Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Novembre 2018 »
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
video e interviste di RadioErre su notiziemultimediali.it
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429
15
11
2018
AUDIONEWS
Ah Ritrovarla nella sua capanna

Ah Ritrovarla nella sua capanna

Gigli e la "Lodoletta" di Mascagni

15
11
2018
AUDIONEWS
Pillole Persiane

Pillole Persiane

a cura di Sergio Beccacece

Mercoledì, 11 Luglio 2018  Asterio Tubaldi  Stampa  529 

GIACOMO E IL SUO TEMPO NELLA CHIESA DI SAN VITO, LA MOSTRA DOCUMENTARIA RESTERA' APERTA TUTTA L'ESTATE

GIACOMO E IL SUO TEMPO NELLA CHIESA DI SAN VITO, LA MOSTRA DOCUMENTARIA RESTERA' APERTA TUTTA L'ESTATE

Nota del Comune

Resterà aperta sino al 31 agosto la Mostra documentaria “Giacomo Leopardi e il suo tempo”, organizzata dal Circolo Filatelico e Numismatico Recanatese con il patrocinio del Comune di Recanati e allestita presso la Chiesa di San Vito che è stata recentemente riaperta dopo i lavori di restauro e messa in sicurezza a seguito degli eventi sismici del 2016. Inaugurata il 29 giugno 2018 proprio nel giorno del compleanno di Giacomo Leopardi, la Mostra è un percorso che parte dall’epoca in cui visse il poeta: periodo storico, culturale e politico con collegamenti legati agli anni della sua vita, alle sue opere e ai suoi viaggi. Un itinerario emozionante che ha già visto la presenza di molti turisti in visita a Recanati; documenti, immagini, lettere, pubblicazioni, monete, medaglie, francobolli e tanto altro che offrono al visitatore una importantissima testimonianza culturale della città. Particolarmente significativo il luogo in cui vengono presentati gli importanti documenti relativi al Poeta, in quanto proprio all’interno della Chiesa di San Vito nell’Oratorio della Congregazione dei Nobili (adiacente l’ingresso della stessa) il giovane Giacomo amava leggere nelle solennità religiose i suoi Discorsi Sacri. L’esposizione resterà aperta fino al 31 agosto 2018 con apertura pomeridiana e serale. La Chiesa di San Vito, location della mostra, è stata riaperta lo scorso aprile dopo essere stata al centro di interventi di somma urgenza e di messa in sicurezza, grazie a fondi provenienti da indennizzi della copertura assicurativa stipulata dal Comune e provenienti dai fondi emergenziali della Protezione Civile Nazionale. Successivamente al completamento dei lavori di ristrutturazione post terremoto, che hanno riguardato il puntellamento della volta della navata est della chiesa e la messa in sicurezza del locale adiacente, sono stati eseguiti l’adeguamento dell’impianto elettrico, la tinteggiatura e il trattamento della pavimentazione interna.

1 commento

  • 0  17/07/2018 18:46  Anonimo395 Turista non per caso

    Mi chiedo: ma è un luogo di culto oppure un contenitore polifunzionale?
    ci mancherebbe che in futuro diventasse anche un teatro, sala mostre, palestra ecc. ci vuole un gran coraggio ad invitare il Papa a visitare la tomba di padre Bobadilla (gesuita confratello di S.Ignazio di Lojola) FATE RIDERE.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo