Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Sabato, 13 Ottobre 2018 20:05  Asterio Tubaldi  Stampa  796 

RIFLESSIONI  A  RUOTA  LIBERA  SULL’ITALIA  ODIERNA

RIFLESSIONI A RUOTA LIBERA SULL’ITALIA ODIERNA

Metto da parte, in questo approccio, ogni preferenza politica, e mi limito a farmi qualche domanda sulla scorta di alcune esperienze personali fatte nella mia ormai lunga vita.

Avevo sette-otto anni, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, quando accompagnavo mio nonno materno, calzolaio, a consegnare a contadini sparsi in diverse contrade i lavori fatti.

In quasi tutti i casi i contadini pagavano con i loro prodotti, pane bianco, uova, patate, insaccati, perché di soldi ne avevano davvero pochi.

A mio nonno andava bene dato che a quei tempi le ristrettezze economiche causate dalla guerra erano rilevanti e con la tessera annonaria non si poteva disporre di più di quanto prevedeva il razionamento.

Finita la guerra con la ricostruzione, la ripresa dell’attività produttiva, l’inizio del c.d. miracolo economico italiano dovuto al passaggio dall’economia agricola a quella industriale con annesso il gigantesco fenomeno dell’urbanesimo, soldi cominciavano a girare e questo provocò la prima esperienza di motorizzazione di massa con la Vespa e la Lambretta.

A seguire l’ulteriore passo con la mitica Cinquecento, che consentì a tanti di non dover, in estate, andare al mare a Porto Recanati con la corriera, pigiati come in una scatola di sardine.

Nel contempo ci fu la corsa all’acquisto della casa, niente di più di un modesto e decoroso appartamento.

Tutto ciò nel giro di una trentina d’anni tanto che gli anziani non credevano ai loro occhi, e questo in particolare per molti di loro provenienti dalla campagna per i quali la pensione era una novità assoluta ed incredibile.

Ora mi pongo una domanda, che probabilmente mi farà diventare bersaglio di attacchi feroci sotto l’accusa di essere un sostenitore del pauperismo che di fatto va a giustificare i privilegi.

Giunti al livello prima descritto succintamente non sarebbe stato opportuno fermarsi un attimo per pensare se c’erano le risorse per continuare a progredire?

Niente affatto.

Qualche isolato esponente politico, ricordo, che consigliava moderazione fu subito azzittito, e la pubblicità, il consumismo, l’emulazione hanno  convinto i più che non si poteva rinunciare alla macchina  rappresentativa, all’appartamento spazioso e ben arredato, alle vacanze esotiche, ai festeggiamenti solenni per ogni ricorrenza.

Tutti, senza eccezioni, a pretendere tutto e subito, la politica pronta a concedere, prescindendo del tutto dalle reali risorse economiche del Paese.

Da lì è partito il debito pubblico italiano, oggi tra i più alti al mondo, che porta a prevedere un futuro poco incoraggiante.

Poiché niente nasce da niente questa rincorsa caotica e povera di prospettive ha scatenato un’avidità individuale insaziabile che ha prodotto un arretramento economico spaventoso per tanti, restati senza lavoro o che non lo trovano o retribuiti con paghe inadeguate al costo della vita ed anche privati di tante tutele guadagnate con tante lotte da chi li ha preceduti.

Gianni Bonfili.

opinioni a confronto

6 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  14/10/2018 23:56  Anonimo860

    Non accetto queste chiamate di correità generiche e generalizzate. I responsabili hanno precise identità. Pensioni concesse per motivi elettorali, saccheggio del territorio, speculazioni edilizie, favori ai costuttori, enti pubblici inutili o almeno sovradimensionati e poco efficienti, moltiplicazione di società partecipate, consigli di amministrazione che amministravano e amministrano solo le loro piccole o grandi indennità, gettoni di presenza etc. leggiamo la relazione di Cottarelli.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  5   Rimuovi


  • 1  14/10/2018 17:17  Goffredo Natalucci

    A tutti, compreso l'autore chiedo, l'Italia di oggi, che vive nella maniera che tutti abbiamo sotto gli occhi, da dove esce? Dall'uovo di Pasqua? Una Italia da... buttare, come vogliono gli attuali "padroni del vapore"?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  2   Rimuovi


  • 2  14/10/2018 08:14  Anonimo602

    La risposta sarebbe molto lunga e complessa per poterla esprimere in questa sede. Dico solo che il progresso non si puó fermare ed è la ragione del vivere umano. Mi sembra che ci sia troppo catastrofismo (non possiamo andare a dormire se non sappiamo il valore dello spread). Bisogna avere più fiducia e pensare che nell'era moderna ci sono risorse per far sta bene tutti basta solo organizzarsi meglio.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  2   Rimuovi


  • 3  14/10/2018 00:41  Anonimo876

    Scusi Signor Bonfili,
    non ricorda più che anche Lei ha fatto parte di quel mondo che ha contribuito allo sfascio di cui parla nella sua prolusione?
    Non si è avvalso anche Lei di tanti agi, senza faticare troppo?
    E il PSI dei suoi tempi è forse indenne da colpe?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  3   Rimuovi


  • 4  13/10/2018 22:11  Anonimo762

    IL FURTO DEL DEBITO PUBBLICO
    https://www.youtube.com/watch?v=r5fQKEPYD7A
    https://www.youtube.com/watch?v=gm24m72qY6o
    https://www.youtube.com/watch?v=k7x8Qfh5nSE
    https://www.youtube.com/watch?v=_oYZBFLF9m8

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    10  2   Rimuovi


  • 5  13/10/2018 21:38  Anonimo636

    Riflessioni a ruota libera di un nostalgico socialista. Prive di valore, significato, fondamento. Grazie a loro l Italia è affondata.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  3   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
24
02
2020
Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Dorinda di Prossimo incanta a Versus

Nutrita partecipazione per il secondo appuntamento della rassegna

02
03
2020
Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Il calcio marchigiano riparte il prossimo fine settimana, stop prolungato soltanto nel pesarese

Si riprende dalla giornata sospesa nell'ultimo week end dall'Eccellenza in giu'

01
03
2020
Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Gli ex pungono e la Recanatese esce sconfitta dal Della Vittoria, il derby va al Tolentino 3 a 1

Non basta il gol di Pezzotti ai giallo rossi che scivolano a meno 7 dalla vetta

28
02
2020
Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

Tolentino - Recanatese si gioca regolarmente, contrordine della Lega

In serie D girone F nessuna gara rinviata, giallo rossi di scena al Della Vittoria alle 14,30

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür