Stampa questa pagina

Mercoledì, 16 Maggio 2018 18:40  Asterio Tubaldi  432 

SOTTOPASSO VILLA BERGHIGNA: LORETO LIBERA SOLLECITA INTERVENTI

SOTTOPASSO VILLA BERGHIGNA: LORETO LIBERA SOLLECITA INTERVENTI

chieste spiegazioni sulla situazione e sull'incontro tra i comuni di Loreto, Porto Recanati e le Ferrovie dello Stato.

In una lettera indirizzata all'assessore ai Lavori Pubblici e al Sindaco di Loreto, la Civica Loreto Libera chiede aggiornamenti sulla situazione del sottopasso di Villa Berghigna. I consiglieri Cristina Castellani e Gianluca Castagnani, consapevoli del fatto che è in atto l'affioramento di una falda acquea superficiale, nutrono timori per la sicurezza di pedoni, ciclisti e aumobilisti oltre che per la stabilità di uno dei due "piloni" della ferrovia ormai intriso totalmente d'acqua nella sua parte centrale.

Ecco il testo della comunicazione inviata dai consiglieri comunali Cristina Castellani e Gianluca Castagnani.

oggetto: sottopasso via Villa Berghigna SP 123 (Sorbelli) – Richiesta aggiornamenti sul ripristino delle condizioni stradali e comunicazioni in merito alla sicurezza del ponte ferroviario.

In riferimento all'oggetto, i sottoscritti consiglieri comunali,

Tentuto conto della riunione della Terza Commssione Consiliare Permanente del 24 aprile 2018 e delle comunicazioni effettuate dal competente Assessore ai LL.PP., con la presente,

  • considerato l'aggravamento della situazione relativa al manto stradale dovuto all'affioramento di una "vena d'acqua" e al deterioramento del muro relativo ad un pilastro del ponte medesimo,
  • tenuto conto della necessità della messa in sicruezza di automobiisti, ciclisti e pedoni che percorrono la via in direzione mare e viceversa,
  • considerato che, pur non essendo competenza del Comune di Loreto, quest'ultimo è chiamato in causa assieme al Comune di Porto Recanati dalla Società RFI – Ferrovie Italiane, in sede di "conferenza di servizi" per la discussione della problematica e la ricerca di cause e soluzioni,

CHIEDONO

di essere aggiornati sullo stato di fatto, se dalla data summenzionata si sono avuti ulteriori incontri e quali determinazioni sono scaturite in merito. Si chiede al contempo se il Comune è informato sulla situazione del pilone in cemento che si sta "deteriorando" per le infiltrazioni d'acqua.

Allo stesso tempo si chiede all'assessore di relazionare in Consiglio Comunale su quanto chiesto nella presente lettera.

Cristina Castellani Gianluca Castagnani

 

opinioni a confronto

1 commento