Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Martedì, 30 Ottobre 2018 20:01  Asterio Tubaldi  Stampa  644 

DECORO URBANO E SICUREZZA: MOZIONE DI LORETO LIBERA

DECORO URBANO E SICUREZZA: MOZIONE DI LORETO LIBERA

Castellani e Castagnani: basta anarchia – il centro storico torni ad essere degno di una citta' conosciuta in tutto il mondo

Approda al protocollo del Comune di Loreto un nuovo importante atto presentato dalla lista Loreto Libera. Il tutto è nato dall'accorato appello di commercianti e residenti nonchè dal malumore che sentiamo venire anche da pellegrini e turisti, afferma la civica capeggiata da Crstina Castellani. La mozione, partita da spunti messi in opera dal consigliere Gianluca Castagnani, evidenzia una situazione, soprattutto estiva, di caos dovuto ad assenza di pianificazione viaria adeguata, rumore e disturbi sonori molesti, sporcizia, marciapiedi totalmente occupati e barriere architettoniche che ostacolo il passaggio dei diversamente abili.

Una Città-Santuario come Loreto non merita questo – esordisce Cristina Castellani - dal punto di vista turistico il Centro Storico è attraversato annualmente da milioni di persone che, raggiungendo il Santuario, ne visitano vie, piazze e luoghi circostanti con le fortificazioni e le mura sistine. Numerosi sono coloro – prosegue la capogruppo - che, diversamente abili o con gravi problemi di salute, si recano presso la Madonna di Loreto per ottenere grazie o conforto spirituale e, in quanto più “deboli” necessitano attenzioni particolari dal punto di vista dell’abbattimento delle barriere architettoniche.

Gianluca Castagnani evidenzia come centri storici di città sedi di Santuari Mariani o di altre importanti Chiese Cattoliche, si presentano come veri e propri “gioielli” nel senso dell’accoglienza, del decoro, della pulizia, oltre che della pianificazione del traffico viario e della garanzia di sicurezza e vivibilità per residenti e pellegrini. Loreto vede la presenza frequente di manifestazioni religiose oltre che eventi anche di altro tipo ma che comportano gestioni straordinarie rispetto al “normale” afflusso turistico e residenziale.

Loreto Libera mette nero su bianco il fatto che il Centro Storico Loretano, fuori ed entro le mura, necessita di una urgente quanto profonda revisione sotto molti aspetti: della viabilità, della sicurezza, del decoro, degli arredi urbani, del rumore e della qualità ambientale.

Castellani e Castagnani rimarcano il fatto che nello specifico molte vie del centro presentano cronici problemi di traffico, parcheggi “selvaggi”, marciapiedi assenti o inutilizzabili da carrozzine o da persone inabili o anziani, anche perchè occupati da esposizione di merci. La sosta di auto, anche temporanea e corrispondente ad esigenze di urgenza, spesso crea essa stessa pericolo per l’incolumità dei pedoni costretti a camminare sopra la sede stradale destinata alle auto.

Non solo: il decoro delle vie è notevolmente compromesso da applicazioni esterne inadeguate ed esposizione di materiali vari e disparati, in aree pubbliche in maniera incongrua; il verde sia di arbusti, siepi e piante a fiore è quasi del tutto assente e potrebbe, attraverso essenze molto decorative, rendere più apprezzabili le zone di passaggio o sosta dei turisti per la città. Le vie appaiono poco pulite e rifiuti come carta sporca, bottigliette e simili, spessissimo traboccano dai pochissimi cestini stradali destinati ai rifiuti stessi.

Per la Castellani i pullman che transitano anche vuoti, più e più volte, attorno alle mura storiche creano inquinamento dell’aria e acustico, oltre a creare impedimenti oggettivi alla viabilità ordinaria e pericolo per i pedoni, inoltre – prosegue Castagnani - rumori molesti di veicoli che percorrono le vie cittadine a fortissima velocità sono all’ordine del giorno soprattutto nei mesi estivi, provocando disturbo ai residenti e anche a tutti gli ospiti che albergano nelle strutture turistiche cittadine, un luogo sacro come quello del Santuario merita rispetto che invece spesso non è regolato a dovere. Occorre pertanto un "pugno più duro" nell'applicazione di norme, regolamenti ed ordinanze e di rivederne alcuni in maniera da far tornare Loreto una città Santuario come è conosciuta in tutto il Mondo.

Nell'impegno della mozione si chiede pertanto innanzitutto di stipulare apposito protocollo d’intesa con le forze dell’ordine per garantire la sicurezza attraverso efficaci azioni di controllo del territorio, anche per educare alla civiltà ed al rispetto delle regole, poi di regolamentare il rispetto e la sacralità dei luoghi con ordinanze apposite oltre che con azioni operative di contrasto ai rumori molesti, alla lotta a motori di veicoli inquinanti e rumorosi.

Castellani e Castagnani chiedono inoltre che si prendano precisi e puntuali accordi con la società attualmente incaricata dell’igiene e spazzamento urbano Consmari, affinchè essa intensifichi i passaggi di pulizia di strade e marciapiedi, svuotamento cestini rifiuti soprattutto nei giorni festivi. Occorre inoltre provvedere alla collocazione, nelle zone maggiormente frequentate dai turisti e visitatori, di cesti o mini cassonetti adatti ai centri storici, così come da regolamento vigente, prevedendo anche la consegna differenziata dei rifiuto.

Loreto Libera chiede inoltre un impegno nel predisporre piani straordinari che siano resi operativi dalla polizia municipale, tali che, in occasione di particolare affluenza turistica e traffico veicolare, consentano un rapido smaltimento di bus ed auto oltre il centro storico nonché di intervenire con efficace sostituzione o rirpistino di adeguate canalizzazioni, affinchè le infiltrazioni d'acqua piovana in diversi punti del centro storico non vadano a deteriorare ulteriormente gli edifici antichi con evidente

opinioni a confronto

2 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  31/10/2018 10:31  Anonimo732

    Direttore, cambi la fotografia: la piazza con le bancarelle non piace a chi... conta.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  31/10/2018 08:44  Guglielmo Papa

    Loreto Libera ha aperto gli occhi e si è accorta, finalmente, di ciò che i semplici cittadini vedono da sempre. Il decoro del paese è del tutto sconosciuto a chi amministra, salvo per piccole aree vicine e prossime ai "sacri palazzi". Appena fuori però è il disastro: nei giardini lungo le mura settentrionali, nel parcheggio di viale Ungheria (inaccessibile senza danni a chi ha un'automobile un po' più grande di una vecchia 500!), in piazza dei Galli e via elencando.
    E la polizia municipale tiratela fuori dagli uffici, per evitare il pericoloso ingorgo in via Marconi, per rendere fluido il traffico sotto il Bastione Sangallo, per accertare come sono cambiate le esigenze degli automobilisti che hanno bisogno di recarsi in centro (ad esempio negli uffici comunali), per verificare cosa bisogna cambiare e ammodernare nell'organizzazione della circolazione stradale. Non esistono sono i pellegrini cari ai rappresentanti vaticani, che arrivano, fanno il loro giro obbligato che comprende anche gli empori ecclesiastici e poi via, più veloci della luce.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür