Radio Erre notizie locali Recanati
Ascolta la webradio di Radio Erre
notiziemultimediali.it

Lunedì, 18 Marzo 2019 21:53  Asterio Tubaldi  Stampa  724 

Nati i comitati contro l'elettrodotto aereo che Terna prevede di realizzare tra Recanati e Porto Potenza Picena.

Nati i comitati contro l'elettrodotto aereo che Terna prevede di realizzare tra Recanati e Porto Potenza Picena.

Pronta la risposta di Terna

Di nuovo in campo per la salute e la salvaguardia del paesaggio. Su queste volontà manifestate durante l'assemblea pubblica del 15 c.m. è maturata tra i cittadini la
necessità di costituire, come 19 anni fa, dei comitati a Recanati, Potenza Picena e Morrovalle per contrastare il nuovo elettrodotto aereo da 132 Kv che Terna intende realizzare unendo la centrale di Acquara di Recanati con quella di Porto Potenza Picena.
Coordinati tra loro per avere una maggiore efficacia, i comitati – liberi, apolitici e apartitici – si propongono di ridiscutere la nascita del nuovo elettrodotto (si tratta della vecchia proposta di una linea che attraversava, in origine, Osimo, Recanati, Montelupone, Potenza Picena, Morrovalle, Monte San Giusto) collaborando con le amministrazioni e le agenzie preposte, partecipando ai tavoli tecnici con Terna.
Esigiamo di conoscere la reale necessità del progetto visto che la stessa Regione Marche ha reso noto un calo di richiesta di energia pari al 10%.
Inoltre, la nuova linea servirà per rendere sicura da un punto di vista energetico la città di Recanati.
Ci chiediamo quindi il motivo che spinge Terna a voler “elettrificare” un territorio proponendo un tracciato di 16 Km quando sarebbe possibile – e logico – collegare la centrale di Recanati con altre più vicine.
Che tipo di impatto ambientale ricadrà, ci chiediamo, sul territorio e sui cittadini? Il Comune di Potenza Picena è già interessato da un importante e documentato inquinamento elettromagnetico e la presenza di un nuovo elettrodotto di alta tensione andrà solamente ad aggravare un quadro sanitario già allarmante. Da un punto di vista naturalistico, le dolci ed incantevoli colline recanatesi come verranno trasformate?
A livello paesaggistico, l'ambiente riconosciuto come un museo diffuso ed un bene culturale verrà devastato dalla presenza di tralicci alti 30 metri modificando per sempre la percezione dello spazio.
Alla luce di questo, chiederemo a Terna di elaborare un nuovo progetto che preveda un percorso più breve e quindi più economico e meno impattante. Vogliamo sapere anche, per tutelare salute ed ambiente, se non sia possibile ammodernare strutture e linee preesistenti visto che si stima una perdita di energia per dispersione pari al 30-40%.
Confidiamo nella disponibilità e collaborazione delle amministrazioni comunali e in una partecipazione attiva dei cittadini; auspichiamo inoltre che la Regione Marche e la Provincia di
Macerata dimostrino la giusta sensibilità ed attenzione nel sostenere la nostra battaglia.
Appena costituiti i Comitati informeremo le comunità così da iniziare, tutti insieme, questa importante e necessaria lotta.
Cittadini di Recanati, Potenza Picena e Morrovalle

"In merito alla nuova linea elettrica Acquara – Porto Potenza Picena, Terna conferma la propria volontà di ascoltare tutte le osservazioni e le indicazioni utili provenienti dal territorio al fine di svolgere nuovi approfondimenti e assicurare una condivisione più ampia possibile del progetto. Anche in questa occasione Terna ribadisce il valore del dialogo e del confronto con il territorio e pertanto conferma la sua piena disponibilità a incontrare le istituzioni e la cittadinanza per valutare il contesto territoriale, sociale e ambientale delle aree coinvolte dal progetto e individuare, per il futuro collegamento elettrico, soluzioni progettuali sostenibili e condivise".

opinioni a confronto

5 persone hanno espresso la loro opinione ed aspettano la tua!

  • 0  20/03/2019 08:28  Anonimo

    Intanto bisogna distinguere fra campi magnetici a bassa frequenza degli elettrodotti è quelli a alta frequenza della telefonia mobile. L'esposizione a lungo termine ai primi è causa scientificamente provata di malattie come la leucemia. I secondi sono stati causa di risarcimenti milionari negli Stati Uniti. Fate un pò voi

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 1  19/03/2019 21:43  Anonimo298

    Arrivano i soliti ignoranti che speculano sulla poca informazione dei cittadini per scopi bassamente elettorali.
    E' già successo a Recanati con la disinformazione messa in piedi da Corvatta che gli fece vincere le elezioni. Ora Recanati non può temere nulla per l'impatto ambientale dell'elettrodotto, i tralicci già ci sono.
    Per i presunti pericoli dei campi elettromagnetici, dal 1999 in poi, un'enorme quantità di studi internazionali hanno dimostrato che non ci sono. Basta far pagare ai cittadini i costi e i disservizi di pochi cialtroni che agitano le acque per scopi elettorali.

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    2  0   Rimuovi


  • 2  19/03/2019 09:12  Anonimo487 senza speranza

    Mi raccomando comprate le auto elettriche e poi lamentatevi della mancanza di colonnine.
    Installate impianti fotovoltaici e poi lamentatevi che nelle ore di punta non funzionano perché la tensione è troppo alta.
    A Recanati già sono stati installati i tralicci alti 30metri ma non vi siete accorti?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  0   Rimuovi


  • 3  19/03/2019 07:45  Anonimo808

    Evviva la decrescita... infelice!

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    4  0   Rimuovi


  • 4  19/03/2019 01:12  Anonimo836

    "A livello paesaggistico, l'ambiente riconosciuto come un museo diffuso ed un bene culturale verrà devastato dalla presenza di tralicci alti 30 metri modificando per sempre la percezione dello spazio."
    Il tratto di cui trattasi è pieno di tralicci eretti dall'ENEL e inutilizzati, che stanno lì da anni: perché non vi siete mossi per la loro rimozione, visto che devastano il nostro museo diffuso?
    Parliamo poi di inquinamento elettromagnetico, ma siamo tutti sempre attaccati ai telefonini, dei quali neppure i bimbi di sei anni possono più fare a meno, e ci incavoliamo se a volte "non c'è campo".
    Vogliamo riscaldamento, comodità energetiche e quant'altro, ma non vogliamo i tralicci: non c'è forse una contraddizione in tutto questo?

    SONO FAVOREVOLE!SONO CONTRARIO!

    5  0   Rimuovi


 Esprimi la tua opinione




Gentile utente, ai sensi della normativa denominata "EU Cookie Law" ti informiamo che questo sito utilizza Cookie al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
servizio necrologi a cura di Radio Erre per la citta di Recanati e province Macerata, Ancona
ascolta la rassegna stampa dei quotidiani locali di oggi
iscriviti all anewsletter di Radio Erre
15
07
2019
Recanatese, dalla juniores sei nuovi innesti

Recanatese, dalla juniores sei nuovi innesti

Tra una settimana via alla nuova stagione con l'avvio della preparazione atletica

15
07
2019
Marco Raffaeli confermato general manager della Pallacanestro Recanati

Marco Raffaeli confermato general manager della Pallacanestro Recanati

L’ex cestista jesino è l’ideatore del “Torneo delle Città dei Poeti”

 

13
07
2019
Villa Musone, acquisiti a titolo definitivo Carnevalini e Bora

Villa Musone, acquisiti a titolo definitivo Carnevalini e Bora

Il Ds Trozzi ha chiuso la trattativa con la Recanatese, altri due interessanti profili nell'organico 2019 / 2020

Online apotheek | Onlineapotek för erektil dysfunktion | Spediscono le pillole del Cialis legalmente | Comment économiser de l'argent | Viagra-Pillen an Ihrer Tür