Stampa questa pagina

Martedì, 17 Luglio 2018 21:14  Asterio Tubaldi  527 

Nel ventiseiesimo anniversario della strage di via D'Amelio si ricordi la figura di Emanuela Loi

Nel ventiseiesimo anniversario della strage di via D'Amelio si ricordi la figura di Emanuela Loi

Elena Leonardi (Fratelli d'Italia): lettera all'ANCI e alle Pari Opportunità per commemorare una figura femminile emblematica  

Intervento in più sedi della capogruppo regionale di Fratelli d'Italia, Elena Leonardi, in occasione della ricorrenza della strage di via D'Amelio nella quale morirono il giudice Borsellino e gli uomini della sua scorta.

In una lettera indirizzata al Presidente dell'Anci e al Presidente delle Pari Opportunità della Regione Marche, la capogruppo Leonardi ricorda il protocollo siglato nel marzo scorso tra le due figure istituzionali, tramite il quale si definisce un intesa a tutela della parità tra uomini e donne, attuabile anche nella definizione della toponomastica dei comuni marchigiani.

Nella comunicazione la Leonardi ricorda il sacrificio di Paolo Borsellino e degli uomini della sua scorta, ma anche di tutte le vittime della mafia come ad esempio il giudice Falcone.

Anche questa volta, puntualmente come ogni anno, Fratelli d'Italia ricorda che la lotta alla mafia non deve avere colori politici: propongo pertanto un messaggio "di pari opportunità", proponendo a coloro che hanno sottoscritto questo protocollo per la toponomastica al femminile, di iniziare questo percorso proprio dalla figura di Emanuela Loi, l'agente donna della scorta uccisa nella strage di Via D'Amelio la quale è stata insignita della Medaglia al Valor Civile.

Ricordo – prosegue la Leonardi - ad esempio l'articolo 2 del medesimo protocollo, nel quale si intende sollecitare le amministrazioni comunali a prevedere nuove vie intitolate “al femminile” ed i consigli comunali ad evidenziare un riconoscimento “al femminile” anche nella stessa toponomastica.

La proposta della capogruppo di Fratelli d'Italia in Regione è stata sposata subito dal Coordinamento Portorecanatese di FDI il quale, in occasione della commemorazione del 19 luglio prossimo ha decido di inviare a tutti i capigruppo del consiglio comunale di Porto Recanati copia di una mozione con la quale si impegna il sindaco a prevedere l'intitolazione di una via o una piazza all'agente Emauela Loi. Auspichiamo che questa nostra proposta possa essere accolta e fatta propria da tutto il Consiglio Comunale perchè la lotta alla mafia non ha – dichiara FdI - colori politici. Dopo Via Falcone e Borsellino, la cui intitolazione fu proposta proprio dalla capogruppo Elena Leonardi quando sedeva fra i banchi dell'amministrazione comunale, pensiamo, come Fratelli d'Italia, che la memoria vada coltivata anche attraverso atti dal grande valore simbolico. Auspichiamo pertanto che le nuove generazioni che leggeranno il nome di Emanuela Loi possano conoscerne la storia ed ammirarne l'esempio perchè, come diceva Giovanni Falcone:  ‘Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini.’