Stampa questa pagina

Sabato, 17 Novembre 2018 08:59  Asterio Tubaldi  500 

Recanati: parte la petizione per l'uso pubblico dell'area del club Aquila al Mercato

Recanati: parte la petizione per l'uso pubblico dell'area del club Aquila al Mercato

Al via in città una raccolta firme per chiedere al sindaco per la riapertura al pubblico dell’area e della struttura del club Aquila che si trova nel quartiere del Rione Mercato. L’iniziativa è del comitato di quartiere e questo è il testo della petizione:

“Gent.mo sig. Sindaco, come ben sa. da anni il Rione Marcato è stato privato dello spazio pubblico a lui destinato secondo il piano regolatore, in quanto da decenni chiuso e utilizzato da soli privati.

AIla fine degli anni 70 molti recanatesi, compreso l'ex parroco del quartiere in questione, hanno versato diverse quote in denaro, pensando di contribuire alla realizzazione di uno spazio verde PUBBLICO, atto a svolgere attività ricreative e di socializzazione, di cui un quartiere ha bisogno come linfa vitale. Questa aspettativa è stata invece disattesa, dal momento in cui l’area è stata recintata e chiusa al pubblico, con un cartello all'ingresso che recita. "Proprietà privata - divieto di accesso.”

E’ ora di dire basta!

Non solo i residenti dei Rione Mercato ma i cittadini tutti del Comune di Recanati presentano questa petizione, affinchè l’area nota come “Club Aquila", e la struttura annessa vengano finalmente restituite alla comunità per l'utilizzo a cui sono destinate.

Il fine è quello di creare un punto  di aggregazione (mai avuto nel quartiere ) per tutti  potendovi avere libero accesso, senza divieti alcuni, che possa diventare centro ricreativo e culturale per tutta la cittadinanza.”

Come si ricorderà quell’area, ormai da tempo nella disponibilità del Comune, era gestita, sulla base di una vecchia convenzione sottoscritta con il Comune, dall’associazione che ospita, all’interno della struttura realizzata con i fondi dei soci, anche l’Enel Caccia. Lo spazio verde fuori, un tempo ricca di impianti sportivi, è oggi recintata e chiusa perché l’area, da tempo abbandonata e piena di materiale inerte, potrebbe rappresentare un pericolo per chi la frequentasse. Il club Aquila, comunque, da tempo si è dichiarato disponibile a concordare un uso diverso della struttura che concili l’interesse di tutti.

opinioni a confronto

1 commento