Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Agosto 2019 »
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

ARCHIVIO NOTIZIE

Venerdì, 31 Agosto 2018 21:49  Asterio Tubaldi  Stampa  679 

Sgominata la banda dedita ai furti con la “spaccata” in danno delle “Sale Slot”, tabacchini, bar e ditte

Sgominata la banda dedita ai furti con la “spaccata” in danno delle “Sale Slot”, tabacchini, bar e ditte

ben 35 “colpi” commessi in meno di cinque mesi tra la provincia di Ancona, Pesaro, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo e Teramo

I Carabinieri del NORM della Compagnia di Osimo hanno chiuso il secondo ed ultimo filone di indagini dell’operazione “CRASH” assicurando alla giustizia un pericolosissimo delinquente specializzato in furti che insieme ai suoi connazionali - tutti di origini rumene – hanno razziato in tutto il centro- nord Italia. Le indagini sono state condotte in maniera certosina ed impeccabile dai Carabinieri del NORM della Compagnia di Osimo agli ordini e coordinati dal Maggiore Raffaele CONFORTI e guidati dal Luogotenente C.S. Luciano ALMIENTO.

L’accusa è di Associazione per delinquere finalizzata in modo continuato alla consumazione di molteplici furti. Agli inizi del mese di maggio scorso i carabinieri avevano individuato ed assicurato alla giustizia la pericolosa banda di 4 soggetti di origini rumene, dimoranti tra i comuni di Martinsicuro, Alba Adriatica e Giulianova - tutt’oggi ancora in carcere - dediti ai furti in danno delle colonnine “self service” delle stazioni carburanti marchigiane e abruzzesi. Sul loro conto è stata eseguita a luglio un’ulteriore ordinanza in carcere, proprio mentre erano stati liberati per il furto commesso a Fano, e gli investigatori osimani hanno contestato loro altri 10 delitti della stessa specie e hanno altresì stroncato i restanti correi facente parte della stessa banda. Quest’ultimi, tutti pericolosi criminali sempre di origine rumene, erano specializzati invece in furti di autoveicoli di grossa cilindrata e di ingente valore che venivano poi utilizzati come “arieti” per effettuare la cosiddetta “spaccata” di locali pubblici quali bar, tabaccherie, ditte e soprattutto “sale slot”. Si tratta di DIMA Silviu, Classe 85, detto “Cartus” che in lingua rumeno significa “cartuccia”, anch’esso di origine rumene, originario di Galati (provincia della Romania tristemente nota per l’alto tasso di delinquenti seriali) ma da anni dimorante ad Alba Adriatica,  pluripregiudicato con un vasto “curriculum criminale” alle spalle, ritenuto il pericolosissimo capo dell’associazione banditesca. L’uomo è stato rintracciato in Piemonte, in Alessandria, dove si era rifugiato e trasferito con un altro gruppo di complici rom per compiere altre razzie e spaccate ad esercizi pubblici e a distributori di carburanti. Proprio nella periferia di Alessandria, su indicazioni del Nucleo Operativo di Osimo, nel corso di un posto di blocco, il gruppo malavitoso è stato bloccato.      

L’operazione condotta è stata denominata “CRASH” proprio per il modus operandi del sodalizio criminale e cioè quella di penetrare all’interno di esercizi pubblici, ove erano presenti le “slot machine”, denaro o sigarette, mediante la spaccata delle porte/serrande di ingresso utilizzando come “ariete” un’autovettura appena rubata che veniva lanciata a forte velocità. Una volta all’interno, ovviamente con volto travisato da passamontagna, facevano razzia di quanto contenuto, soprattutto di denaro contante e sigarette, non risparmiando poi l’intera “slot” e/o “cambiamonete” che venivano prelevati interamente, caricati su veicoli rubati, condotti in un casolare di campagna dove poi si concentravano ed accanivano per aprirli e prelevare il denaro contenuto. Corollario di tutta l’attività investigativa è l’arresto operato il 13.03.2018 sempre dai Carabinieri di Osimo a carico del membro del  sodalizio ed attore principale Broasca Stanica, sempre di origini rumene ed ancora in carcere, quando proprio insieme a DIMA Silviu, dopo aver rubato una grossa Mercedes a Padiglione di Osimo e perpetrati alcuni furti nella locale zona industriale osimana e fidardense, utilizzavano qualche giorno dopo l’auto per compiere il furto di ingente quantitativo di sigarette a Montelupone. All’arresto Dima Silviu riuscì a farla franca, fuggendo a piedi e con il favore della notte.

Elenco dei delitti:

1.      Castelfidardo 13.01.2018, furto in ditta di attrezzatura edile;

2.      Sirolo 13.01.2018 furto in abitazione di attrezzatura agricola, da giardinaggio e altro materiale vario all’interno di una casa colonica;

3.      Castelfidardo 14.01.2018, furto di veicolo e di targhe in concessionario, poi rinvenute, riguardanti l’autovettura BMW X6, non immatricolata, di proprietà di un 57enne osimano, su cui erano apposte le targhe relative all’autovettura FIAT Punto di proprietà di un fidardense 70enne, titolare dell’autocarrozzeria sita a Castelfidardo, ove entrambi i suddetti veicoli erano custoditi.

4.      Sirolo 15.01.2018 furto di veicolo poi rinvenuto asportato dall’interno del cortile dell’abitazione di una donna 55enne;

5.      Numana 15.01.2018, furto in ditta di attrezzatura varia ai danni della Ditta Conte Leopardi;

6.      Castelfidardo 15.01.2018, furto in ditta edile di attrezzatura varia sita in località Cerretano;

7.      Numana 15.01.2018, furto in esercizio commerciale della ditta “Talevi”;

8.      Castelfidardo 15.01.2018, furto nella ditta “EGG s.r.l.”, dove veniva tra l’altro veniva rubata anche l’autovettura RENAULT Megane;

9.      Osimo 30.01.2018 spaccata alla “Sala Slot” Osimo Stazione con rinvenimento veicolo rubato utilizzato per la “spaccata” asportata il 29.01.2018 in Ascoli Piceno presso l’autoconcessionaria “PICENA AUTO”, rinvenuta abbandonata sul posto;

10. Osimo 02.02.2018, furto con spaccata in danno di Bar Tabacchi” della frazione Passatempo, con rinvenimento veicolo rubato utilizzato per la “spaccata” dove asportavano una slot-machine ed una macchina cambia-monete. I malviventi, dopo aver trasportato i due apparati nel cortile di una casa disabitata a Filottrano dove li scassinavano mediante una smerigliatrice prelevando il denaro, mentre si allontanavano in macchina rubata a Montelupone sono stati intercettati da militari della radiomobile osimana e costretti ad  abbandonare il veicolo dandosi alla fuga a piedi nella campagna;

11.    Filottrano 02.02.2018, furto di attrezzature edile in casolare di campagna;

12.    Cingoli 02.02.2018, furto di autovettura poi rinvenuta di proprietà di un 85enne nato e residente a Cingoli;

 

13.    Senigallia 12.02.2018, furto con spaccata alla “sala slot” di proprietà di una 50enne;

14.    Falconara Marittima 12.02.2018 furto di autovettura utilizzata per la spaccata, poi rinvenuta, di proprietà di una 45enne residente a Volla (NA);

15.    Colonnella 27.02.2018, furto con spaccata in danno della tabaccheria-alimentari;

16.    Monsampolo del Tronto 27.02.2018 furto con spaccata in danno di bar-tabacchi;

17.    Centobuchi di Monteprandone il 27.02.2018 furto con spaccata in danno di bar-tabacchi;

18.    Ascoli Piceno tra il 17 e 19.02.2018 furto di veicolo utilizzato per le spaccate, poi rinvenuto.

19.    Roseto degli Abruzzi il 07.03.2018 furto con spaccata in danno di bar-tabacchi;

20.    Roseto degli Abruzzi il 07.03.2018 furto di 2 autovetture utilizzate per le spaccate, poi entrambe rinvenute;

21.    Morro D’Oro tra il  06.03.2018 ed il  07.03.2018 furto di un’autovettura utilizzata per la spaccata, poi rinvenuta;

22.    Numana, tra il 7 e 08 marzo 2018 n. 2 furti in ditta ai danni di nota ditta edile;

23.    Osimo tra il 10 e 11 marzo 2018 furto di autovettura utilizzata per la spaccata, poi rinvenuta;

24.    Castelfidardo, tra il 10 e 11 marzo 2018, furto in ditta;

25.    Montelupone il 13.03.2018, furto con spaccata in danno di tabaccheria dove venivano asportati 81 pacchetti di sigarette di varie marche e la somma di 500 euro circa, in fuga a bordo dell’autovettura risultata oggetto del furto consumato l’11 marzo u.s. in Osimo. All’interno dell’autovettura utilizzata, i carabinieri hanno rinvenuto una mazza di grosse dimensioni ed altri arnesi da scasso utilizzati per commettere il delitto, nonché la smerigliatrice asportata unitamente all’autovettura ed un trapano oggetto di altro furto commesso l’11 marzo u.s., presso la ditta “G.G.M. s.a.s.”, sita a Castelfidardo;

26.    Spinetoli 01.04.2018 furto in danno della ditta di produzione di prosciutti;

27.    Ascoli Piceno 11.04. 2018 furto di materiale elettronico consumato all’interno della scuola di musica di computer e telefoni cellulari;

28.    Numana, 12 .04. 2018 furto di una mazza in ferro da 5 Kg in danno della ditta “Taddei s.a.s.”;

opinioni a confronto

2 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  01/09/2018 08:35  Anonimo666

    Adesso che il giudice di turno gli dia i domiciliari, così che possano continuare.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  01/09/2018 00:48  Anonimo595

    Ci sono voluti 35 Reati per Individuare i soliti LADRONI dell' Est Europa ! Sono Rumeni o Rom ? Cercate di essere Precisi perché non possiamo Insultare una Nazione per i suoi Criminali Etnici !

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür