Stampa questa pagina

Giovedì, 20 Settembre 2018 20:00  Asterio Tubaldi  1244 

E' tanto difficile dire la verità?

Ripetere una bugia dieci,cento,mille volte diventerà una verità come disse il Ministro nazista Joseph Goebbels. Purtroppo l’opinione pubblica mondiale è bersagliata da una propaganda ripetitiva che spesso distoglie dalla verità. Mi limito a fare alcuni esempi :

COME VIVONO I PALESTINESI :

L’aspettativa di vita è di 74-75 anni mediamente più  alta della media globale,la mortalità infantile è la più bassa del M.O. Riguardo all’istruzione hanno il più alto tasso di laureati nel mondo arabo. Se questi sono i risultati della”occupazione israeliana” c’è da sperare che Israele occupi tutto il M.O.

Israele continua,nonostante la morosità a fornire gratuitamente acqua,elettricità,cibo e risorse di ogni genere,mentre Hamas il braccio armato della lotta contro Israele ha ancora nel suo statuto l’obiettivo di distruggere lo Stato ebraico e l’eliminazione degli ebrei.

GERUSALEMME :

Gerusalemme è il centro religioso delle tradizioni ebraiche e della vita ebraica,ciò è riconosciuto dal Vecchio e Nuovo Testamento. Da tremila anni c’è stata la presenza ebraica in Erez Israel e Gerusalemme è stata una città solo ebraica dai tempi di Davide e quelli di Gesù. Dire il contrario significa manipolare la storia.

ISRAELE UNO STATO RAZZISTA :

Israele è aperto,pluralista e democratico. L’esercizio del razzismo in Israele è un crimine punito dalla legge,come tutte le forme di discriminazione sulla base della razza,religione,sesso,genere. Le scuole,le università,gli ospedali israeliani non fanno alcuna distinzione fra ebrei e arabi.

GLI INSEDIAMENTI SOLO ILLEGALI E VIOLANO IL DIRITTO INTERNAZIONALE :

La presenza israeliana in Cisgiordania(biblicamente Giudea e Samaria) è il risultato di una guerra di legittima difesa. La Cisgiordania non deve essere considerata”occupata” perché non c’è un bel niente che ne determina la legale sovranità; queste sono considerazioni che si sono date sulla conclusione rinomati giuristi internazionali e dal giudice che ha presieduto la Corte Internazionale di Giustizia.  Affermare il contrario equivale a distogliere ideologicamente i principi giuridici.

Allora ci si chiede qual è la soluzione per la disputa sulla Cisgiordania ?

Ritengo che non ci sono soluzioni magiche,l’unico modo in cui sarà possibile giungere ad una soluzione è basare i negoziati sui fatti : storici e legali.

Usare termini come”territori occupati” e “confini del 67 “ non sono”  politically  correct”.

Cordialmente

Galliano Nabissi

opinioni a confronto

4 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!