo pensare partita per partita, parola al centrocampista Marco Raparo della Recanatese

Dobbiamo pensare partita per partita, parola al centrocampista Marco Raparo della Recanatese

Il punto dopo il primo segno x stagionale contro il Pineto, domenica il derby con la Sangiustese

13
11
2019
Doppietta di Pigliacampo, al Loreto l'andata dei quarti di Coppa Marche contro il Chiesanuova

Doppietta di Pigliacampo, al Loreto l'andata dei quarti di Coppa Marche contro il Chiesanuova

Uno - due nel secondo tempo, buon bottino in vista del return match

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür