Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Settembre 2019 »
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

ARCHIVIO NOTIZIE

18
09
2019
VIDEONEWS
Intervista a Roberto Carlorosi

Intervista a Roberto Carlorosi

Presentazione del volume "Centenari leopardiani 1898-1937"

16
09
2019
DAL CUORE DI PORTO RECANATI UN INCONTRO PARTECIPATO PER DARE IL VIA ALLA “SFIDA ALLE STELLE” DI ATREJU 2019.

DAL CUORE DI PORTO RECANATI UN INCONTRO PARTECIPATO PER DARE IL VIA ALLA “SFIDA ALLE STELLE” DI ATREJU 2019.

si scaldano i motori per l’appuntamento alle urne che chiama i marchigiani nel maggio 2020.

Martedì, 24 Luglio 2018 19:41  Asterio Tubaldi  Stampa  468 

SU PAMELA MASTROPIETRO LA REGIONE FACCIA LA SUA PARTE: INTERROGAZIONE REGIONALE DI FRATELLI D'ITALIA

SU PAMELA MASTROPIETRO LA REGIONE FACCIA LA SUA PARTE: INTERROGAZIONE REGIONALE DI FRATELLI D'ITALIA

Depositata oggi un'interrogazione regionale che vede come prima firmataria la capogruppo di Fratelli d'Italia Elena Leonardi, sulla vicenda di Pamela e l'attività della Comunità Terapeutica che la ospitava. E' doveroso – esordisce Leonardi – che si tolgano tutti i dubbi possibili che aleggiano sulle ore precedenti la morte della povera diciottenne romana e questo, da consigliere regionale, è un atto dovuto al fine di conoscere nel dettaglio dati tecnici e relazioni rispetto alla Comunità Pars di Corridonia.

Nell'interrogazione, firmata anche dalla consigliera regionale Marzia Malaigia, si ricostruiscono i giorni precedenti all'orrendo delitto: la ragazza, come noto a tutti, era ospite di una Comunità terapeutico-residenziale “a doppia diagnosi”, per il trattamento sia delle dipendenze patologiche, sia delle comorbilità psichiatriche, ubicata in territorio di Corridonia. Dal medesimo centro Pamela si è allontanata la mattina del 29 gennaio scorso, facendo perdere le sue tracce, poi ricostruite dagli inquirenti nelle settimane successive.

Siamo consapevoli che la gestione e la cura di persone con questo tipo di fragilità e possibilità di ricadute, presenti varie difficoltà ma i numerosi appelli della famiglia, dopo un fatto così grave, impongono chiarezza nell'interesse di tutti.

Nell'atto depositato oggi si precisa infatti che la Comunità, come molte altre del territorio regionale, per poter operare deve essere accreditata dalla Regione Marche e, con specifica convenzione, può avviare le cure e le terapie per i soggetti tossicodipendenti inseriti dal Dipartimento dipendenze patologiche. La medesima Regione pertanto, tramite Decreto dirigenziale, accoglie le istanze di accreditamento, sentita l'Agenzia Regionale Sanitaria, per l'erogazione di prestazioni terapeutiche per soggetti tossicodipendenti con comorbilità psichiatrica in regime residenziale.

La Regione, nell'ambito delle proprie funzioni di vigilanza, ai sensi dell'articolo 19 della l.r. 21/2016 e della Delibera di Giunta Regionale n. 109/2015 – continua la capogruppo di Fratelli d'Italia - determina le modalità per la verifica periodica dei requisiti minimi e di vigilanza: vogliamo capire se la Regione ha svolto compiutamente tale funzione.

I fondi pubblici delle rette giornaliere servono esclusivamente alle cure ed al recupero di questi ragazzi – continua l'interrogazione - e la convenzione tra Asur e comunità varie accreditate comporta il rispetto di determinati parametri qualitativi e quantitativi, su prestazioni sanitarie, sociali ed educative erogate, sulle caratteristiche delle strutture, il vitto e l'alloggio.

Nell'interrogazione la Leonardi chiede quindi se prima o dopo i tragici fatti di Pamela siano state eseguiti ispezioni, accertamenti e controlli come di competenza del Servizio Regionale, dell'Area Vasta e del suo relativo Dipartimento e quali siano i risultati.

L'Assessore riferisca inoltre su eventuali segnalazioni, richieste di verifiche, esposti o diffide e su quali siano i livelli di finanziamento da parte dell’Amministrazione regionale, nonché i risultati ottenuti a fronte delle rette corrisposte dalla Regione e, se e come, la Regione Marche vigili sul regolare svolgimento dell’esercizio di recupero degli utenti stessi

opinioni a confronto

8 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  26/07/2018 09:33  p

    "attenzionato , quindi colpito nel segno . la verità fa male Acab

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 1  25/07/2018 20:04  Anonimo414

    Invece non strumentalizzano, vero, quelli che a Macerata hanno manifestato contro il razzismo?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  0   Rimuovi


  • 2  25/07/2018 19:05  Anonimo424

    Acab, sei "attenzionato.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  1   Rimuovi


  • 3  25/07/2018 15:34  Anonimo365

    ... e in pochi continuano a piangere sull'efferato fattaccio; mentre gli altri continuano a strumentalizzare in negativo, a loro volta, le scelte coraggiose e controtendenza dell'attuale governo!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  0   Rimuovi


  • 4  25/07/2018 15:32  Acab

    Cari radical schick, voi con gli extra ci guadagnate un pacco di soldi con le vostre onluus e altre associazioni, compresi alcuni preti. Così si fa gli interessi delle mafie per il lavoro in nero e degli scafisti.
    firmato ACAB se non sei ignorante sai che cosa significa il mio nome e da che area provengo ( 1968 ) almeno lo capisci .

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  2   Rimuovi


  • 5  25/07/2018 10:16  Sara Giorgi

    Ci si dovrebbe soltanto vergognare, non solo per l'evidente strumentalizzazione del tragico fatto di cronaca da cui trae spunto l'interrogazione, ma anche per la profonda ignoranza di chi si accinge a trattare una materia che, con tutta evidenza, non conosce. Temo però che la VERGOGNA sia una sensazione che richiede comunque una certa "sensibilità" e, pertanto, non è accessibile a tutti. Dubito che in questo caso...

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  6   Rimuovi


  • 6  25/07/2018 09:27  Anonimo390

    Interrogazione tipica di chi non conosce assolutamente il mondo della tossicodipendenza e ancor più delle strutture per il recupero dei tossicomani e delle modalità di trattamento. In linea con la nuova "cultura" repressiva, che guarda con sospetto e pregiudizio ciò che non appartiene alla rete istituzionale.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  6   Rimuovi


  • 7  25/07/2018 08:00  Anonimo196

    SQUALLIDA STRUMENTALIZZAZIONE!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  4   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
rinnovar2-sponsor silver

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür