Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Sabato, 16 Giugno 2018 00:24  Asterio Tubaldi  Stampa  738 

VIA IMPACCIO, DISSESTO IDROGEOLOGICO E RISCHIO SMOTTAMENTO DEL TERRENO

VIA IMPACCIO, DISSESTO IDROGEOLOGICO E RISCHIO SMOTTAMENTO DEL TERRENO

SI PROGRAMMI LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA, DEI RESIDENTI E DI CHI VI TRANSITA

Presentata in Comune a Loreto un atto dedicato alla situazione mai risolta di via Impaccio. Una strada e un costone collinare posto nel lato nord di Loreto che presenta gravi problemi idrogeologici e che con le "bombe d'acqua" di questo periodo si fa sempre più pressante. La Civica Loreto Libera, capeggiata da Crisitna Castellani ha pertanto motivato la mozione con le seguenti premesse. A descriverla è il promotore del documento, il consigliere Comunale Gianluca Castagnani. La strada è oggetto di forte dissesto a causa del lento ma costante probabile movimento del costone soprastante, e che, con le forti piogge, si accentua con il verificarsi di veri e propri fiumi di fango che provengono dai terreni soprastanti la via medesima; nella zona risiedono molte famiglie, in case sparse ed in un grosso condominio e la fruibilità viaria spesso è compromessa non solo dall'orografia particolare in questi casi, ma anche dal verificarsi di eventi piovosi intensi.

Per la Castellani in questi anni, nonostante appelli verbali e petizioni scritte, nulla è stato fatto per l'area in oggetto, tanto che la strada si trova in pessime condizioni e la parte soprastante, terreni e scarpate varie, incombono pericolosamente su auto e pedoni soprattutto quando si verificano gli eventi metereologici succitati;

manutenzioni e messa in sicurezza sono ovviamente oramai improcrastinabili così come eventuali necessari interventi più a monte della via medesima.

Gianluca Castagnani evidenzia come le scarpate devono avere una adeguata superficie ed essere mantenute erbose o vedere la presenza di siepi e alberi con apparato radicale, che mantengono saldamente il terreno.

Per Loreto Libera eventuali lavorazioni di terreni soprastanti debbono rispettare i limiti di distanza dalle scarpate stesse così come obbliga la viegente normativa regionale in materia; la rete scolmante è carente e convoglia tutta l'acqua di corrivazione direttamente sulla strada e da qui fino in via Brecce, tanto che con le piogge intense la medesima strada, molto ripida, si trasforma in un vero e proprio letto di fiume.

Castellani e Castagnani scrivono che è uso ormai consolidato, sia per motivi economici sia per la dimostrata capacità di maggiore tenuta a lungo termine del terreno medesimo, l'uso dell'ingegneria naturalistica (palificate e palizzate) per il consolidamento di scarpate con successivo inerbimento. Per Castagnani l'efficacia antierosiva e di consolidamento di versanti e scarpate stradali nonché di interbimento ma addirittura di innesco per la rinascita di piccoli ecosistemi, da parte dell'ingegneria naturalistica, sono scientificamente e tecnicamente provati. L'aggiunta di talee di ginestre, tamerici, altre specie autoctone a portamento arbustivo e tappeti erbosi precostituiti, sono un'ottima garanzia per la riuscita delle operazioni di rinsaldamento delle scarpate medesime – prosegue Castagnani - i costi di tali interventi rispetto all'ingegneria tradizionale, che tra l'altro è paesaggisticamente compatibile con l'area (a livelli di PRG) in oggetto, sono più contenuti per la collettività.

Nella mozione pertanto si chiede ala Giunta Comunale di attivarsi affinché si preveda, tramite variazione di bilancio adeguata, le somme necessarie per la messa in sicurezza della strada di via Impaccio, dei suoi residenti e di chi vi circola per andare a Loreto o viceversa dirigersi in via Brecce. Inoltre si chiede di dare mandato all'Ufficio Tecnico Comunale di avviare una adeguata progettazione, entro quattro mesi dall'approvazione della presente mozione, che preveda l'impiego di tecniche di ingegneria naturalistica per il definitivo consolidamento della scarpata a monte della via medesima. Castagnani sollecita la previsione di adeguate canalizzazioni che smaltiscano l'acqua che cade e scorre a forte intensità, evitando che la strada, nel tratto più ripido soprattutto, si trasformi in un vero e proprio corso d'acqua. Infine la Lista Civica Loreto Libera chiede di controllare e vigilare sull'eventuale mancato rispetto dei margini di lavorazione dei terreni dei campi soprastanti a discapito della scarpata medesima, che ha funzione di tenuta di prezioso suolo e di piante spontanee.

 

opinioni a confronto

4 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  26/06/2018 17:06  Longarini Bruno

    Dico anche la mia visto che ci abito... Parto dal settembre del 1989 quando dal campo sportivo del Montereale ( che sovrasta la strada ), reso negli anni praticamente impermeabile, in 48 ore di pioggia si è accumulata tanta acqua tanto da straripare tutta in una volta invadendo di fango la strada allagando anche i terreni della sottostate via Brecce. Pensate che tutto ciò sia servito a qualcosa ? Assolutamente niente ! Gli amministratori non si sono minimamente interessali alla situazione ( allora se ne parlò anche in consiglio comunale ....). Negli anni, gli abitanti, che pure pagano le tasse come gli altri.., hanno sempre atteso le soluzioni mai arrivate. Quattro anni fa io stesso ho fatto protocollare un video ( di cosa diventa la strada quando piove ) accompagnata da una lettera firmata dagli abitanti, e consegnata la sindaco attuale, all'assessore ai lavori pubblici, e al dirigente dell'ufficio tecnico. Mai ricevuta una ben che minima risposta. Per favore non chiamatela democrazia. Se fossimo residenti a Villa Musone, Villa Costantina o altre zone di Loreto con un maggior peso politica sicuramente avremmo avuto più attenzione. Che dire poi di quando dai campi in forte pendenza che sovrastano la strada, si lavora il terreno si fanno dei piccoli fossi che poi scaricano in un unico punto cosi da disperdere tutta l'acqua su via Impaccio e da li, lungo una ripida discesa, trasportando anche fango, invadendo via Brecce e rovinando quel poco asfalto che resta. Ricordo inoltre che i terreni sovrastanti, vengono arati fino al limite della scarpata; che la strada è stretta e a doppia circolazione; che è totalmente priva di illuminazione pubblica; che la segnaletica vieta l'accesso ai non residenti, ma che tutti passano anche a velocità sostenuta; che c'è il limite del 20 km all'ora che nessuno rispetta.... e fa rispettare.. Quando poi di sera qualche residente decide di fare una passeggiata a piedi, magari per arrivare al centro di Loreto ( che dista circa 600 metri ), lo fa a proprio rischio e pericolo. Vi sembra una situazione di un paese civile ??? Longarini Bruno

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 1  17/06/2018 09:08  Anonimo266

    Anonimo469, precisazioni utili, ma il testo dell'intervento dei consiglieri, molto somigliante a una relazione tecnica di un geometra molto addentro nel settore, non esclude il fatto che qualcuno coltivi i terreni oltre i limiti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 2  16/06/2018 17:35  Anonimo469

    Per anonimo 343: è una strada storica che sta lì da prima della nazionale e di via montereale (sia nuovo che vecchio). E' stata fatta in un periodo in cui tutte ste normative non esistevano. Poi ci hanno costruito un sacco di case. Va messa in sicurezza, indipendentemente dal volume di traffico e dal limite di coltivazione (comunque distante data la pendenza che rende il terreno non lavorabile)

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  0   Rimuovi


  • 3  16/06/2018 10:29  Anonimo343

    Qual è il volume di traffico da e per Loreto su questa strada? Le opere di regimazione delle acque piovane esistono oppure no? La rete fognaria è mantenuta costantemente in efficienza? I lavori di asfaltatura quando sono stati eseguiti l'ultima volta? Ai titolari/affittuari dei terreni coltivati sono mai state avanzate contestazioni circa il rispetto dei limiti dalla sede stradale?
    Forse senza attendere mega-progetti sarebbe sufficiente che qualche ufficio comunale facesse il proprio dovere...

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
19
09
2019
CONSIGLIO REGIONALE CONVOCATO LUNEDI’ 23 SETTEMBRE

CONSIGLIO REGIONALE CONVOCATO LUNEDI’ 23 SETTEMBRE

Proposte di legge su detrazioni fiscali per famiglie numerose, a sostegno del cinema documentario e per disciplinare l’accesso dei cani in spiaggia.

20
09
2019
Rutyens torna alla Recanatese, rinforzato il pacchetto difensivo

Rutyens torna alla Recanatese, rinforzato il pacchetto difensivo

Classe 98, nella passata 16 presenze prima di passare al Cesena

 

19
09
2019
Al via il settore giovanile del Villa Musone

Al via il settore giovanile del Villa Musone

Continua a crescere il vivaio, parola al responsabile Davide Finocchi

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür