Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it
« Marzo 2019 »
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

ARCHIVIO NOTIZIE

19
03
2019
AUDIONEWS
Minestiramisù

Minestiramisù

Savoiardi o Oro Saiwa?

Scrivetecelo nei commenti!

18
03
2019
VIDEONEWS
Intervista a Riccardo Garbuglia, Fabio Mariani, Francesco Russo

Intervista a Riccardo Garbuglia, Fabio Mariani, Francesco Russo

Mostra "L'Infinito" - Atrio Comunale Recanati

Giovedì, 07 Febbraio 2019 19:20  Asterio Tubaldi  Stampa  206 

Dalla Regione aiuti irrilevanti per le tante famiglie con persone affette da autismo.

Dalla Regione aiuti irrilevanti per le tante famiglie con persone affette da autismo.

nota del consigliere regionale Sandro Zaffiri

Nella Commissione Sanità di oggi si è discusso di un provvedimento della giunta regionale che stabilisce i criteri per la concessione di contributi alle famiglie con persone con disturbi dello spettro autistico che si avvalgono dei metodi riabilitativi riconosciuti dall'Istituto Superiore della Sanità.

Sicuramente un'azione validissima – sostiene Zaffiri – ma con una copertura finanziaria del tutto irrisoria, stiamo parlando di una somma totale di 248.000,00 euro.

L'autismo è una patologia altamente invalidante che determina una alterazione precoce e globale di tutte le funzioni essenziali del processo evolutivo ed è proprio sulle famiglie che ricade l'onere più alto per l'assistenza, sia sul versante emotivo che su quello materiale.

Sull'atto la Commissione ha espresso parere favorevole ma il capogruppo Zaffiri ritiene che lo stanziamento previsto sia una goccia nel mare.

Questa maggioranza continua a non dare risposte adeguate a tante famiglie marchigiane, conclude Zaffiri.

 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo