Stampa questa pagina

Mercoledì, 25 Luglio 2018  Asterio Tubaldi  540 

Lella Costa ospite a Porto Recanati il 1 agosto

Lella Costa ospite a Porto Recanati il 1 agosto

L’attrice sarà protagonista della sesta tappa della Manifestazione “Non A Voce Sola Dialoghi al Femminile"

Lella Costa ospite a Porto Recanati il 1 agosto, alle 21.15, nella splendida cornice di piazza del Borgo. L’attrice sarà protagonista della sesta tappa della Manifestazione “Non A Voce Sola Dialoghi al Femminile. Rassegna regionale itinerante di poesia, filosofia, narrativa, musica ed arti” ideata e diretta da Oriana Salvucci. Nell’appuntamento portorecanatese dunque ci sarà a dialogare sul tema dell’ordine simbolico non solo un attrice eccezionale ma anche una donna di straordinaria saggezza e dal carattere tempestoso: Lella Costa. Quest’anno Non a Voce Sola ha deciso di affrontare una sfida difficile quella del confronto con l’ordine simbolico in seno alla cultura occidentale e di analizzare la presenza della donna all’interno di esso. Una presenza certamente marginale o comunque così concepita dall’ordine simbolico patriarcale che non contempla il pensiero e la libertà femminile. Certamente questo gap non è culturalmente insanabile e Lella Costa, nel suo monologo dal titolo “Ragazze,” proporrà oltre alla sua visione anche la sua proposta per mutare lo status quo, cioè come insegnare ad esporre il proprio punto di vista al genere femminile sin dalla più tenera presa di coscienza di sé.

Gabriella Costa in arte Lella, è nata a Milano nel 1952, ha studiato prima Lettere e poi Recitazione all’Accademia dei Filodrammatici di Milano, per la quale ha debuttato nel 1980 con il suo primo monologo. Il monologo è un genere che predilige e di cui è non solo una grande autrice ma anche una grande interprete, ricordiamo Albid(1987), Malsottile(1990) e Due(1992), è stata anche un animatrice di programmi televisivi come: Ieri Goggi e domani, Omnibus,” il Maurizio Costanzo Show, e Zelig nonché del programma L’Infedele di Gad Lerner di cui è ospite fissa dal 2012. Ad oggi è attivista di Emergency e continua la sua carriera teatrale tra la rielaborazione di grandi testi letterari che hanno al centro figure femminili strenuamente controverse come La Traviata, Alice nel Paese delle Meraviglie e la Sharazad del Le Mille e una Notte e monologhi che studiano non solo fatti letterari ma anche quelli di cronaca sul femminicidio, proprio come Ragazze monologo nato nel 2009.