Stampa questa pagina

Domenica, 03 Febbraio 2019 10:43  Asterio Tubaldi  497 

Recanati: il comitato mense scolastiche denuncia una gestione con tanti buchi neri

Recanati: il comitato mense scolastiche denuncia una gestione con tanti buchi neri

riportiamo il verbale pubblicato su facebook dal comitato stesso

OGGETTO: VERBALE INCONTRO GENITORI, RAPPRESENTANTI DI CLASSI, INSEGNANTI E COMITATO MENSA

Il giorno 31.1.19 presso il Salone del Mutilato a avuto luogo l’incontro in oggetto.

Per il Comitato Mensa erano presenti:

Presidente BONACCI DANIEL
Segretario CORRADINI SARA
Consiglieri MICCINI STEFANO
ONOFRI FABIO

Con la partecipazione di un numero ufficiale di 58 tra docenti, genitori e rappresentanti di classe si è discusso delle ultime modifiche del menù e l’andamento delle prime 4 settimane dei nuovi menù e raccolte varie e articolate istanze.

I temi toccati sono stati:

• Sostituzione della pizza e polenta dal menù con parmigiano e mozzarella. Si è spiegato ai partecipanti che questo adeguamento temporaneo del menù è dovuto all’entrata della ditta appaltatrice, la Serenissima Ristorazione a Gennaio 2019 (in corso d’anno scolastico) senza quindi avere il tempo di fare prima modifiche alle strutture necessarie. Tali modifiche verranno valutate eseguibili dal dirigente comunale nel caso i genitori le richiederanno.
• Grammature delle pietanze e porzioni molto scarse. Soprattutto in riferimento alle scuole primarie e secondarie si nota un forte e generalizzato disagio di bambini e insegnanti per le porzioni troppo piccole e non sufficienti; per questo i genitori chiedono più tolleranza nelle grammature soprattutto per i più grandi. Da notare però che a fronte di porzioni ritenute misere si ha una elevata quantità di cibo non consumata e destinata a divenire rifiuto. Questo fa ritenere che i cibi graditi generino un surplus di richiesta che, da capitolato d’appalto, la Serenissima Ristorazione non può soddisfare e questo genera malcontento, mentre le pietanze meno gradite non vengono consumate.

• Quantità della materia prima delle pietanze scarsa, olio rancido e parmigiano puzzolente.
• I cibi risultano poco conditi e mal elaborati; c’è un uso del sale non sempre ottimale, inoltre vengono cucinati in modo da renderli non appetibili. In particolare risultano non graditi le crocchette di pesce, elaborati di legumi e uova sode.
• Servizio ai tavoli spesso confuso e disorganizzato. Il personale non ha una visione d’insieme e capita che molti bambini vengono “saltati”. Il parmigiano o manca o non è sufficiente per tutti. I pasti arrivano tardi e i bambini non hanno il tempo di mangiare o mangiano frettolosamente oppure arrivano freddi. Ci sono stati episodi in cui è terminato il secondo prima che tutti gli utenti della mensa (alunni, insegnanti e personale ata) siano stati serviti.
• Problemi legati ad aspetti igenico-sanitari degli alimenti. Sono state trovate lumache nell’insalata, capelli nei piatti, parmigiano con muffa, frutta a tavola (mele e arance) marce.
• L’allineamento del menu vegano al menu tradizionale.
• Si è discusso anche della possibilità di controllo e ispezione di altri locali oltre al refettorio da parte del Comitato Mensa, cosa sempre avvenuta in passato ma negata dal nuovo capitolato. Si propone petizione per reintegrare tale possibilità.

In particolare nella scuola:
• di via Aldo Moro e le Grazie alcune insegnanti hanno riportato un costante diminuzione del quantitativo delle porzioni a volte insufficienti per tutti i presenti;
• le Grazie il personale di cucina è spesso disorganizzato, visibilmente nervoso, alcune insegnanti testimoniano anche episodi di estremo nervosismo tra il personale di cucina con l’uso nei loro dialoghi di intercalari sicuramente non appropriati;
• a San Vito si lamenta un servizio frettoloso e igienicamente discutibile e la pasta fredda;
• a Beniamino Gigli i pasti arrivano troppo spesso freddi e spesso salati.

Restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti.

opinioni a confronto

7 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!