Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Febbraio 2019 »
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28      

ARCHIVIO NOTIZIE

20
02
2019
VIDEONEWS
Nuova sede per l'AIDO Recanati

Nuova sede per l'AIDO Recanati

Intervista alla presidente Piera Marconi

20
02
2019
AUDIONEWS
Nuove sedi per il Belcanto Italiano ® Duo

Nuove sedi per il Belcanto Italiano ® Duo

Pillole Gigliane

19
02
2019
AUDIONEWS
Minestrò al Bacio...Kinder & Ferrero

Minestrò al Bacio...Kinder & Ferrero

Arrivederci e grazie!

Mercoledì, 09 Gennaio 2019  Nikla Cingolani  Stampa  203 

Il mondo fluttuante di Hokusai e Hiroshige

Il mondo fluttuante di Hokusai e Hiroshige

Prima puntata di Wunderkammer a cura di Stefano Verri

Appuntamento con l'Arte 7 gennaio 2019 - Prima puntata della rubrica quindicinale a cura del critico d’arte e curatore indipendente Stefano Verri. Wunderkammer è un viaggio nelle stanze delle meraviglie con spunti di bellezza scelti attraverso una selezione di luoghi inconsueti incredibilmente suggestivi: dalle mostre più importanti e particolari in musei e gallerie d’arte contemporanea, ai protagonisti delle arti del nostro secolo, per soddisfare la nostra innata curiosità verso l’arte e i suoi protagonisti. In questa puntata Verri ha presentato la mostra degli artisti giapponesi Hokusai e Hiroshige dal titolo "Oltre l'onda", in corso a Bologna nel Museo Civico Archeologico fino al 3 marzo 2019, un focus sulle opere degli anni trenta dell’Ottocento che segnarono l’apice della produzione ukiyoe, nota  anche come “immagini del Mondo Fluttuante”. 

Hokusai, spiccò immediatamente tra i più raffinati rappresentanti di questo filone pittorico. Attraverso le sue silografie policrome l’artista seppe interpretare in modo nuovo il mondo in cui viveva, con linee libere e veloci e un uso sapiente del colore, in particolare del blu di Prussia, da poco importato in Giappone, traendo spunto sia dalla pittura tradizionale autoctona sia dalle tecniche dell'arte occidentale.

Più giovane di circa vent’anni rispetto a Hokusai, Hiroshige, noto anche come “maestro della natura”, divenne un nome importante della pittura ukiyoe. La sua dedizione instancabile al lavoro, che fruttò centinaia di dipinti su rotolo oltre che silografie policrome, lo portò a sperimentare in questo campo diversi formati di foglio fino ad approdare a quello verticale, che sfruttò al massimo delle potenzialità grafiche, a partire dagli anni cinquanta. 

Stefano Verri mette a confronto la celeberrima onda di Hokusai, orizzontale con una lontanissima veduta del Monte Fuji, con l'onda in verticale di Hiroshige dove, al contrario, il Monte Fuji è molto ben visibile.

Buon ascolto!

 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
rinnovar2-sponsor silver