Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Giovedì, 29 Novembre 2018 17:15  Asterio Tubaldi  Stampa  773 

Nervi scoperti in seno alla maggioranza. Andrea Marinelli scrive agli iscritti del Pd

Nervi scoperti in seno alla maggioranza. Andrea Marinelli scrive agli iscritti del Pd

pubblichiamo la lettera che Andrea Marinelli ha inviato agli iscritti e simpatizzanti del suo partito di cui siamo venuti a conoscenza.

Lettera aperta del Segretario agli iscritti e ai simpatizzanti PD

Carissimi amici e compagni, vi scrivo perché non riesco a celare una certa marcata preoccupazione per un clima di tensione che si sta facendo sempre più crescente anche tra le fila del nostro circolo recanatese. Le notizie che sono apparse in queste ore sulla stampa riflettono all'esterno un'immagine sfilacciata e litigiosa, del tutto controversa a quella che ci chiedono  a gran voce i nostri elettori. Ho sempre sperato che Recanati potesse rappresentare un'oasi felice, dove l'esaltante avventura amministrativa di questi lunghi dieci anni che ci vede, chi più chi meno, tutti protagonisti essenziali e virtuosi fosse magicamente in grado di diradare le fitte nebbie che a pioggia discendono dai vertici nazionali. Con profondo rammarico debbo ammettere che mi sbagliavo. Mi sbagliavo perché dai venticelli e dalle frasi sussurrate per i corridoi o carpite qua e là, si è passati alle dichiarazioni sulla stampa, dove lapidarie sono le accuse di slealta' che vengono mosse ad alcuni esponenti ed amici del partito. Anche il clima di rabbia e livore respirato ieri sera in Assemblea non restituisce una bella immagine di noi. Questo Congresso forse capita nel momento meno opportuno e altrettanto inopportuna rimane la doppia candidatura che accende eccessivamente gli animi e alimenta la diffidenza tra tutti noi. Personalmente non ho trovato nulla di sconvolgente nella richiesta di un nostro Consigliere di rinviare i punti legati all'approvazione di Bilancio perché ho avuto modo di confrontarmi con lui e di accertarne le motivazioni positive che lo hanno spinto verso questa richiesta. L'ultimo Bilancio di questi favolosi anni deve rappresentare un'esperienza altamente condivisa dove ognuno di noi che siede nell'aula di Consiglio è chiamato deontologicamente a portare il proprio contributo al meglio delle proprie possibilità. Io stesso sono stato molto critico e duro durante l'unica riunione di maggioranza che affrontasse il tema proprio perché ritenevo inconcepibile che quel Bilancio potesse essere approvato il giorno successivo in Giunta senza una previa e approfondita discussione tra noi Consiglieri, soprattutto considerando gli ampi margini a disposizione. Le mie rimostranze sono però cadute nel vuoto e si è voluto procedere in quarta marcia e senza una reale motivazione. L'ho accettato come è naturale che fosse, sia in virtù del mio essere che per salvaguardare la tranquillità dell'intero gruppo. Nei giorni successivi prima del Consiglio ho cercato di mediare, anche con successo, con  il Sindaco e con il Vice Sindaco, che ringrazio per la disponibilità, alcune istanze trasmesse da diversi Consiglieri e emerse ad  una prima fugace lettura onde evitare la presentazione di eventuali emendamenti. I tempi troppo stretti però hanno portato altri Consiglieri all'esigenza di avere un po' più di tempo a disposizione e d'altra parte, essendo il Bilancio materia di Consiglio, la loro richiesta non mi è apparsa così arcana. Adesso credo, dopo gli incidenti sulla stampa, che l'unico modo per uscire a testa alta da questa situazione sia quello di appoggiare compatti il documento di rinvio abbracciandone totalmente tutta la sua natura virtuosa. Sarebbe un grande segno di forza e di responsabilità da parte di tutti i nostri Consiglieri. Un gesto che cancellerebbe ogni tipo di critica esterna, soprattutto se il parere favorevole fosse espresso dal nostro capogruppo e fugherebbe ogni perplessità sulla  possibilità di essere compatti e coesi sia oggi che nell'immediato futuro, dove ci attende una lunga campagna elettorale per il grande obiettivo di raggiungere una meritatissima riconferma alla guida della nostra città.
 

opinioni a confronto

10 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  30/11/2018 15:25  Anonimo639

    Da una "lettera aperta" speravo di poter trarre elementi per comprendere qualcosa sulle ragioni che allontanano le fazioni e su quelle che invece dovrebbero essere gli argomenti per riavvicinarle.
    Purtroppo ho avuto l'impressione che il PD, a livello locale come pure a livello nazionale sia oggi capace soltanto di parlarsi addosso.
    Mi dispiace davvero perchè nessuno sembra ancora comprendere che in questo modo si è riusciti a distruggere la sinistra e a consegnare il paese in mano a populisti, mentre sempre di più dilaga il razzismo e la xenofobia.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 1  30/11/2018 07:00  Anonimo713

    Rosica Belelli... rosica!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 2  30/11/2018 06:21  Anonimo902

    solo propaganda

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 3  29/11/2018 21:20  Anonimo482

    Dovevate sfiduciare il Sindaco e la sua cricca un anno fa .......

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  2   Rimuovi


  • 4  29/11/2018 21:18  Anonimo889

    Ci vuole il Buonsenso , cosa che i cari compagni non sanno dove sia di casa

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  0   Rimuovi


  • 5  29/11/2018 19:33  Iscritto (ancora) al Pd

    Lettera aperta scritta all’indomani di un’assemblea degli iscritti dove lo stesso segretario non ha aperto bocca non intervenendo né sulla questione regionale né su quella cittadina.
    Evidentemente per lui é più semplice esprimere idee e opinioni senza contraddittorio.
    Non ci siamo proprio caro segretario, la tua incapacità di gestire il partito locale é evidente e sotto gli occhi di tutti.
    Questo è quello che succede quando da arbitro ci si vuol trasformare in giocatore e scendere in campo per una parte.
    E tu ambiresti a fare il sindaco? Ma per carità, a casa prima possibile.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  8   Rimuovi


  • 6  29/11/2018 19:20  Massimo Belelli

    ho fatto parte dell'amministrazione che guida Recanati da dieci anni e che credo abbia cambiato in meglio il paese. Leggere certe cose mi rattrista, vederne altre ancor di più. credo che il congresso svolto in modo democratico sia ciò che da sempre contraddistingue il P.D. da altri partiti o movimenti, cercare di renderlo come gli altri contribuisce solo alla sua distruzione totale. Credo inoltre, caro segretario, che una lettera agli iscritti non debba essere pubblicata sul giornale, ma magari la lettera era solo un pretesto per mascherare altre intenzioni?. Io credo che la cosa da fare davvero sia votare il bilancio di previsione e non bloccare la possibilità di ulteriori interventi in città, vedi le strade, ma magari al segretario, DI MAGGIORANZA, interessano altre cose.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    11  13   Rimuovi


  • 7  29/11/2018 19:11  Anonimo524

    il segretario del PD non sa più che PESCIO pigliare, ognuno parla per se e non esiste una linea, l'incapacità a guidare il suo partito è più che evidente, farebbe bene a dimettersi

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    10  4   Rimuovi


  • 8  29/11/2018 18:55  Gianni Bonfili

    Ho il timore che quanto emerge da questa lettera vada oltre la vicenda specifica,Recanati ed il PD.Infatti leggo di situazioni analoghe in molti altri contesti,compreso quello del Governo centrale.Ha preso campo l'insofferenza al confronto,accusato di essere dispersivo,foriero di compromessi,come se fossero tutti nettamente negativi mentre,a certe condizioni,sono il sale della democrazia,la varietà,la complessità dei problemi rende prezioso il tempo da gestire con logica economica.Frutto di questo clima è stata anche la legge che ha modificato il funzionamento ed il ruolo dei Consigli Comunali,caricando di grandi responsabilità Sindaci e loro delegati.In tal modo,almeno a questi livelli,mi pare che la democrazia sia tornata ad una delle sue prime,pallide manifestazioni :l'aristocrazia.Trovo della massima urgenza riscoprire i grandi pregi del dialogo aperto,sereno,obiettivo e costruttivamente critico al posto dello scannatoio sadico al quale stiamo assistendo anche con applausi diffusi.Gianni Bonfili

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  4   Rimuovi


  • 9  29/11/2018 18:41  ex

    Bè caro Marinelli i lunghi coltelli tra di voi non fanno che rendere felici i tanti detrattori ed anche tra gli stessi che sono simpatizzanti e votato PD .Non è un bel clima che sicuramente lascerà strascichi anche in futuro con chi se ne và x i fatti suoi accompagnato ed altri che si aggregheranno con qualche civica ,che pena .E da qui a maggio quante se ne sentiranno di bombarde e poi non lamentatevi .

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  1   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
Radio Erre
MANCANO  
24
03
2019
La Si Superstore Prical Recanati rompe il ghiaccio in trasferta, importante blitz a Cerignola al quinto set

La Si Superstore Prical Recanati rompe il ghiaccio in trasferta, importante blitz a Cerignola al quinto set

Primo successo esterno stagionale per le giallo blu nel delicatissimo scontro  salvezza

24
03
2019
La Recanatese vince il derby dei Poeti, 3 a 0 alla Sammaurese e terzo posto solitario

La Recanatese vince il derby dei Poeti, 3 a 0 alla Sammaurese e terzo posto solitario

Ancora una doppietta di Pera, poi chiude Borrelli per il quarto successo di fila dei giallo rossi

24
03
2019
Il Villa Musone cala il poker e continua a sperare

Il Villa Musone cala il poker e continua a sperare

Giallo blu vittoriosi nel derby con il Loreto 4 a 2, doppiette per Tonuzi e Bonifazi