Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Sabato, 09 Giugno 2018 15:30  Asterio Tubaldi  Stampa  1227 

IL MERCATO CI TOGLIE FIDUCIA, LA LINEA NO EURO HA EFFETTI NEGATIVI

IL MERCATO CI TOGLIE FIDUCIA, LA LINEA NO EURO HA EFFETTI NEGATIVI

Nota del segretario PD di Recanati Andrea Marinelli

E’ bastata un’intenzione, seppur scritta, di uscire dall’Euro, nell’ormai noto contratto giallo-verde, a quantificare e concretizzare la tensione finanziaria che il Paese corre. Il termometro che ci misura la febbre oggi dice che l’Italia è stata superata dalla Grecia in tema di titoli di stato. Una constatazione amara e pesantissima. In soldoni un Bot, a parità di durata, rende maggiormente rispetto ad uno strumento simile emesso in Grecia ed è dunque più rischioso sottoscriverlo.

Siamo la cenerentola di tutta l’area Euro. Sono 38 i miliardi che gli investitori, istituzionali e privati, hanno dislocato dal bel Paese. Fonte “corriere della sera”. La spiegazione, oltre all’incertezza che fa da padrona, è la totale assenza di ancoraggio che gli investitori cercano e la confusione da parte di esponenti di spicco  della Lega (Borghi e Bagni, quest’ultimo possibile sottosegretario all’economia) che prima hanno invocato la cancellazione del debito e poi chiesto alla BCE interventi ad hoc sui nostri titoli per fermarne l’instabilità.

Se l’idea era quella di “spostare” il debito in avanti per finanziare le promesse della campagna elettorale allora s’intende la miopia di chi è ai posti di comando. In pratica si dovrebbero rendere non esigibili i titoli in scadenza in modo da evitare il rimborso ed un conseguente rinnovo a tassi peggiorativi per chi vende (in questo caso l’Italia). Cosa che si potrebbe applicare al massimo sugli investitori istituzionali, impensabile proporlo ai risparmiatori. Verificata dunque l’infattibilità del tutto, il tandem Di Maio-Salvini ha un ulteriore gravoso problema a cui far fronte: lo spettro dell’ingigantimento degli interessi sul debito pubblico.

Spetta dunque al PD, attraverso un’opposizione costruttiva davvero, ad indicare la strada per correggere il tiro. E’ necessario intervenire senza esitazioni. Lo dicono i numeri.

opinioni a confronto

25 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  11/06/2018 20:19  Anonimo502

    "L'Unione europea dovrebbe avviare un processo di decentramento che restituisca ai Paesi membri spazi di manovra."
    "L'EURO? E' STATO UN ERRORE"
    CITAZIONI DEL NOBEL ALL'ECONOMIA 2016 OLIVER HART.
    Secondo voi chi è più credibile? Un'esimio PREMIO NOBEL oppure un Professore di letteratura al servizio dell'establishment europee che s'improvvisa professore di economia?
    Per me farebbe meglio ad evitare questi disperati al quanto inutili comunicati, solo perdite di tempo.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  2   Rimuovi


  • 1  11/06/2018 14:18  Anonimo212

    13:10
    Ahahahah!!
    Chi sei Fusaro?
    ahahahahah!!
    Quindi l'Italia deve abbandonare le politiche liberiste e andare verso una social-democrazia statalizzando le aziende magari ricreare l'Iri ma hai studiato un po di storia economica del paese e saprai come erano i bilanci di Iri,Olivetti,Sip l'attuale Alitalia aooo!! ma stai scherzando?
    Lo stato deve restare fuori dalle scelte che fanno gli industriali!!
    Lo stato deve abbattere la spesa pubblica improduttiva che per anni la social-democrazia ha fatto indebitando lo stato!!
    Lo stato deve abbandonare il ministero dello sviluppo economico perché è una cosa che non esiste in nessun paese occidentale e se andiamo a guardare quanti tavoli di crisi si sono risolti la percentuale è minima se non nulla!!
    Lascia perdere la filosofia chi ha studiato filosofia il modo per guadagnarsi la pagnotta lo ha avuto insegnando o scrivendo utopie irrealizzabili alla Fusaro.
    E se il mercato interno non è in grado di sostenere la propria produzione sarà che non siamo energeticamente autonomi sarà che abbiamo una pressione fiscale enorme per sostenere scelte social-democratiche assistenziali del passato e sarà che non abbiamo materie prime.
    L'Italia è il primo fornitore della Germania e a noi deve interessare che vada bene la Germania per andar bene noi il resto è aria fritta!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  1   Rimuovi


  • 2  11/06/2018 13:10  Anonimo578goldsmith

    La richiesta di investimenti esteri e l'esportazione come ricerca di capitalizzazione monetaria sono processi tesi a deindustrializzare lo Stato.
    In entrambi i casi si vogliono risolvere i problemi legati alle partite estere non rendendosi conto che queste politiche sono quelle portate avanti da Monti impoverendo il tessuto sociale Italiano che non ha potuto acquisire
    la produzione interna.
    Lo stato Italiano deve abbandonare le politiche liberiste europee e ritornare a politiche socialdemocratiche di intervento dello Stato nell'economia con la creazione di una simil IRI che supporti ed indirizzi la politica economica italiana.
    Per poter fare questo cambio politico ,l'unica soluzione è il ritorno ad un ruolo dello stato che non può far meno di una banca pubblica nazionale.
    La moneta non cresce sugli alberi ma va creata in maniere responsabile e funzionale allo sviluppo del Paese.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  4   Rimuovi


  • 3  11/06/2018 12:27  Anonimo921

    mi sa che il prossimo anno non diventerai sindaco! Per il PD brutta aria!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  0   Rimuovi


  • 4  11/06/2018 11:13  Anonimo624

    MARINELLI-FIORDOMO-CORVATTA
    se fosse vero che esiste un accordo tra queste figure credo proprio che la fine del mondo sia vicina.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  0   Rimuovi


  • 5  11/06/2018 10:57  Anonimo399goldsmith

    Il problema di fondo che non si vuole affrontare è il meccanismo della creazione monetaria. Si è demandata alle banche che sono delle scatole vuote e creano debito senza avere alcun asset al loro interno.Dal 1971 con il fallimento del Gold Standard voluto la Nixon, per l'insostenibilità delle sue politiche imperialistiche, il valore del denaro è dato dalla credibilità di un paese di ripagare il suo debito.Quale credibilità può avere uno stato come l'italia che ha demandato ad una banca comunitaria le sue politiche monetarie.Per di più in un area economica a diverse velocità che esprime nello spread l'indicatore del fallimento di tale costruzione politica.
    Bisogna pertanto capire che la creazione del denaro è solo una scelta politica, che il denaro non è un bene finito e che la creazione ottimale dello stesso è quella idonea a sopportare la produzione di un singolo paese, per evitare inflazione e sopratutto deflazione che ha portato l'Italia a sopperire con una nefasta esportazione, che non è altro che la prova dell' impossibilità del mercato interno di sostenere la propria produzione.
    Bisogna pertanto o fare un passo avanti per un integrazione economica e politica dell'Europa o abbandonare tale nefasto sistema ordo liberista che continua ad impoverire sempre più questa nostra povera Italia.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  5   Rimuovi


  • 6  11/06/2018 09:16  Anonimo550

    A quanto sembra i 5 stelle stanno calando!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  1   Rimuovi


  • 7  11/06/2018 06:42  Anonimo251

    16:24
    Dimentichi i miliardi persi nel 2011 con lo spread!!!!!
    Eravamo pil sotto zero!!!!!!
    E dal 2011 ad oggi c'è stata la capitalizzazione degli interessi!!
    Capra!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  0   Rimuovi


  • 8  10/06/2018 23:39  Anonimo689

    Il problema vero è che il PD ha tradito i suoi elettori e ha perso totalmente di credibilità. Se siamo arrivati a Conte, servo di due padroni, che sembrano ognuno fisso su un problema (gli immigrati l'uno e i vitalizi l'altro) perdendo di vista (e anzi non avendo mai visto) l'insieme delle cose che dovrebbero governare, purtroppo è "merito" del PD, che aveva i numeri per governare bene, ma che si è fatto trasportare dalla coppia Renzi-Maria Etruria, mostrandosi arroganti persino di fronte a quanti nel loro stesso partito cercava di fargli capire che avrebbero dovuto essere più vicini ai problemi degli Italiani. E adesso come si fa a dare fiducia a un partito che nemmeno riesce a fare autocritica e che si presenta con gli stessi uomini (e persino la stessa arroganza) che ha distrutto un grande partito con danni per tutti gli Italiani, che adesso sono in mano a due "ragazzotti"che si improvvisano statisti e longimiranti esperti in politica, e che sono in disaccordo su quasi tutto, meno sul fatto che non è il caso di farsi sfuggire le poltrone!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  3   Rimuovi


  • 9  10/06/2018 20:36  Anonimo461

    Ho paura che rimpiangeremo fiordomo se questo diventerà sindaco

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  1   Rimuovi


  • 10  10/06/2018 19:38  Anonimo758

    20:04
    Ahahahahahah!!
    Il Giappone mi paragoni?
    Il Giappone ha oltre il 95% del debito comprato dai Giapponesi ma...ma...i Giapponesi sono gente onesta,organizzata,precisa e imprenditoriale!!!!
    Pensa che con il terremoto hanno rifatto le infrastrutture in pochi mesi!!!
    Gli Italioti secondo te dovrebbero dar fiducia,comprare debito ad uno stato che per fare la Salerno Reggio Calabria ha messo vent'anni ed è ancora cantiere?
    Dovrebbero prestare i soldi ad uno stato che ogni mese deve pagare pensioni con metodo retributivo?
    Dovrebbero prestare soldi ad un paese che in tutti i modi possibili vuol tenere Alitalia Italiana con voragini di bilanci e contratti sindacali insostenibili?
    Meglio che li comprino all'estero i titoli di stato!!!
    Eppoi secondo te perché dovremmo indebitarci ancora di più proponendo interessi più alti agli Italiani?
    Eppoi se va male come ora e tutti gli Italiani vendono i titoli per paura del default che potere hanno gli Italiani piccoli investitori nei confronti dello stato se è insolvente?
    No...no...non ci siamo!!!!
    L'UNICO MODO PER RIDURRE LA DIPENDENZA DAI MERCATI STA NEL RIDURRE IL DEBITO E LO RIDUCI TAGLIANDO LA SPESA PUBBLICA IMPRODUTTIVA E SERVIZI CHE ORMAI SONO OBSOLETI IN MANO AL PUBBLICO!!!
    Solo così hai meno debito e sei meno esposto ai mercati con la conseguente ripresa di pil dovuto alla minore tassazione!!!
    Il Pd è andato su nel 2013 appena usciti dal vortice della crisi ed è ovvio che con un pil sotto zero ereditato da Tremonti non si poteva ne fare deficit e ne fare spesa pubblica per il welfare.
    Ricordiamoci come eravamo ridotti nel 2011 ricordiamocelo!!!!
    L'imu doveva entrare nel 2013 con la legge del federalismo fiscale e Monti la anticipò,vennero messe accise sulla benzina,ricordiamoci il salva Italia con bolli sui conti deposito e conto corrente aumentati,blocco perequazione sulle pensioni da 3 volte il minimo a 6 volte il minimo,tassa di diporto improponibile che ha desertificato i porti italiani,super bollo per i bolidi sopra tot kw ecc.
    Il tutto perché lo spread era arrivato a 575 punti base!!!
    Volete tornare a quei tempi?
    E quando si naviga in quelle acque meno si protesta e meglio è!!!
    Adesso aspettiamo l'autunno quando termina il Qi e la Bce non comprerà più i nostri titoli voglio vedere Di Maio e Company nel destreggiarsi a rendere il paese più appetibile per gli investitori!!
    18:53
    Sei stufo stra stufo cosa ti è successo?
    Renzi e Gentiloni non ti hanno messo nessuna tassa,anzi ti hanno tolto l'imu sulla prima abitazione il paese ha un disavanzo e i conti sono in ordine che ti manca?
    Lo so vuoi il reddito di cittadinanza o la pensione a 57 anni forse hai sbagliato paese in quanto sei capitato in un paese con oltre 2300 miliardi di debito pubblico e che non fa pil!!
    Mi dispiace per te e ti do un consiglio lascia perdere la venerazione per Di
    Maio che quando ti deluderà perderai fiducia nella politica!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  5   Rimuovi


  • 11  10/06/2018 16:24  Anonimo374

    Sentire gli esponenti del PD da quelli nazionali (Martina,Del Rio ecc) a quelli locali come Marinelli, è una cosa penosa. quando Marinelli dice che L'Italia è la cenerentola dell"Europa, non penserá che è colps di Salvini - Di Maio e non della sinistra che ci ha governato dal 2011 al 2018 aumentando il debito pubblico di più di 300 miliardi e affossando l'economia con l'aumento pauroso del precariato. Cercate di non spargere il terrore e collabotate (con umiltá e non con presunzione) a salvare quedto paese.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  4   Rimuovi


  • 12  10/06/2018 14:47  Anonimo324

    Se questo sarà il candidato sindaco.....l' opposizione si impegni fin da ora a preparare la festa per la vittoria ....

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  0   Rimuovi


  • 13  10/06/2018 12:22  Anonimo578

    Ancora con questi comunicati insopportabili, rosicanti piagnistei dei pidiocrati, di quelli che sempre dicono hanno saputo far tutto bene solo loro.
    Intanto diciamo che i governi Renzi e Gentiloni se hanno fatto quel pochissimo non certo per i loro meriti, ma solo grazie ad un Signore che si chiama Mario Draghi, dominante dall'alto della Bce, il loro santo in paradiso, questa è stata la loro fortuna.
    Approvo e mi piace invece coloro che vogliono cambiare queste assurde regole europee di Bruxelles e Berlino a salvaguardia dei mercati a vantaggio della Germania che cannibalizza gli altri stati quelli più deboli.
    Se loro hanno l'arma dello spread e vogliono continuare ad usarla
    per ricattare, aspettino un'altranno, quando ci saranno le elezioni europee, poi vedranno cosa succederà.
    L'ingresso dei cosiddetti "populisti" nel parlamento di Bruxelles,
    poi vedremo se cambieranno rotta.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  15   Rimuovi


  • 14  10/06/2018 11:20  RECANATESE LIBERO

    preoccupante questa dichiarazione sig. Marinelli
    Sta descrivendo una manovra che già avete adottato nel comune di Recanati. Avete allungato tutti i mutui del comune portandoli a 30 anni pur di abbassare le rate per poter spendere i soldi a vostro comodo. In pratica avete spostato il debito pubblico di Recanati in avanti di tanti anni danneggiando chi verrà dopo ad amministrare e le generazioni future. Avete così aumentato il debito Recanatese e avendo svenduto una parte dell'Astea che dava un entrata certa al Comune di Recanati privandolo così di una rendita evidenziando così l'incapacità amministrativa della vostra giunta e classe politica digiuna delle più elementari regole economico-finanziarie. Mi sembra di poter ravvisare anche un danno erariale, una perdita patrimoniale ai danni dei cittadini recanatesi. Infine molti milioni arrivati in quest'ultimi mesi al comune di Recanati dovuti spendere per forza per acquisire nuovi e maggiori consensi ai fini elettorali nei vari quartieri "perchè non si può avere un bilancio comunale in avanzo..." con quei soldi si poteva andare ad abbassare e diminuire il debito del Comune come previsto nelle più elementari regole economico-finanziarie di buona gestione d'impresa che si verifica quando ci sono enormi entrate impreviste. Complimenti comunque sig. Marinelli se questo è il suo pensiero e quello dell'amministrazione comunale e del PD dobbiamo ringraziare Dio e i cittadini italiani che vi stanno mandando a casa in tutta italia, è ora di iniziare a lavorare e gestire famiglie, imprese ecc...prima di poter amministrare la cosa pubblica e non far danni...

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    14  15   Rimuovi


  • 15  10/06/2018 10:36  Anonimo716

    La propaganda fatta attraverso i social media che sta facendo la Casaleggio associati raggiunge milioni di persone che non è in grado non ha gli strumenti per capire ciò che è vero da ciò che è falso.
    Mettere un like di favore o di negazione alla notizia è molto più facile che spiegare perché si è favorevoli o contrari alla notizia o alla proposta.
    Questi continuano a dire i mercati i mercati ma ci sono anche flussi d'uscita dall'italia e la gente porta via denaro,disinveste perché si sta scavando il solco di una legislatura anti establishment.
    Credo che se continua cosi per qualche mese a piangere veramente saranno coloro che hanno dato fiducia a questa gente che con astuzia se la sono guadagnata restituendo i soldi,facendo gli onesti e nello stesso tempo promettendo che andando su avrebbero dato soldi a tutto il popolo bisognoso invece per chi li ha votati la cosa assumerà il sapore di un alto tradimento che potrà sfociare anche in atti di sommossa popolare ma questa volta contro di loro e a questo punto rimpiangeremo il Gobbo!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    15  9   Rimuovi


  • 16  10/06/2018 00:50  Bos

    Ma chi si crede di essere Padoan? Lascia perde che è meglio. Viva Conte!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  19   Rimuovi


  • 17  10/06/2018 00:37  Anonimo640

    Marinelli, laureato in lettere, non ha la stoffa né la preparazione per fare l'economista.
    Tutto 'sto sproloquio se lo poteva risparmiare, perché "l' opposizione costruttiva del PD" da lui invocata non porterà a niente, come non porterà a niente ciò che Di Maio va promettendo, perché le coperture finanziarie non ci sono.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    12  15   Rimuovi


  • 18  09/06/2018 20:04  Un possibile investitore

    Ho in passato scritto email a vari importanti economisti italiani, proponendo una mia considerazione sul nostro debito pubblico.
    Questa: dovremmo "spostare" la percentuale del debito (circa 700 mld su 2.330 mld) in mano ai fondi stranieri, nelle mani degli investitori italiani, come il Giappone, (tutto interno), ottenendo il risultato che anche gli interessi pagati, anche se più alti, resterebbero in Italia e non saremmo più sotto la spada di Damocle degli investitori esteri che usano questo come ricatto. Ce ne fregheremmo dello spread perché non avrebbe più nessun interesse il rapporto tra il BUND tedesco (quasi a zero) ed il BOT italiano, e questo sulla base che il "risparmio" degli italiani si aggira sui 10.000 mld. Ci sarebbero questi "piccoli e medi" investitori?
    Alcuni mi hanno risposto che è complicato, ma a questo punto...!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    10  15   Rimuovi


  • 19  09/06/2018 19:44  Spartacus

    Marinelli, io non sono un economista come neppure lei, mentre lo sono Borghi, Bagnai (non Bagni), Savona e Tria (Ministro dell'Economia e finanze), e cosa hanno Salvini e Di Maio meno di Renzi? E cosa hanno questi ultimi meno della Boschi e di Padoa? Forse perché non sono komunisti (PD) come lei?
    I BOT che hanno leggermente aumentato gli interessi sono quelli a breve termine (ancora non vi sono certezze), mentre quelli a 10 anni sono stati venduti tutti senza problemi (più probabile un futuro assestamento) sia politico che economico, e questo il mercato lo valuta.
    Vede Marinelli, anche se lei è una persona per bene, quando segue solo le direttive del partito e quindi del "Renzi... de noantri", allora rischia di perdere molta credibilità, come il PD. Spostare il debito in avanti è una vostra scuola: nel Novembre del 2011 (caduta Berlusconi) il debito pubblico era di 1970 miliardi, oggi è di 2.330 miliardi, cioè 360 miliardi in più, chi è che ha spostato il debito? Se lo dico ad un bambino di 6 anni mi sa dare la risposta, e lei? La disoccupazione nel 2011 era all'8% ,contro l'11,6 attuale (fine governo Gentiloni) ..."Spetta al PD indicare la strada per correggere il tiro...", giusto, infatti fino ad ora non ne avete centrata una, basta vedere come avete ridotto l'Italia! LO DICONO I NUMERI, come dice lei.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    15  17   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
15
09
2019
Recanatese sola in testa, Esposito e Pera stendono il Montegiorgio

Recanatese sola in testa, Esposito e Pera stendono il Montegiorgio

Giallo rossi a punteggio pieno dopo il 2 a 1 del Tubaldi

14
09
2019
Brutta partenza per il Villa Musone, i Portuali Ancona vincono 3 a 0

Brutta partenza per il Villa Musone, i Portuali Ancona vincono 3 a 0

Sconfitta a domicilio per i giallo blu, partita già chiusa alla fine del primo tempo

14
09
2019
Bukal e Menghini stendono il Montegranaro, ottimo esordio del Csi Recanati

Bukal e Menghini stendono il Montegranaro, ottimo esordio del Csi Recanati

Vittoria all'inglese in trasferta, sabato prossimo il debutto interno al Tubaldi

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür