Stampa questa pagina

Giovedì, 21 Febbraio 2019 22:59  Asterio Tubaldi  181 

ELETTRODOTTO AEREO ACQUARA – PORTO POTENZA PICENA. APERTURA DI UN TAVOLO DI CONCERTAZIONE

ELETTRODOTTO AEREO ACQUARA – PORTO POTENZA PICENA. APERTURA DI UN TAVOLO DI CONCERTAZIONE

L’istituzione di un tavolo tecnico di concertazione al fine di individuare i termini progettuali capaci di coniugare le esigenze della distribuzione elettrica con una maggior tutela del territorio. E’ quanto concordato a conclusione del Consiglio Comunale aperto, svoltosi presso l’Auditorium Scarfiotti, voluto dall’Amministrazione Comunale per discutere sull’ipotesi di progetto, avanzata alcuni mesi fa dalla società statale Terna, per un elettrodotto aereo da località Acquara di Recanati fino alla Val d’Asola di Potenza Picena. L’Assise aperta agli interventi della cittadinanza fa seguito ad un primo incontro pubblico sul tema tenutosi la scorsa estate a Montecanepino, nel quale si era formato un comitato spontaneo di residenti. Le perplessità e le preoccupazioni espresse dai cittadini erano state fatte proprie dall’Amministrazione Comunale, la quale ha avviato un serio e proficuo confronto con i tecnici di Terna, sin da subito resisi disponibili al dialogo ed alla concertazione degli interventi. Disponibilità confermata anche con la presenza in Consiglio Comunale, durante il quale sono state dettagliatamente spiegate esigenze pubbliche di distribuzione e l’ipotesi di progetto dell’elettrodotto aereo Acquara – Porto Potenza Picena. Costruttivi e pacati anche gli interventi sia dei consiglieri che del pubblico che hanno auspicato una soluzione utile a tutte le parti in causa. “Esprimo soddisfazione per i toni e per la concretezza del Consiglio Comunale aperto – ha detto il Presidente, Mirco Braconi – facciamo nostra la disponibilità di Terna ad avviare un tavolo tecnico per una nuova ipotesi di progetto che cercheremo di mettere al lavoro già nei prossimi giorni, di concerto con l’Assessore all’Ambiente Tommaso Ruffini, coinvolgendo Provincia, Regione, Arpam e i residenti”.

 

Anche il Sindaco facente funzione, Noemi Tartabini, ha accolto positivamente la disponibilità di Terna a ridiscutere il progetto, sottolineando il ruolo dell’Amministrazione Comunale che “ha voluto con forza organizzare il Consiglio Comunale aperto ed invitare sia i rappresentanti di Terna Spa che il Presidente della Regione, o suo delegato, per approfondire e condividere il progetto presentato in cui si prevede la realizzazione di un elettrodotto aereo lungo 9,6 km che consentirà il collegamento tra l’esistente linea Osimo – Trava deviazione Acquara alla cabina primaria di Porto Potenza Picena. Il 30 luglio scorso l’Amministrazione Comunale ha già incontrato la cittadinanza presso la frazione di Montecanepino. Accertata disponibilità al dialogo e al confronto di Terna anche a rivedere il progetto iniziale. Resta forte preoccupazione – aggiunge il Sindaco ff Tartabini – circa l’impatto ambientale e turistico e circa l’innalzamento dei livelli dell’inquinamento elettromagnetico. Preoccupazione che non è frutto di competenze in materia bensì dettato dal ruolo che rivestiamo. Siamo responsabili delle condizioni di salute della popolazione e della tutela dell’ambiente. Con questa richiesta della Terna il nostro territorio viene ulteriormente messo a dura prova. Un territorio già deturpato e segnato profondamente da un altro elettrodotto, dalla presenza del radar militare e dalla ferrovia adriatica. Quindi la nostra attenzione e la nostra sensibilità in questo campo è ai livelli massimi e l’impegno è rivolto alla tutela del territorio e dei suoi cittadini”.