Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Venerdì, 15 Marzo 2019 20:48  Asterio Tubaldi  Stampa  372 

Per un'ecologia integrale: nota di Massimiliano Grufi

Per un'ecologia integrale: nota di Massimiliano Grufi

Quella di oggi è sicuramente una giornata straordinaria. Milioni di ragazzi sono infatti scesi in piazza a difesa della terra, combattendo le cause dei cambiamenti climatici, per sensibilizzare gli Stati e in generale la politica sul tema dell’emergenza climatica. La manifestazione, che porta il nome di ‘Fridays for Future’ (venerdì per il futuro) è stata ispirata dalla 16enne svedese Greta Thunberg che ha parlato in difesa del clima e dell’ambiente.
Credo che i tempi siano maturi perché i cittadini si prendano delle responsabilità, cambiando profondamente il proprio stile di vita e determinando le scelte della politica attraverso una scelta ponderata dei propri referenti negli organi di governo.
Non si tratta solo di avere una cultura ambientalista, nella concezione forse desueta del termine, ma piuttosto di ‘abbracciare’ pienamente un modo di essere diverso e rispondente alla definizione di ‘ecologia integrale’. Dobbiamo infatti superare la nostra visione antropocentrica: se si vuole evitare la catastrofe, l’unica soluzione possibile è una ecologia integrale.
Recuperando un contributo del Centro Studi Acli Marche del Luglio 2015, per ‘Una prima lettura della recente enciclica di papa Francesco’, ho potuto riprendere concetti preziosi che oggi costituiscono parte del programma di governo per la città di Recanati.
All’ecologia ambientale, incentrata sulla custodia del giardino del mondo, occorre affiancare una ecologia economica e sociale, attenta agli uomini, a tutti gli uomini, ma in particolare ai più poveri. E occorre affiancare una ecologia culturale, perché anche il patrimonio storico, artistico e culturale è minacciato. E infine occorre affiancare una ecologia quotidiana, attenta alla qualità dei rapporti e dello spazio in cui si svolge la vita quotidiana.
È questa l’ecologia integrale, inseparabile dal principio del bene comune, che realizza il rispetto della dignità dell’uomo ma salvaguardando dell’intero ecosistema.
Per troppo tempo è mancata una visione critica, non solo nei confronti della questione ambientale, ma più in generale nei confronti dell’attuale sistema economico.
In Italia, poi, la mancanza di coscienza ecologica si associa alla mancanza di senso dello Stato e alla mancanza di attenzione al bene comune. È una spirale che è possibile interrompere solo con un impegno educativo da troppo tempo latente: educare alla custodia del creato, quindi, ma educare anche alla legalità, educare al senso dello Stato ed educare al bene comune.
Una impostazione di questo tipo richiede scelte coraggiose:
1) la politica deve recuperare la sua capacità di guida della tecnocrazia, dell’economia e della finanza;
2) serve una educazione alla cittadinanza attiva e serve un sostegno concreto alle esperienze di cittadinanza attiva: una cittadinanza che pratichi nuovi stili di vita e forme di consumo critico; una cittadinanza che sperimenti anche forme di nuova economia (dai gruppi di acquisto solidale alla finanza etica, dall’economia di comunione alla cooperazione e al mutualismo);
3) occorre avere una visione di fondo: quella contenuta nell’enciclica Laudato sì: la salvaguardia del creato e la cura dell’ecosistema planetario devono coniugarsi con altre scelte; in particolare occorre privilegiare l’economia reale, ridare centralità al lavoro, contrastare il degrado sociale, lottare contro l’iniquità planetaria.
Una sensibilizzazione che deve inevitabilmente arrivare anche in ambito locale, attraverso un’informazione più curata nei confronti dei cittadini. E’ necessario realizzare campagne informative e giornate a tema volte ad eliminare gli sprechi, diminuire gli inquinamenti e favorire progetti di riqualificazione delle arre verdi urbane ed extraurbane. Occorre prevedere la realizzazione di percorsi pedonali e ciclabili che sappiano collegare l’intero territorio comunale con quello provinciale e regionale, creando i presupposti per avviare una politica di sviluppo del turismo sostenibile. Bisogna, infine, cominciare a considerare l’acqua, la terra e l’aria non più come beni inesauribili; ciò significa pensare non solo alle nostre esigenze ma a quelle delle future generazioni.
Gli interventi anche a livello locale per attuare questo processo possono essere diversi e di carattere trasversale, come creare una viabilità migliore – che significa accorciare i percorsi e inquinare meno, favorire il trasporto pubblico per conseguire un miglioramento della vivibilità dentro la nostra città che nel tempo potrà cambiare, ma senza imposizioni e nel rispetto di tutti. Ancora, prevedere a livello comunale un piano di manutenzioni serio (strade, marciapiedi, caditoie, parchi e giardini, percorsi
pedonali in aree rurali, piste ciclabili, fossi e fiumi ecc.), la piantumazione di spazi pubblici e privati per la creazione di nuovi parchi urbani, una accurata pulizia urbana, un ragionamento complessivo sulle politiche per la gestione integrata dei rifiuti e l’incentivazione di energie pulite ed alternative, ma anche un piano che preveda l’abbattimento delle barriere architettoniche o interventi finalizzati alla realizzazione di nuovi servizi per le persone più disagiate e più deboli.
Abbiamo quindi bisogno di una politica che affronti la questione ambientale con un approccio integrale, di uno sviluppo sostenibile sia dal punto di vista ambientale che dal punto di vista sociale e di uno sviluppo che si basi sulla solidarietà fra le generazioni e scelga di affrontare i problemi globali praticando la fraternità e la solidarietà.
Massimiliano Grufi

opinioni a confronto

13 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  21/03/2019 13:36  Anonimo627

    Adesso, a distanza di una settimana, si è capito quale sia la visione ecologica del signor Grufi, una bella lottizzazione di matrice cattolica con la scusa di un villaggio per persone con handycap, disabilità etc. dopo aver liquidato l'ospedale pubblico. Una speculazione edilizia bella e buona mentre nel centro storico ormai abiteranno solo i gatti randagi. Altro che Civitas Vitae!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 1  19/03/2019 16:41  Anonimo864

    Cominciamo a ricordare a tutti i lettori di questi sito che gli abitanti di Recanati se hanno oggetti che non usano più, invece di intasare l'isola ecologica, possono portarli al bellissimo centro del riuso di Sambucheto che un piccolo Comune come Montecassaino gestisce in modo esemplare. Anche questa è cultura, anzi questa è la cultura vera e la politica buona, quella che non strombazza ma agisce giorno per giorno. Che almeno le buone pratiche siano conosciute e possibilmente praticate......

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  0   Rimuovi


  • 2  17/03/2019 13:13  Anonimo769

    D'accordo su tutto, ma a quando atti concreti, tipo incentivi ai negozi che vendono i detersivi alla spina invece dei soliti criminali flaconi di plastica? Il candidato era anche nella precedente amministrazione e non ho notato tutta questa sensibilità negli scorsi dieci anni, anzi tanti alberi abbattuti e tanti supermercati pieni di plastica monouso!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    1  1   Rimuovi


  • 3  16/03/2019 16:18  Anonimo992

    Gli esseri umani sono inquinanti sia ricchi che poveri, ma nei paesi sviluppati siamo già a un trend demografico negativo.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  0   Rimuovi


  • 4  16/03/2019 14:01  Friulano

    La domenica mattina solitamente suonano il campanello i cosiddetti "testimoni". Qualche famiglia decide anche di appiccicare sopra il campanello l' adesivo " testimoni...no grazie". Anche io ho deciso di appiccicare l'adesivo... però con la scritta " trovateve un lavoro, assaporare un po' de fatiga...male non v'è fa..." Grazie eh, cordiali saluti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  2   Rimuovi


  • 5  16/03/2019 12:44  Anonimo641

    Anonimo992 che siamo gli animali peggiori è vero. Ma sono quelli "ricchi" che inquinano di più. Aggiornati

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    0  1   Rimuovi


  • 6  16/03/2019 09:16  Anonimo480

    massi te manca de fa la vendita porta a porta e poi sei a posto

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  3   Rimuovi


  • 7  16/03/2019 09:04  Anonimo961

    Concordo piana ente l'idea del l'anonimo 281.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 8  16/03/2019 00:35  Anonimo281

    Risolvo che il mio non voto, non partecipa e non va a sommarsi al premio di maggioranza, perchè anche una scheda in bianco, pasticciata o scarabocchiata è sempre un voto che va dato al partito e coalizione che ha preso potenzialmente più voti degli altri.
    Allo stato attuale per me non ci sono partiti, coalizioni, candidati che mi rappresentano, nei prossimi giorni forse chissà non si sa, ma se rimane tutto come oggi, non mi va che il mio voto bianco o nullo vada proprio a quel partito o quello schieramento che non ho scelto, non mi piace e non sopporto, ti è chiaro il concetto?

    http://www.targatocn.it/2013/02/17/leggi-notizia/argomenti/cuneo-e-valli/articolo/e-per-chi-non-si-sente-rappresentato-da-nessuno-ce-il-voto-di-protesta.html

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  2   Rimuovi


  • 9  15/03/2019 22:03  Anonimo134

    È noto che Grufi di ecologia non se ne intende ma comunque ci prova. Qualcuno gli può dire che non può essere tuttologo se vuole essere credibile?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    7  4   Rimuovi


  • 10  15/03/2019 21:48  Anonimo470

    A Massimilià! con questi buoni propositi vai a dare una mano alla Raggi!
    Nel link sotto da cliccare c'è un video che mostra oltre la sensibilità che i Romani hanno per il decoro della città anche l'incapacità di una giunta inefficiente guidata da una sindaca spocchiosa e inconcludente!
    https://www.youtube.com/watch?v=XUHJpN9cxEw

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    3  4   Rimuovi


  • 11  15/03/2019 21:24  Anonimo516

    Massi, se vuoi essere veramente ecologico rottama Biagiola e Castagnari; due che ti faranno solo rimettere.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    6  3   Rimuovi


  • 12  15/03/2019 20:59  Anonimo992

    Abbiamo bisogno di tanta contraccezione soprattutto nei paesi del terzo mondo. Gli esseri umani al mondo sono troppi e l'uomo è l'animale più inquinante di tutti.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  1   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
18
07
2019
Montefano, in cantina l’omaggio ai 200 anni dell’Infinito di Leopardi

Montefano, in cantina l’omaggio ai 200 anni dell’Infinito di Leopardi

Sabato 20 luglio 2019, Ore 18.30 - Casa Vinicola Accattoli - Via del Donatore 25 - Montefano

21
07
2019
Recanatese, dall'Empoli l'under Pietro Lattanzi

Recanatese, dall'Empoli l'under Pietro Lattanzi

Il difensore classe 2001 sarà a disposizione di mister Giampaolo, torna in giallo rosso Mattia Monachesi

20
07
2019
Recanatese, da lunedì tutti a lavoro

Recanatese, da lunedì tutti a lavoro

Appuntamento alle 9 al Tubaldi, l'elenco dei convocati per la preparazione atletica

19
07
2019
Al via il Villa Musone 2019 2020

Al via il Villa Musone 2019 2020

Primo incontro tra tante novità per i villans, con la voglia di ripartire dopo la retrocessione dello scorso campionato

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür