Stampa questa pagina

Lunedì, 03 Dicembre 2018 22:14  Anna Rita Marconi  66 

Il PD Recanati sceglie Gostoli come segretario regionale e nomina la Pennacchioni e Guzzini nell’Assemblea regionale

Il PD Recanati sceglie Gostoli come segretario regionale e nomina la Pennacchioni e Guzzini nell’Assemblea regionale

E’ il pesarese Giovanni Gostoli il neo segretario regionale del Pd con il 68% dei consensi rispetto a Paolo Petrini che ha conquistato un lusinghiero 32%. Anche a Recanati è risultato il più eletto nella corsa alla segreteria regionale del PD. Sono stati 541 i votanti e ben 334 hanno scelto Gostoli mentre il resto, 216, hanno votato per Paolo Petrini (una sola scheda bianca). Le primarie servivano anche a eleggere, oltre al segretario del partito, gli 80 componenti dell’Assemblea regionale (25 Pesaro, 22 Ancona, 15 Macerata, 18 Ascoli-Fermo).

Per Recanati ne entra a far parte l’assessore Roberta Pennacchioni per la lisra Gostoli e il consigliere Carlotta Guzzini per quella di Petrini.

A livello regionale 27 componenti sono in quota Petrini contro i 53 di Gostoli. Lo statuto prevede che a richiedere eventualmente le primarie per la scelta del candidato per le regionali 2020 sia almeno il 15% dell’assemblea. E ciò sarà possibile per il gruppo Petrini così come voleva il «gruppo dei sindaci» guidato da Valeria Mancinelli (Ancona) e Romano Carancini (Macerata).

Grande la soddisfazione del segretario cittadino del PD Andrea Marinelli: “Straordinario lavoro di squadra e grande soddisfazione per l’elezione di Roberta Pennacchioni nella maggioranza dell’assemblea regionale. Tradotto in numeri il risultato recanatese è a dir poco sensazionale. Adesso si riparte in quarta marcia. Viva il Partito Democratico”.

Questo il commento anche del vice segretario del partito Cristiano Saletti: “E’ stata una grande giornata di democrazia. Una giornata che testimonia che il partito di Recanati è vivo e capace di coinvolgere. Sicuramente dovremo chiarite alcuni aspetti sull’azione amministrativa e correggere alcune storture relative ai rapporti con il gruppo consiliare. Ma una cosa alla volta faremo tutto. Sono ottimista per il futuro”.

opinioni a confronto

1 commento