Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
video e interviste di RadioErre su notiziemultimediali.it
archivio storico delle notizie di Radio Erre

ARCHIVIO NOTIZIE

« Dicembre 2018 »
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
per la pubblicità su radioerre.net contatta lo 0717574429
15
12
2018
La Si Superstore Prical Recanati chiude l'anno battendo Giulianova, altri tre punti d'oro in ottica salvezza

La Si Superstore Prical Recanati chiude l'anno battendo Giulianova, altri tre punti d'oro in ottica salvezza

Giallo blu vittoriose 3 a 1 nella sfida della Patrizi nell'ultimo impegno del 2018

15
12
2018
Csi Recanati beffato nel recupero, segno X a Penna San Giovanni

Csi Recanati beffato nel recupero, segno X a Penna San Giovanni

1 a 1 in casa della Pennese con i locali che impattano su dubbio calcio di rigore l'iniziale vantaggio di Lombardo

15
12
2018
Il Loreto agguanta il Val Foglia nella ripresa, 2 a 2 nella sfida del Salvo D'Acquisto

Il Loreto agguanta il Val Foglia nella ripresa, 2 a 2 nella sfida del Salvo D'Acquisto

Pigliacampo e Spagna rimediano nella ripresa al doppio svantaggio

Domenica, 07 Ottobre 2018 21:27  Asterio Tubaldi  Stampa  1604 

Giuseppe Pioppi: "la sede del club Aquila non si tocca".

Giuseppe Pioppi: "la sede del club Aquila non si tocca".

"abbiamo costruito con i nostri soldi una struttura che adesso vogliono tutti"

La storia del circolo del Club Aquila di Recanati non sembra molto chiara a chi oggi rivendica l’utilizzo pubblico dell’area adiacente alla sede del sodalizio e persino come fa il comitato di quartiere del rione San Francesco che sia messa quest’ultima a disposizione del quartiere. Bisogna fare un po’ di storia per comprendere meglio come stiano veramente le cose. “Nel 1976 quell’area venne urbanizzata dalla ditta Bitocchi, ricorda Giuseppe Pioppi, presidente del club Aquila: Nei primi anni ’80, siamo nell’era del sindaco Garbuglia, venne concessa a noi che realizzammo una rigogliosa attività che attirava gente da tutta Recanati e dai paesi intorno”. Ad un certo punto, però, un privato cittadino, che aveva la propria residenza ai confini del circolo, fece causa al club lamentando il disturbo alla quiete pubblica. Prima ricorse al Pretore di Recanati, che si limitò a stabilire l’orario di apertura delle strutture sportive sino alle 22,30 per limitare il rumore, e poi, non contento, al Tribunale di Macerata che dopo 25 anni,  condannò il Club Aquila a pagare 70.000 euro e al divieto assoluto di utilizzare sia il campetto di calcetto e di bocce. Il sodalizio non fece ricorso e in cambio, afferma Pioppi, “ci accordammo a pagare la cifra di 30.000 euro che i soci hanno sborsato autotassandosi con 2 mila euro a testa.” L’area esterna, quindi, di proprietà comunale andò incontro ad un progressivo degrado con erbacce dovunque, la pavimentazione divelta e l’impianto di illuminazione pericolante e arrugginito. Ecco perché si decise di recintarla perché costituiva un pericolo per chi si fosse introdotto al suo interno. “Magari potesse essere di nuovo fruibile tutta la struttura, si augura Pioppi. Noi ne saremo felicissimi. Quello che chiediamo è che ci sia lasciato l’uso della sede che abbiamo costruito a suo tempo con i nostri soldi e che oggi ospita anche l’Enal Caccia. Se il Comune vuole, noi siamo disponibili anche a pagare un affitto purché si faccia carico dell’intera manutenzione della struttura alla quale sino ad oggi abbiamo provveduto noi. C’è spazio anche per costruire una sede nuova e alternativa alla nostra per l’attività del Comitato di quartiere ma si tolgano dalla testa che noi gli cediamo la nostra sede”.

opinioni a confronto

8 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  10/10/2018 22:49  Anonimo599

    Tutta l'area è fatiscente, indecorosa, pericolosa. Uno schiaffo in faccia alla città della poesia!
    Se questo bene pubblico lo considerate di vostra proprietà allora curatelo!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 1  09/10/2018 22:04  Anonimo854

    Caro anonimo279pioppi giuseppe presidente club aquila, ho letto bene il suo articolo e c'è scritto che negli anni '80 il sindaco Garbuglia vi ha concesso l'area su cui voi poi avete realizzato una rigogliosa attività. Non viene menzionato un atto di acquisto del terreno o altro.
    Lei stesso afferma che il Comune è proprietario dell'area esterna (alla vostra sede presumo), ma allora la terra su cui voi avete costruito di chi è?
    Poi parla di questa multa che con la proprietà dell'area non c'entra niente.
    Sembra quasi che voglia lasciar intendere che l'aver pagato una multa vi ha reso proprietari del terreno su cui avete costruito.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  0   Rimuovi


  • 2  09/10/2018 08:00  Anonimo279pioppi giuseppe presidente club aquila

    caro anonimo 854, si vede che non hai letto l'articolo oppure che non capisci bene : il bene, ora è diventato pubblico, chi l'ha costruito è stato il club aquila senza aiuto di nessuno , solo coi soldi dei soci, e non è stato dato in concessione, perchè è da pochissimo tempo che il comune se ne è appropriato.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  4   Rimuovi


  • 3  08/10/2018 23:01  BeneComune

    Cito testualmente "Se il Comune vuole, noi siamo disponibili anche a pagare un affitto purché si faccia carico dell’intera manutenzione della struttura alla quale sino ad oggi abbiamo provveduto noi."
    C'è una cosa a cui rispondono TUTTE le associazioni Recanatesi che si chiama sgravio fiscale dell'affitto.
    Funziona che, anzitutto, si paga un affitto al Comune per l'uso di un Locale Pubblico. In seconda battuta, se ci sono dei lavori di manutenzione Straordinaria da fare (es. cambiare infissi, lavori al tetto, ecc.), allora si presenta al Comune la fattura dei lavori eseguiti, ed il corrispettivo esatto viene trasformato in affitto già pagato.
    Queste sono le regole che rispettano tutte le associazioni recanatesi, tranne la vostra. Anzi, a dirla tutta se spalmiamo 30000 euro su tutti gli anni da cui ritenete lo stabile come "vostro", va a finire che pagate 70 euro di affitto al mese!
    RESTITUITE UNO SPAZIO PUBBLICO ALLA COLLETTIVITA'!!!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  0   Rimuovi


  • 4  08/10/2018 22:14  Anonimo329

    70.000€ per disturbo alla quiete pubblica è una cosa assurda!!!
    Si facevano i rave al club aquila?
    Io ricordo una pista di pattinaggio successivamente trasformata in campo da calcetto è una gancia di bocce, il classico circolo di quartiere.....

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    8  0   Rimuovi


  • 5  08/10/2018 15:08  Anonimo479

    Ma se è sua se ne prenda cura... è uno scempio quel posto!!
    Sporco, vetri rotti e topi..
    Poca pubblicità è più fatti!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  3   Rimuovi


  • 6  08/10/2018 11:31  Anonimo854

    "... si tolgano dalla testa che noi gli cediamo la nostra sede".
    Ma scusate, si sta parlando di un bene PUBBLICO dato in CONCESSIONE a dei privati cittadini.
    Come si permette il signore in questione ad essere così arrogante?
    Roba da matti!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  3   Rimuovi


  • 7  08/10/2018 07:37  RECANATI cambierà

    Sono fatti così ..... si approfittano sempre e vogliono il lavoro di altre associazioni rivendicando sempre la proprietà comunale. Coraggio sono rimasti solo pochi mesi e poi speriamo vengano mandati a casa.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  5   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
rinnovar2-sponsor silver