Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Martedì, 24 Luglio 2018 19:53  Asterio Tubaldi  Stampa  1044 

Recanati. Il tempo passa, ma il ricordo di don Giovanni è sempre vivo.

Recanati. Il tempo passa, ma il ricordo di don Giovanni è sempre vivo.

Una persona saggia, sempre disponibile e pieno di amore per il prossimo.  Uomo di una profonda cultura, ma al contempo di tanta umiltà.

Ricordiamo di quando faceva lo scaricatore di porto in Germania e lavorava sopra le sue forze per essere al pari di quanti facevano lo stesso lavoro.

Solo per obbedienza sarebbe tornato in Diocesi e l’allora Vescovo di Macerata, il Cardinale Tonini, gli mandò un foglio con diverse proposte che andavano dall’essere suo segretario particolare a parroco di una piccolissima Parrocchia di campagna di Tolentino e che aveva l’abitazione un po’ diroccata.

Don Giovanni di fronte all’obbedienza scelse proprio l’ultima delle proposte e diventò Parroco alla periferia di Tolentino nella Chiesa di San Giuseppe.

Questa era una Parrocchia talmente povera e scomoda che nessun sacerdote era disposto ad andarci.  

Noi eravamo tanto preoccupati per don Giovanni, perché con una salute un po’ fragile si sarebbe potuto ammalare. La casa era sempre gelata e una stufetta elettrica era insufficiente a riscaldarla.

Intanto i parrocchiani di San Giuseppe scoprirono il valore grande di don Giovanni e incominciarono ad avvicinarsi a lui, andandolo a trovare e facendogli compagnia, soprattutto nelle lunghe serate fredde dell’anno. 

E ogni fine settimana tanti affezionati parrocchiani di Castelfidardo andavano a Tolentino, proprio e solo per incontrare lui.

E’ sempre in quel periodo che riuscì a trovare del tempo per studiare e per laurearsi in lettere e filosofia, cosa questa che gli diede la possibilità di venire ad insegnare a Recanati, ove la sua fama poi si diffuse ovunque e tanti correvano da lui per un consiglio e per un aiuto.

Il Vescovo di Macerata Tonini, che sarà poi Cardinale, fece un errore di valutazione. Era evidente che don Giovanni, di fronte alla situazione di una scelta, avrebbe optato per l’ultima delle proposte... diventare Parroco di San Giuseppe di Tolentino.

Giunto a Recanati, dopo aver vinto il concorso per l’insegnamento di storia e filosofia al liceo classico, incominciarono i giorni che vedevano sempre la fila a Sant’Agostino di quanti volevano fare un colloquio con lui.

Possiamo dire chiaramente che questo sia stato, per tutto il periodo di sua permanenza, un po’ l’affermazione per il suo prestigio e per il suo apostolato, soprattutto tra i giovani della città.

Passano i mesi e passano gli anni, e il ricordo di don Giovanni è in noi più vivo che mai.

Angela Galassi - Presidente Associazione Don Giovanni Simonetti       

 

 

opinioni a confronto

2 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  26/07/2018 14:33  gianni bonfili

    Sicuramente Don Giovanni non amava essere citato.Ma a me piace ricordarlo,e per questo ne conserverò sempre memoria imperitura,per la rarità della Sua coerenza in una scelta morale ed ideale esente da dogmatismi,come a me è sembrato conversando sulle impostazioni del Vaticano 2°.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  25/07/2018 08:15  Anonimo576

    Persona unica, uomo di cultura e disponibile con tutti; umile e vicino ai bisognosi. Una vita spesa bene ed un ricordo sempre vivo per chi l’ha conosciuto.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    9  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
rinnovar2-sponsor silver
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
16
08
2019
Parla mister Giampaolo della Recanatese, domenica il test con la Fermana

Parla mister Giampaolo della Recanatese, domenica il test con la Fermana

Un girone F dove si gioca a calcio e dove si potranno vedere delle belle partite

Da pochi giorni sono stati diramati i gironi ed i calendari della Serie D, la Recanatese è inserita nel Girone F insieme alle altre marchigiane Jesina,
Matelica, Sangiustese, Montegiorgio, Tolentino e Porto Sant’Elpidio.

Il 25 agosto i leopardiani affronteranno il primo impegno ufficiale della stagione contro il Montegiorgio in Coppa Italia. Dopo un mese di lavoro ed i
primi test abbiamo intervistato mister Giampaolo.

Dopo quasi un mese di preparazione la situazione del gruppo è quella che si aspettava?

“Abbiamo iniziato questo ritiro con un’idea di gioco completamente nuova, c’è bisogno di tempo per assimilare quello che stiamo proponendo, le gambe ancora
non girano ma per il momento è giusto che sia così. Le priorità della preparazione erano quelle di non avere infortuni e di mettere benzina sulle gambe,
priorità che sono state rispettate. Ora bisogna cercare di mettere in campo quello abbiamo proposto durante queste prime settimane di allenamento”. 

Cosa ne pensa della composizione del girone F? 

“Sulla composizione del giorone F posso dire che è sicuramente un bel girone, dove si gioca a calcio e dove si potranno vedere delle belle partite. Il
fatto che non sia stato inserito il Foggia ha soddisfatto un po tutti”.

Quali sono, secondo lei, le squadre potenziali protagoniste?

“Le squadre che si sono rinforzare di più, che saranno protagoniste e lotteranno per vincere il campionato penso possano essere il Matelica, il Pineto,
il Cambobasso, la Vastese”.

La Recanatese potrà ambire alla lotta al vertice?

“La Recanatese è stata costruita per raggiungere i play-off. La stagione scorsa è stata molto postiva, cerchiamo di proseguire il percorso cercando di
alzare l’asticella, bisogna vedere tutto poi quando inizieranno le partite che contano”.

Ricordiamo l’appuntamento per domenica 18 agosto alle ore 18,00 per l’allenamento congiunto Recanatese-Fermana.

 

14
08
2019
Cade nel quinto test la Recanatese, il Bitonto vince 3 a 0

Cade nel quinto test la Recanatese, il Bitonto vince 3 a 0

Domenica amichevole contro la Fermana al Tubaldi, il 25 agosto il debutto in Coppa contro il Montegiorgio

14
08
2019
Varato il calendario della D, per la Recanatese c'è ancora la Jesina alla prima giornata

Varato il calendario della D, per la Recanatese c'è ancora la Jesina alla prima giornata

Al Carotti di Jesi il 1 settembre, prima trasferta ad Agnone

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür