Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Venerdì, 25 Maggio 2018 21:19  Asterio Tubaldi  Stampa  968 

Recanati: il sindaco Fiordomo sui lavori e sui fondi per il terremoto

Recanati: il sindaco Fiordomo sui lavori e sui fondi per il terremoto

ascolta l'intervista

Caos viabilità in città specie per la chiusura di via Cesare Battisti la sede stradale è crollata per il cedimento di una grotta sotterranea e una fogna mal funzionante. “Ci scusiamo per il disagio alla viabilità”, dice il sindaco Fiordomo e riferendosi ad altri cantieri presenti in città precisa che “questi interventi sono necessari e sono da fare. Quando non ci sono i lavori si dice che l’amministrazione non fa niente ma poi quando i lavori si fanno sono inevitabili alcuni disagi. Le manutenzioni, però, sono quelle che evitano il verificarsi di situazioni di emergenza.”

Il cantiere aperto sino a pochi giorni fa lungo la Bretella a quale lavoro si riferiva?

“Alla sistemazione di circa un chilometro dell’acquedotto cittadino che risale agli anni ’50. Così l’impianto è più sicuro, abbiamo tolto le tubazioni che passavano sotto le case, specie a Porta Marina, c’è meno dispersione idrica e una maggiore qualità dell’acqua. Inoltre in caso di rotture i due serbatoi sono collegati in modo da non avere mai problemi”.

Sindaco come procedono i lavori per il Palazzo Comunale?

“Per il 29 giugno, in occasione delle celebrazioni leopardiane, sarà completamente riaperta la parte nobile del palazzo, in particolare l’Aula Magna e la sala consiliare e riprenderemo, quindi, a svolgere qui tutta l’attività istituzionale comprese le sedute del Consiglio Comunale e i matrimoni. L’estate ci servirà per fare gli ultimi ritocchi, il cablaggio della rete e il trasloco e a fine settembre si sposteranno anche tutti gli uffici liberando, quindi, la sede provvisoria di via Enrico Mattei”.

C’è stata molta polemica sulla pioggia di fondi giunti in città a scapito, si è detto, delle zone terremotate. E’ vero?

“E’ una cavolata, per non dire peggio, una bugia colossale che detta da un consigliere comunale è ancora più grave. Il Colle dell’Infinito è stato recuperato con il finanziamento del Mibac per i recuperi culturali e quindi non ci azzecca niente con il terremoto così come i lavori all’orto delle suore sono finanziati con i fondi del Fai. Poi ci sono i fondi per il dissesto idrogeologici per il consolidamento del colle dell’Infinito: sono fondi del Ministero dell’Ambiente che utilizza a sua volta finanziamenti europei e anche qui non ci azzecca niente i fondi del terremoto. Il palazzo comunale viene recuperato con i fondi della polizza assicurativa che il Comune aveva sottoscritto: nessuno ha tolto niente ad altri. Abbiamo ricevuto per il terremoto, come tutti i comuni sia dentro che fuori il cratere, finanziamenti per il recupero del municipio che io lascio al mio successore per continuare a migliorare il palazzo comunale. Insieme a questi sono arrivati i soldi per la scuola Gigli e quelli per l’Istituto Professionale che gestirà la provincia”.

Allora perché le cose stentano ad andare avanti?

“Il problema del terremoto non è quello dei fondi perché di soldi c’è n’è una valanga grazie all’Europa e al governo: il problema è che questi soldi non vengono spesi. Forse quello che da fastidio è che l’Amministrazione Fiordomo ha un certo pragmatismo e concretezza per cui le cose le facciamo, non stiamo lì a chiacchierare. Se non ci fossimo rimboccati le maniche, decidendo di intervenire anche con fondi nostri grazie alla polizza, e avessimo seguito le procedure del terremoto il palazzo comunale sarebbe stato riaperto fra 10 anni così come la chiesa di San Francesco e quella di San Vito. Invece noi ci siamo assunti le nostre responsabilità, abbiamo rischiato, ci abbiamo messo passione, impegno, progetti e testa”.

Ma alla Gigli ancora il cantiere non è aperto.

“E’ vero, i progetti che stanno più indietro sono proprio quelli che stanno all’interno del filone della ricostruzione del terremoto. Io posso garantire che alla Gigli, se l’avessimo gestita in proprio, i lavori sarebbero stati già iniziati ma c’è da rispettare una procedura farraginosa e ci vuole tempo”.

opinioni a confronto

1 commento

  • 0  03/06/2018 01:58  Anonimo274

    "Il Colle dell’Infinito è stato recuperato" ??? Ma se l'avete solo distrutta per sempre la siepe leopardiana. E' un'indecenza, Leopardi si rivolta nella tomba !!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

02
03
2020
Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Si riprende dalla giornata sospesa nell'ultimo week end dall'Eccellenza in giu'

01
03
2020
Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Non basta il gol di Pezzotti ai giallo rossi che scivolano a meno 7 dalla vetta

28
02
2020
Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

In serie D girone F nessuna gara rinviata, giallo rossi di scena al Della Vittoria alle 14,30

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür