Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Settembre 2019 »
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

ARCHIVIO NOTIZIE

16
09
2019
DAL CUORE DI PORTO RECANATI UN INCONTRO PARTECIPATO PER DARE IL VIA ALLA “SFIDA ALLE STELLE” DI ATREJU 2019.

DAL CUORE DI PORTO RECANATI UN INCONTRO PARTECIPATO PER DARE IL VIA ALLA “SFIDA ALLE STELLE” DI ATREJU 2019.

si scaldano i motori per l’appuntamento alle urne che chiama i marchigiani nel maggio 2020.

16
09
2019
La SCENA DEL CRIMINE E SOPRALLUOGO DI POLIZIA GIUDIZIARIA

La SCENA DEL CRIMINE E SOPRALLUOGO DI POLIZIA GIUDIZIARIA

Riflessioni sui rilievi descrittivi – quinta parte 

Venerdì, 26 Ottobre 2018  Asterio Tubaldi  Stampa  165 

Cento anni dalla fine della Grande guerra, al via le celebrazioni a Montecassiano

Cento anni dalla fine della Grande guerra, al via le celebrazioni a Montecassiano

Il comune ricorda le vittime nella 1° guerra mondiale e nelle guerre d’Africa con una settimana di eventi

Montecassiano celebra la Grande guerra. Convegni, concerti e manifestazioni commemorative per celebrare il centenario della fine della prima guerra mondiale da domenica prossima (28 ottobre) a domenica 4 novembre.

Dopodomani il capoluogo ospiterà il 30° anniversario della fondazione della sezione bersaglieri “Luigi Camillo Natali”. I bersaglieri daranno la sveglia alla città alle 8.30 con la fanfara Bersaglieri di Acqualagna, poi è previsto l’ammassamento in piazza Unità d’Italia, mentre la cerimonia inizierà alle 9.15, un’ora dopo sarà celebrata la santa messa nella chiesa Collegiata e a seguire la sfilata con deposizione della corona d’alloro al Sacrario ai caduti. La manifestazione si chiuderà al suono della fanfara alle 12.15.

Gli appuntamenti riprenderanno sabato 3 novembre con un convegno alle 17.30 a Palazzo dei Priori sul tema “Dalle guerre di ieri alle guerre di oggi” a cui parteciperanno come relatori docenti delle università di Urbino e Macerata. A seguire, (ore 19) sarà presentato l’Albo d’oro dei caduti montecassianesi nella Grande guerra e nelle guerre d’Africa a cura del circolo culturale “Angelita Scaramuccia”. Le celebrazioni si chiuderanno domenica 4 novembre con la Giornata dell’Unità nazionale e delle forze armate. Alle 9.15 ci sarà l’alzabandiera e la deposizione della corona d’alloro al monumento all’aviatore nella frazione Sant’Egidio, alle 9.30 la cerimonia proseguirà al monumento ai caduti di Sambucheto con la partecipazione della banda filarmonica comunale “Piero Giorgi”. Alle 10.15 santa messa in Collegiata e corteo accompagnato dalla banda filarmonica comunale che da piazza Unità d’Italia raggiungerà via Oberdan e il sacrario ai caduti. Il pomeriggio, alle 17 lettura-concerto nella chiesa Collegiata in memoria dei caduti montecassianesi, l’evento è curato dalla banda “Piero Giorgi” diretta dal M° Osvaldo Bracalenti, da corale “Piero Giorgi” e coro voci bianche dell’Istituto comprensivo “G. Cingolani” diretti dal prof. Augusto Cingolani e dal circolo “Scaramuccia”.

«Questo programma – ha commentato il sindaco Leonardo Catena - rappresenta il modo migliore per chiudere il percorso di commemorazione della Grande guerra avviato a Montecassiano con una serie di iniziative nel 2015, riconosciute dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con la concessione del logo ufficiale del Centenario della Prima Guerra Mondiale, e ripreso in questo 2018. Un percorso reso possibile grazie alla partecipazione attiva del circolo culturale “Angelita Scaramuccia”, dell’Istituto comprensivo “G. Cingolani” e di molte associazioni locali. Nei tempi che viviamo diventa fondamentale salvaguardare la memoria intesa come capacità di imparare dal passato e risorsa per sognare il futuro. La memoria collettiva è un patrimonio culturale determinante per la vita civile delle società democratiche. La pubblicazione dell’Albo d’oro dei caduti montecassianesi – ha aggiunto il primo cittadino –, oltre a consegnarci un documento di rilievo per la storia locale, rappresenta non solo un dovuto riconoscimento per coloro che in varia misura lo hanno reso possibile ma anche un’azione concreta che, da un lato, ci invita a ripudiare la violenza e la guerra che troppo spesso hanno stroncato tragicamente giovani vite e talvolta intere generazioni e, dall’altro lato, a coltivare la memoria affinché si costruisca la pace».

 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
rinnovar2-sponsor silver

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür